19°

ambiente e polemiche

L'inceneritore potrà bruciare i rifiuti del Sud. L'ira di Folli

Un articolo dello «Sblocca Italia» consente di smaltire la spazzatura di altre regioni

L'inceneritore potrà bruciare i rifiuti del Sud. L'ira di Folli
Ricevi gratis le news
77

Per Parma lo «Sblocca Italia» del governo Renzi rischia di tradursi in una vera e propria «Caporetto» dal punto di vista politico. Al danno del mancato inserimento fra le opere di interesse nazionale della Pontremolese o comunque di qualunque altra infrastruttura riguardante il nostro territorio si aggiunge ora la beffa del cosiddetto «sblocca-rifiuti». Fra un paio di mesi, se non cambierà il contenuto del decreto legge voluto dal governo Renzi, a Ugozzolo, così come in tutti gli altri inceneritori del Nord, potranno infatti arrivare rifiuti urbani da incenerire provenienti da tutta Italia, ma in particolare dalle regioni del Sud, che non sono dotate, se non in rarissimi casi, di impianti per lo smaltimento dei rifiuti. L'articolo sulla Gazzetta di Parma

L'ira di Folli: "Ci opporremo in ogni modo"

"Ci opporremo in tutte le sedi per far sì che non venga applicato lo scellerato articolo 35 del decreto Sblocca Italia voluto dal governo Renzi che di fatto rende libera la circolazione dei rifiuti verso gli impianti che sono sovradimensionati come lo è attualmente e lo sarà sempre più in futuro quello di Parma". E' questa la reazione dell'assessore all'Ambiente Gabriele Folli.

Che continua: "La responsabilizzazione dei territori è un principio fondamentale per far sì che ogni amministrazione locale si impegni a raggiungere quei livelli minimi di raccolta differenziata che ci impone l'Europa e che Parma ha recentemente raggiunto. Tutto questo verrebbe meno se vi fosse una libera circolazione che andrebbe a favore solo dei gestori di questi impianti.
L'impianto di Ugozzolo è stato "venduto" ai cittadini di Parma come necessario e utile solo per il territorio. Ora questo continuo cambiare le carte in tavola, peraltro dallo stesso partito che ha governato Provincia, Regione e stato non fa che confermare le posizioni ambigue del PD rispetto al tema dei rifiuti.
L'impianto di Parma è autorizzato solo per la Provincia e la recente sentenza del TAR in cui anche il Comune si è costituito in giudizio, deve essere rispettata indipendentemente dalle decisioni del Governo."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio mezzatesta

    10 Novembre @ 19.05

    Lo si sosteneva da molto molto tempo. Ora sarà realtà. Dovremo respirare l'aria anche campana per la gioia i tutti i sostenitori del termovalorizzatore.Renzi purtroppo pone la salute dei cittadini e l'ambiente all'ultimo posto. Lo dimostra lo sblocca Italia e la presa di posizione, attraverso un ddl, della ministra Madia che vorrebbe(e lo otterrà) che il Corpo Forestale dello Stato sia trasferito a incarichi di Polizia e non più di controllo sull'ambiente. Alla faccia di tutti i disastri a matrice umana che stanno accadendo. Contenti voi!

    Rispondi

  • Samuele

    05 Novembre @ 20.00

    Sono curioso di sentire cosa dira dalloglio che ci tiene tanto ai parmigiani di questa bella proposta del governo..

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    25 Settembre @ 11.07

    Al netto di tutte le prese di posizione ideologicamente talebane, non vedo dove stia il problema se: 1) i cittadini di Parma, effettuando la giusta differenziata con sistemi piu’ efficienti di quelli messi in atto da questa giunta d’incapaci, ne avranno un immediato ritorno e vantaggio con una correlata diminuzione delle loro tariffe. 2) il Comune di Parma, con effettivi controlli in concerto con la Provincia sulla non pericolosita’ dei rifiuti recepiti (radioattivi, speciali, etc), ricavera’ un vantaggio economico vendendo a caro prezzo il servizio di smaltimento dei rifiuti indifferenziati di altre province (cosi’ come noi eravamo costretti a fare fino a poco tempo fa) e quindi lo rifletta in tariffe ancora migliori per i suoi cittadini, stante il fatto che non sembra esistere, allo stato attuale, nessuno studio scientifico serio che attesti livelli d’inquinamento pericolosi, con gli attuali termovalorizzatori (malgrado il terrorismo fatto dal CGR e da chi adesso siede in giunta). Ma ci si arrivera’ solo con la prossima giunta, auspicabilmente fatta da persone razionalmente intelligenti.

    Rispondi

  • jumbler

    24 Settembre @ 09.05

    Attualmente le autorizzazioni dell'impianto non consentono di bruciare più di 120.000 t di rifiuti (quello che fu teorizzato essere il fabbisogno provinciale), ma col Decreto Salva Italia, le Regioni hanno 2 mesi di tempo per autorizzare gli impianti all'incenerimento fino a saturazione del carico termico. In caso contrario, provvederà lo stesso governo d'autorità.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Settembre @ 17.35

    NO , L' IMPIANTO DI UGOZZOLO NON PUO' BRUCIARNE PIU' DI 120000 . Attualmente ne brucia circa la metà . Quei voti non vanno SOLO a Destra , ma PREVALENTEMENTE a Destra.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro