Parma

Università: inaugurato il nuovo Archivio storico

Università: inaugurato il nuovo Archivio storico
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Questa mattina, presso il Campus universitario, in viale G.P. Usberti 47, è stato inaugurato l’edificio che ospiterà i nuovi locali dell’Archivio Storico dell’Ateneo.

A tagliare il nastro è stato il Rettore, Prof. Gino Ferretti, alla presenza delle autorità cittadine, del personale dell’Ateneo coinvolto nel progetto e dei rappresentanti della ditta aggiudicataria dei lavori (A.T.I. EDIL.GE.CO. S.r.l.).

L’edificio ospiterà sia l’Archivio Storico che il Deposito di Ateneo, finora entrambi ubicati all’interno del Palazzo Centrale dell’Ateneo, in via Università 12.

La nuova palazzina ha una superficie complessiva di 640 mq, in cui troveranno posto sia la zona di archiviazione vera e propria che la zona uffici; la capacità dell’Archivio è di circa 6.500 ml, dimensionati in base al materiale da archiviare.

Il progetto coordinato dal Dirigente della 3^Area Dirigenziale Edilizia Ing. Lucio Mercadanti, è stato seguito interamente dall’Ing. Livio Mingardi, Coordinatore del Piano Edilizio dell’Ateneo, ha avuto un costo complessivo di circa 780.000 euro. La struttura è stata quindi realizzata dall’ A.T.I. EDIL.GE.CO. S.r.l.

SCHEDA TECNICA

L’Archivio Storico dell’Università di Parma.

Dal 1768 ad oggi l’Università degli Studi di Parma ha prodotto e acquisito documenti per la sua attività istituzionale che, correttamente conservati nel proprio archivio, oltre ad essere strumento per assicurare l’efficienza, l’efficacia e la trasparenza dell’azione amministrativa, con il passare degli anni sono divenuti il patrimonio per garantire la salvaguardia e la valorizzazione della propria memoria storica.
Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la documentazione si trovava in uno scantinato in stato di disordine proveniente dal Castello di Vigoleno (PC), dove l’archivio aveva trovato ricovero durante la Guerra insieme al materiale scientifico, librario e didattico appartenente all’Università al fine di preservarlo dagli eventuali danni causati dalle incursioni aeree. Successivamente fu riordinato e posto all’ultimo piano del Palazzo Universitario, dove oggi si trova la sala di lettura del Dipartimento di Scienze Giuridiche, per poi essere collocato alla fine degli anni ottanta nei locali seminterrati del Palazzo Centrale dove è tuttora conservato.
Il nostro ordinamento prevede per ragioni di funzionalità che la vita dei complessi documentali passi attraverso tre fasi gestionali: archivio corrente, archivio di deposito, archivio storico.
L’archivio corrente è relativo alla trattazione di affari in corso ed è conservato presso le strutture competenti.
L’archivio deposito, relativo ad affari esauriti da un quarantennio, costituisce la fase semiattiva e critica per la sua salvaguardia, sia dal punto di vista fisico che intellettuale; in questo periodo infatti, il documento mantiene o perde la sua qualità informativa, sia ai fini amministrativi che di ricerca storico-scientifica. Questo stadio indica uno stato provvisorio di conservazione dei documenti fino alla eliminazione, attraverso la selezione e lo scarto, o all’invio nell’archivio storico.
L’archivio storico, costituito dai documenti relativi ad affari esauriti da oltre quarant’anni, è destinato dopo le operazioni di selezione precitate, alla conservazione perenne e alla consultazione per scopi storici.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS