20°

36°

crisi

"Se chiude il Verdi trenta persone saranno licenziate"

Il grido d'allarme di Piccinini della Uil Trasporti. Disagi anche per vigili del fuoco, doganieri e finanzieri, che però saranno ricollocati

Aeroporto Giuseppe Verdi

Aeroporto Giuseppe Verdi

Ricevi gratis le news
10

C’è una data segnata in rosso sul calendario di tutti i dipendenti della Sogeap, la società che gestisce l’aeroporto, ed è il 14 ottobre, giorno in cui si riunirà l’assemblea dei soci per decidere se mettere in liquidazione la società, decretando di fatto la fine dello scalo parmigiano. Se il «Giuseppe Verdi» dovesse chiudere «si rischia di perdere una ricchezza per la città», ripete in continuazione il presidente della Sogeap, Guido Dalla Rosa Prati, ma soprattutto c’è un rischio ancor più concreto ed immediato, dato dalla perdita di numerosi posti di lavoro. Sono una trentina i dipendenti diretti della società di gestione dello scalo che, il giorno dopo la messa in liquidazione della Sogeap, si troverebbero senza un lavoro.
«Per noi non ci sarebbero altre alternative rispetto al licenziamento», spiega in coro un gruppo di dipendenti, riuniti ieri mattina all’interno dello scalo per ricordare che al «Verdi» è impiegato personale altamente qualificato, che ha superato i rigidi controlli dell’Enac, e che una volta licenziato farebbe fatica a trovare una nuova collocazione, dato che le società di gestione aeroportuale sparse per l’Italia non hanno alcun obbligo di riassorbire i dipendenti di un qualsiasi aeroporto che chiude.
Ai dipendenti della Sogeap vanno poi aggiunti gli operatori della Segesta, una cooperativa di facchinaggio che opera al «Verdi», senza contare che circa 200 persone fra vigili del fuoco, poliziotti, doganieri, finanzieri e personale Enav della torre di controllo dovranno essere ricollocate in altri luoghi dai rispettivi corpi di appartenenza dopo aver lavorato per anni all’interno dello scalo.
«Sapevamo che c’erano difficoltà, ma la notizia della possibile messa in liquidazione della società è stata una vera e propria doccia fredda», commenta Fabio Piccinini, segretario generale Uil Trasporti Emilia, ieri mattina affiancato da una dozzina di dipendenti fra amministrativi, impiegati del settore tecnico e addetti all’area operativa.
«Senza negare le difficoltà – aggiunge – voglio però far notare che c’è uno scenario in divenire, dato dalle opportunità offerte da Expo 2015 e da una possibile saturazione dell’aeroporto di Linate. Questi sono fattori che un ipotetico investitore privato deve tenere in considerazione».
«Bisogna pensare l’aeroporto in termini di servizio per un intero territorio. Non bisogna limitarsi all’idea che deve produrre solo degli utili», aggiunge, prima di ricordare gli importanti risultati già raggiunti dal «Verdi» grazie agli sforzi della società e dei singoli lavoratori.
«Dopo anni di attesa l’Enac poco tempo fa ha dato la concessione ventennale alla società di gestione», ricorda, mentre qualche dipendente aggiunge che il rilascio di tale concessione era atteso da più di dieci anni.
In vista del 14 ottobre, la Prefettura è al lavoro per aprire un tavolo di crisi, ma se dovesse passare l’ipotesi della liquidazione, tutti gli sforzi fatti – sforzi che hanno portato lo scalo ad essere inserito nel piano strategico nazionale - andrebbero persi, e come sostengono i dipendenti in accordo col presidente Dalla Rosa Prati, «una volta chiuso, l’aeroporto sarebbe impossibile riaprirlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Labandieraitaliana

    28 Settembre @ 21.50

    D'accordo con Pino i voli di Ryanair al Verdi funzionano benissimo sono utilizzati e casomai è il contorno che va migliorato. Una cosa intelligente sarebbe proporre al vettore inglese di affidare tutto l aeroporto levando dalle scatole spazio e impegno per voli marginali o privati. Se volassero anche altre 4-5 rotte in paesi europei lo scalo farebbe valanghe di euro e in poco tempo porterebbe nuovi posti di lavoro.

    Rispondi

  • Pino

    28 Settembre @ 18.59

    Stunense uno scalo che non va??? Mo co dit!!!??!!! I voli che ci sono sono sempre strapieni ed è per questo che i dipendenti non avranno la cassa integrazione perché deve essere giustificata da un calo di lavoro che al Verdi non c'è anzi!!!!

    Rispondi

  • Pino

    28 Settembre @ 18.08

    I dipendenti non avranno la CIG perché il lavoro non è diminutito ma aumentato!!!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    28 Settembre @ 10.07

    A ME , INVECE , piacerebbe che le pagasse chi , il "Verdi" , lo ha sabotato e lo sabota.

    Rispondi

  • stunese

    28 Settembre @ 09.58

    secondo me il presidente Prati pensa sopratutto al suo stipendio i poliziotti è finanzieri andranno a lavorare da un altra parte i 30 saranno messi in cig. ma di quanti soldi pubblici servono per tenere aperto uno scalo che non va è dopo 2015 siamo al solito dilemma quindi la radici bisogna reciderla subito

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

4commenti

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo/noceto

Guasto a una condotta: Bianconese e Ponte Taro senz'acqua

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

tg parma

Parma, Germoni: "Ottimo ritiro, devo conquistarmi il posto" Video

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

gazzareporter

"Via Liani, cartoline da un giorno normale (tra i rifiuti)"

EMERGENZA

Numerosi incendi lungo la ferrovia fra Sanguinaro e Parma: chieste squadre da Reggio e Modena Foto

La circolazione dei treni è ripresa alle 17,45

Violinista

Borissova, una bulgara «parmigiana»

Calcio

Serie A al via: i pronostici di Perrone

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Nuovo attacco con un'auto a Cambrils: uccisi cinque kamikaze. "Tre italiani feriti"

barcellona

Furgone sulla folla: almeno 13 morti e 80 feriti. C'è un terzo arresto

3commenti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

CANADA

Perde l’anello nell’orto: lo ritrova 13 anni dopo... intorno a una carota

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti