Parma

Stu Stazione, avanti tutta con lo scavo sotto i binari

Stu Stazione, avanti tutta con lo scavo sotto i binari
Ricevi gratis le news
1

Gian Luca Zurlini

Il nome non si presta a equivoci: Stu, infatti sta a significare «Società di trasformazione urbana». Ma, dopo anni di interminabile preparazione burocratica sulla carta adesso le Stu volute e costituite a suo tempo dalla giunta Ubaldi e portate avanti  con convinzione da quella Vignali, stanno finalmente mostrando i primi risultati di una scelta innovativa per il nostro Paese (Parma è all'avanguardia in Italia sul fronte delle Stu) con  cantieri in piena attività, anche se i primi risultati concreti non si vedranno che fra 2-3 anni. E  i «lavori in corso» hanno attirato l'attenzione anche di testate nazionali sul comune di Parma. Fra queste «Il Sole 24 Ore», che ha inviato una propria giornalista a «esplorare» la realtà della nostra città  che ieri ha compiuto una visita, assieme all'assessore all'Urbanistica Francesco Manfredi, per fare il punto sui tre cantieri della Stu Stazione, della Stu Authority per la sede Efsa di viale Piacenza e della Stu Pasubio.

Stazione, avanti  a pieno ritmo
Il cantiere più imponente e, in prospettiva, più «impattante» sulla città è sicuramente quello della nuova stazione «firmata» Oriol Bohigas. La Bonatti, impresa che si è aggiudicata l'appalto, ha avviato lo scavo nella parte Nord della stazione (verso via Alessandria) nel maggio del 2008 e ormai lo ha quasi completato. Una gigantesca voragine profonda circa 15 metri e lunga e larga qualche centinaio di metri delinea già il perimetro di quella che in futuro sarà la nuova «piazza» a Nord della stazione. Nel sottosuolo sorgeranno due parcheggi interrati a prevalente uso pubblico, uno proprio sotto la nuova piazza e l'altro invece a lato del futuro ingresso da via Europa dove sarà realizzata la nuova autostazione per le corriere extraurbane.

A settembre nuova viabilità

Il prossimo 7 agosto l'impresa consegnerà alle ferrovie i binari 7 e 8 completati con la nuova soletta in cemento armato che a fine lavori servirà per sostenere  il nuovo sottopasso pedonale e viario. A settembre partiranno i lavori sotto ai binari 5 e 6, che dureranno 7 mesi e quindi, in successione per periodi analoghi, si passerà ai binari 3 e 4 e  all'1 e al 2, mantenendo così sempre sei binari in attività.  Sempre a settembre, partiranno anche i lavori di consolidamento dell'antica palazzina della stazione, che manterrà l'attuale aspetto esterno, ma verrà completamente «svuotata» e rifatta all'interno. Questo comporterà la chiusura di una parte di piazzale Dalla Chiesa nella zona oggi occupata dal parcheggio dei taxi e dalle fermate degli autobus, che verranno spostate verso il monumento a Bottego, mentre verrà creata una corsia «circolare» per il transito dei mezzi pubblici.   L'ultimo lavoro a essere eseguito sarà lo scavo per il nuovo sottopasso stradale e pedonale. Il cantiere dovrebbe concludere i propri lavori principali entro la prima metà del 2012 e completare tutte le opere entro la fine dello stesso anno.

Efsa, corsa contro il tempo

A testimoniare la presenza del glorioso stadio «Lanfranchi» sono rimasti solo i pali dell'illuminazione e un moncone della vecchia tribuna. Per il resto, è tutto pronto per l'avvio degli scavi per lo sbancamento del terreno nell'area in cui andrà a sorgere la torre dell'Efsa, realizzata dalla parmigiana Mingori e dalla bolognese Ccc. Undici piani per un'altezza di 40 metri e altri due sottoterra, con la parte riservata al pubblico e ai visitatori interamente concentrata al piano terreno. Il controllo per la bonifica bellica ha già provocato un ritardo di un mese sulla tabella di marcia, ma l'impegno è di riuscire ad arrivare il più vicini possibile alla scadenza prevista del febbraio 2011, data prevista per la consegna della nuova sede all'Authority che occuperà più di metà dell'area dell'ex campo da rugby. Un'area verde sorgerà dove si trova la piscina «Caduti di Brema», che sarà ricostruita a fianco della ferrovia più o meno dove si trova ora il tabellone dell'Europeo, destinato alla demolizione fra settembre e ottobre. Nell'area dello storico campo del baseball parmigiano sorgeranno invece circa 100 alloggi  e uffici direzionali. Le prime opere a essere consegnate saranno però le nuove strade intitolate a Spinelli e Adenauer, che correranno sui due lati dell'area corrispondenti all'attuale accesso al baseball e all'area a fianco delle palazzine di via Cremona. Entrambe saranno collegate da via Giulio Cesare, un prolungamento di via Anselmi, che con una rotatoria si innesterà con il sottopasso ferroviario che porterà a via Reggio e al futuro ponte a Nord.

Stu Pasubio, lavori avviati
Nella Stu Pasubio è già ben visibile la traccia dello «scheletro» del complesso principale che circonderà la piazza voluta Bohigas destinata a verde e a spazio pubblico. Il collegamento fra via Palermo e via Pasubio sarà affidato a una nuova strada di quartiere sul lato  più lontano da via Trento, mentre, oltre alle tante demolizioni già effettuate (avviate nel 2005), saranno ristrutturati i capannoni dell'ex Csac e quelli dove ha sede il teatro Lenz. In questo caso il primo appuntamento è per l'ottobre del 2010, quando saranno pronti la piazza e il palazzo con residenze ai piani alti, uffici al primo piano e negozi a piano terra, oltre a 300 posti-auto sotterranei di un parcheggio pubblico e quasi altrettanti a servizio delle residenze e degli alloggi.

La soddisfazione di Manfredi

Soddisfatto l'assessore Manfredi, che sottolinea «come i cantieri delle Stu oggi operativi porteranno, assieme alle altre opere previste dal Comune come il centro per la logistica e il Welfare community center,  nel giro di pochi anni a cambiare in meglio il volto di Parma e a renderla una città attrattiva e all'avanguardia sia per le soluzioni abitative che per le funzioni che sarà in grado di offrire ai propri abitanti e non solo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • chiara

    01 Agosto @ 11.45

    ritengo che questo articolo sia di parte e non rispecchi x niente la vera realta' delle cose .... io ad esempio vivo da anni con l ansia di questa stu .... che a parer mio , essendo restauratrice non condivido., ritengo che ogni epoca ci lascia tracce del suo vissuto ... e distruggerle xche' si ha la presunzione di fare meglio ...mi sembra molto presuntuoso. il mio laboratorio si trova proprio dove sorgera' una strada ......... e allora penso.....tra diversi anni parlando non si sa con chi diro' ............................vedi qui ..dove stiamo passando ora con la macchina io ci ho creato, restaurato, sognato..........ora c' e 'una strada! penso che x dare giudizi bisogna ascoltare entrabe le parti .... poi forse si potra' sapere la verita ' .... che sta sempre nel mezzo... ...in tutto il resto delle citta all avanguardia , queste zone vengono restaurate vengono adibite a studi artistici e loft ad abitazioni che con ampi spazi danno possibilita di creare case diverse.... xche x dare un giudizio che corrisponde alla reala bisona ascoltare i parere della stu il parere di chi vive li ..e la verita' ..... che sta sempre in mezzo

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

cinema

"Stallone è morto". Ma era una bufala online

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

64 offerte di lavoro per articolo Gazzetta 20 febbraio 2018

LAVORO

64 nuove offerte

Lealtrenotizie

Preso il rapinatore con roncola della sala scommesse

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

3commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

tgparma

Meteo: da domani rischio neve in città, domenica arriva il gelo

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

15commenti

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

2commenti

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

Allarme

Parma, in 10 anni 166 medici in pensione. E chi li sostituisce?

fab lab

La stampa 3D "parmigiana" restituisce le dita a Cornelio Nepote Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Una scintilla per le idee. La vera vittoria di Parma 2020

di Marco Magnani

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

2commenti

ITALIA/MONDO

tribunale

Corona, l'ex fotografo esce dal carcere e va in comunità

vandalismi

Imbrattata con svastiche la targa di Moro a Roma Foto

SPORT

guinness

Trainato da una Levante, Barrow sullo snowboard a 151,57 km/h: è record

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

Spettacolo

Gibson, la storia del rock è sommersa dai debiti Video

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

3commenti

MOTORI

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day