19°

Parma

«Quel frate aveva dei rapporti piuttosto equivoci con le donne»

«Quel frate aveva dei rapporti piuttosto equivoci con le donne»
Ricevi gratis le news
1

di Luca Molinari
Aveva dei rapporti poco chiari con le donne; non scandalosi, ma equivoci». Monsignor Franco Grisenti non nasconde che fra Tomislav Vlasic tenesse dei comportamenti poco consoni ad un religioso. Il francescano, definito dai media la guida spirituale dei sei veggenti di Medjugorje (anche se in realtà non sarebbe il loro «padre spirituale»), in questi giorni è finito su tutti i giornali perchè accusato di aver intrattenuto, tra l'altro, «rapporti immorali» con una suora.
Il frate nel 1987 era vissuto per circa un anno nella nostra città, fondando una comunità chiusa nel giro di breve tempo, per l'intervento dell'allora vescovo di Parma, monsignor Benito Cocchi. Monsignor Grisenti, ai tempi vicario generale della diocesi, in quel periodo aveva incontrato fra Vlasic. «Ricordo che la mia prima impressione - sottolinea il sacerdote - fu quella di avere davanti una persona molto strana. Quando gli domandammo le referenze da parte della sua comunità d'origine, lui affermò di esserne in possesso, ma di non averle con sé. In realtà era già stato tagliato fuori dal proprio ordine». Al frate non venne rilasciata alcuna autorizzazione scritta per portare avanti il proprio progetto. «Con un accordo orale - precisa monsignor Grisenti - gli consentimmo di risiedere nella nostra diocesi e compiere attività non contrarie alla moralità e al diritto canonico». Nel giro di poco tempo, il vescovo e i suoi collaboratori compresero che fra Vlasic non era un religioso esemplare. «Nelle settimane successive - afferma l'ex vicario - capimmo che era un malandrino. Teneva dei rapporti poco chiari con le donne; non scandalosi, ma equivoci. E poi notammo che, pur avendo professato voto di povertà, si faceva trattare come un vero signore». Monsignor Cocchi proibì al frate di portare avanti il progetto della comunità nella nostra diocesi. «Lo seguivano diversi fedeli; non saprei dire quanti. - aggiunge - Erano tutti devoti alla Madonna di Medjugorje. Quelle persone si fidavano di lui, erano in buona fede. Si trattava soprattutto di gente della zona di Traversetolo e Corniglio. Sono rimasti vari gruppi di preghiera, ma fanno tutti riferimento alla Madonna di Medjugorje, non al frate». Ai tempi, fra Vlasic aveva chiesto alla diocesi di utilizzare l'ex colonia di Corniglio come sede della propria comunità. Una proposta che non venne avvallata. «Non riuscì ad ottenerla. - continua monsignor Grisenti - Non ottenne autorizzazioni di nessun tipo per il proprio progetto perchè non era chiaro il tipo di comunità che voleva fondare, al di là di un riferimento, molto lontano, a Medjugorje». Il frate rimase nella nostra diocesi per circa un anno, per poi spostarsi altrove. Dal 1992 viveva in un convento in Abruzzo, di fatto sospeso a divinis, senza poter esercitare alcuna attività apostolica. Vlasic infine, in questi giorni, dopo essere stato accusato di «aver diffuso l'eresia», «manipolato le coscienze» e di aver avuto rapporti immorali con una suora, si è dimesso prima dell'espulsione dal proprio ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rocco riganò

    04 Agosto @ 12.16

    Questo è l'esempio lampante che satana semina zizzania.Medjugiorje è, per fortuna e misercicordia di Dio, un'altra cosa. In quell'oasi di pace il tuo io entra ,tramite la preghiera, in contatto spirituale con la Madre Celeste.La Madonna ci da forza e coraggio e ci invita a metter al centro della nostra vita Gesù Cristo.La società in cui viviamo ,pregna di materialismo, non fa latro che allontanarci dalla salvezza eterna.La serenità e la gioia interiore sicuramente non vengono dai falsi miti ,ma dai dettami del Vangelo. Allora,anche alla luce dell'ultima vicenda di cronaca, non mischiamo il sacro con il profano e abbandoniamoci completamente alla Madre Celeste che saprà certamente dirimere ogni situazione incresciosa.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro