15°

29°

ambiente e polemiche

L'inceneritore potrà bruciare i rifiuti del Sud. L'ira di Folli

Un articolo dello «Sblocca Italia» consente di smaltire la spazzatura di altre regioni

L'inceneritore potrà bruciare i rifiuti del Sud. L'ira di Folli
Ricevi gratis le news
77

Per Parma lo «Sblocca Italia» del governo Renzi rischia di tradursi in una vera e propria «Caporetto» dal punto di vista politico. Al danno del mancato inserimento fra le opere di interesse nazionale della Pontremolese o comunque di qualunque altra infrastruttura riguardante il nostro territorio si aggiunge ora la beffa del cosiddetto «sblocca-rifiuti». Fra un paio di mesi, se non cambierà il contenuto del decreto legge voluto dal governo Renzi, a Ugozzolo, così come in tutti gli altri inceneritori del Nord, potranno infatti arrivare rifiuti urbani da incenerire provenienti da tutta Italia, ma in particolare dalle regioni del Sud, che non sono dotate, se non in rarissimi casi, di impianti per lo smaltimento dei rifiuti. L'articolo sulla Gazzetta di Parma

L'ira di Folli: "Ci opporremo in ogni modo"

"Ci opporremo in tutte le sedi per far sì che non venga applicato lo scellerato articolo 35 del decreto Sblocca Italia voluto dal governo Renzi che di fatto rende libera la circolazione dei rifiuti verso gli impianti che sono sovradimensionati come lo è attualmente e lo sarà sempre più in futuro quello di Parma". E' questa la reazione dell'assessore all'Ambiente Gabriele Folli.

Che continua: "La responsabilizzazione dei territori è un principio fondamentale per far sì che ogni amministrazione locale si impegni a raggiungere quei livelli minimi di raccolta differenziata che ci impone l'Europa e che Parma ha recentemente raggiunto. Tutto questo verrebbe meno se vi fosse una libera circolazione che andrebbe a favore solo dei gestori di questi impianti.
L'impianto di Ugozzolo è stato "venduto" ai cittadini di Parma come necessario e utile solo per il territorio. Ora questo continuo cambiare le carte in tavola, peraltro dallo stesso partito che ha governato Provincia, Regione e stato non fa che confermare le posizioni ambigue del PD rispetto al tema dei rifiuti.
L'impianto di Parma è autorizzato solo per la Provincia e la recente sentenza del TAR in cui anche il Comune si è costituito in giudizio, deve essere rispettata indipendentemente dalle decisioni del Governo."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio mezzatesta

    10 Novembre @ 19.05

    Lo si sosteneva da molto molto tempo. Ora sarà realtà. Dovremo respirare l'aria anche campana per la gioia i tutti i sostenitori del termovalorizzatore.Renzi purtroppo pone la salute dei cittadini e l'ambiente all'ultimo posto. Lo dimostra lo sblocca Italia e la presa di posizione, attraverso un ddl, della ministra Madia che vorrebbe(e lo otterrà) che il Corpo Forestale dello Stato sia trasferito a incarichi di Polizia e non più di controllo sull'ambiente. Alla faccia di tutti i disastri a matrice umana che stanno accadendo. Contenti voi!

    Rispondi

  • Samuele

    05 Novembre @ 20.00

    Sono curioso di sentire cosa dira dalloglio che ci tiene tanto ai parmigiani di questa bella proposta del governo..

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    25 Settembre @ 11.07

    Al netto di tutte le prese di posizione ideologicamente talebane, non vedo dove stia il problema se: 1) i cittadini di Parma, effettuando la giusta differenziata con sistemi piu’ efficienti di quelli messi in atto da questa giunta d’incapaci, ne avranno un immediato ritorno e vantaggio con una correlata diminuzione delle loro tariffe. 2) il Comune di Parma, con effettivi controlli in concerto con la Provincia sulla non pericolosita’ dei rifiuti recepiti (radioattivi, speciali, etc), ricavera’ un vantaggio economico vendendo a caro prezzo il servizio di smaltimento dei rifiuti indifferenziati di altre province (cosi’ come noi eravamo costretti a fare fino a poco tempo fa) e quindi lo rifletta in tariffe ancora migliori per i suoi cittadini, stante il fatto che non sembra esistere, allo stato attuale, nessuno studio scientifico serio che attesti livelli d’inquinamento pericolosi, con gli attuali termovalorizzatori (malgrado il terrorismo fatto dal CGR e da chi adesso siede in giunta). Ma ci si arrivera’ solo con la prossima giunta, auspicabilmente fatta da persone razionalmente intelligenti.

    Rispondi

  • jumbler

    24 Settembre @ 09.05

    Attualmente le autorizzazioni dell'impianto non consentono di bruciare più di 120.000 t di rifiuti (quello che fu teorizzato essere il fabbisogno provinciale), ma col Decreto Salva Italia, le Regioni hanno 2 mesi di tempo per autorizzare gli impianti all'incenerimento fino a saturazione del carico termico. In caso contrario, provvederà lo stesso governo d'autorità.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Settembre @ 17.35

    NO , L' IMPIANTO DI UGOZZOLO NON PUO' BRUCIARNE PIU' DI 120000 . Attualmente ne brucia circa la metà . Quei voti non vanno SOLO a Destra , ma PREVALENTEMENTE a Destra.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti