-3°

La lettera

Peri: "Verdi, troviamo una soluzione con gli azionisti"

Aeroporto Giuseppe Verdi

Aeroporto Giuseppe Verdi

Ricevi gratis le news
8

Da anni assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica, Reti di infrastrutture materiale e immateriali, Mobilità, logistica e trasporti, Alfredo Peri è stato uno degli esponenti di spicco, in Regione, della giunta Errani. Peri scrive una lettera aperta alla città per intervenire sul "caso" aeroporto. 

Intervengo sulla situazione dell’aeroporto Verdi di Parma e su alcuni fatti, che ritengo necessario e utile precisare, per concentrare l’impegno di tutti sull’individuazione di soluzioni concrete e positive, non demagogiche, tipo quelle pronunciate nei giorni scorsi da alcuni commentatori.
In primo luogo è bene rimarcare che, con un ottimo lavoro di squadra fra la Regione, la Provincia, il Comune, i parlamentari, gli imprenditori di Parma e il ruolo fondamentale del presidente Dalla Rosa Prati, si è riusciti ad ottenere da ENAC la concessione ventennale a Sogeap della gestione dell’infrastruttura.
Per questo va ringraziato anche il ministro Lupi che ha ben compreso le ragioni che tutti insieme gli abbiamo rappresentato, a sostegno del ruolo nazionale dell’aeroporto Verdi.
A fronte di questo importante risultato è ancor più singolare, per certi versi inspiegabile, l’ultimatum lanciato dagli attuali azionisti che si dichiarano non più disponibili alla ricapitalizzazione; proprio ora (?), dopo che nel corso degli incontri di quest’ultimo periodo, ci avevano ribadito l’inderogabilità della concessione ventennale quale condizione per valutare un loro rinnovato impegno.
Mi pare legittimo, a risultato ottenuto, chiedere loro i motivi di questo mutamento di posizione.
In ogni caso occorre l’impegno di tutti i soggetti interessati per trovare altri soci disponibili a investire in un’infrastruttura che ora, con la concessione è bene ricordarlo, ha acquisito un valore sicuramente maggiore rispetto a prima.
Per quanto attiene al ruolo degli Enti pubblici credo sia chiaro a tutti, ma è bene ripeterlo, che almeno da tre anni, la legge vieta di investire o ripianare debiti in società in perdita. Non potranno quindi esserci interventi finanziari e/o salvataggi economici da parte di Regione, Provincia, Comune.
La Regione Emilia Romagna è uscita dal capitale azionario degli aeroporti di Forlì e di Rimini ed è rimasta socia del Marconi di Bologna; in questo caso, però parliamo di una società che ha chiuso i bilanci sempre in attivo, la Regione non ha mai messo un euro per la gestione, e del fatto che, nel percorso avviato per l’ingresso in borsa dell’aeroporto bolognese, la Regione ha annunciato l’intenzione di cedere le proprie quote azionarie.
Vale la pena ricordare, in particolare al Consigliere Regionale Villani e al direttore della Gazzetta di Parma Molossi, che fra il 2005 e 2006, la Regione Emilia Romagna propose, a tutti e quattro gli scali, quindi anche a Parma, il progetto di “rete regionale degli aeroporti”; in quel momento la Regione era socio di Forlì, Rimini e Bologna.
Si chiese quindi a Parma la disponibilità di entrare con una quota nella società di gestione dell’aeroporto Verdi, per favorirne un’integrazione funzionale e commerciale con gli altri aeroporti, e concorrere agli investimenti necessari.
La risposta che allora ci venne, da parte del presidente dell’Unione Industriali, del consigliere Villani e dell’assessore Vignali (futuro sindaco) fu negativa e di totale chiusura; queste furono le testuali parole pronunciate per respingere le proposte della Regione: “Un aeroporto e una città come Parma non possono fare accordi con Bologna, ma hanno già avviato trattative con Milano e Roma, ritenute più in linea con le nostre ambizioni…..”.
Negli anni successivi purtroppo sappiamo com’è andata a finire, e non solo per l’aeroporto.

Ancora una volta, in questi giorni recenti, vedo diverse persone che “dispensano buoni consigli, non potendo più dare il cattivo esempio”.
Invece di dare aria a polemiche, sterili e dannose, o di evocare la condizione di “vittime improbabili” di non si sa che cosa, sarebbe molto meglio e utile per Parma continuare a lavorare per trovare soluzioni adeguate e concrete, visti i tempi e le normative vigenti.
Il sindaco ha avanzato una sua proposta che presenta però non poche difficoltà.
Come Regione siamo in costante contatto con il presidente Dalla Rosa Prati per provare a percorrere tutte le strade possibili; anche solo per conquistare un po’ di tempo, utile per convincere i soci di maggioranza a non abbandonare così perentoriamente il campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simoale

    07 Ottobre @ 18.40

    Peri come sempre inesatto e poco d'aiuto per il suo territorio... Da sempre la regione Emilia Romagna si è dimostrata non in grado di saper gestire la questione aeroporti e sempre ha destinato i nostri soldi esclusivamente ad aeroporti situati nella Romagna e nell'Emilia Orientale. Vale la pena ricordare qualche esempio di questa "buona gestione" del sistema aeroporto Emiliano Romagnolo, infatti tanto per iniziare il nostro amico Peri insieme a tutti quei bravissimi uomini facenti parte della giunta regionael il 3 agosto 2011, in attuazione della L.R. 4/2011,costituiscono la SAR SpA, di cui la Regione è socio di maggioranza con il 98,68%. Solamente SEI MESI dopo nel bilancio 2011 di SAR risulta che la società ha accumulato 1,5 milioni di euro di debiti, ?che dovranno essere ripianata con soldi pubblici prevalentemente della Regione?. Ma questo disastro non basta alla regione e al signor Peri, infatti solamente nel periodo che va dal 2010 al 2013 la Seaf (società che gestiva lo scalo di Forlì) ha accumulato debiti per 20 milioni di euro, tutti accollati ai contribuenti della regione Emilia Romagna. Senza contare che nello stesso periodo la regione tramite la società controllata Aeradria (società che gestisce lo scalo di Rimini) ha accumulato 35 milioni di debiti.

    Rispondi

  • federicot

    06 Ottobre @ 21.12

    federicot

    ore 15,46 pubblicate la notizia ...verso le venti non c'è più nella Home page. Che strano... ci sono altre notizie ben più importanti da dare vero?

    Rispondi

  • federicot

    06 Ottobre @ 18.07

    federicot

    @Enzo Puoi anche dare torto a Peri , alla regione e pensarla come vuoi. I dati sono questi : l'aeroporto è privato, la concessione alla Sogeap è per vent'anni, il Verdi non ha mai prodotto un esercizio in utile, l'attuale proprietà non ci vuole mettere più nemmeno un euro. Con 2000 firma ci fai la birra, servono altri 498000 passeggeri. Perchè nessuno entra nel capitale? fatevi sta domandina....

    Rispondi

  • Pino

    06 Ottobre @ 18.06

    Sta parlando un dimissionario di una giunta regionale che qualche problemino ce l' ha...Dobbiamo aggiungere altro? Meno Male che sei dimissionario...i risultati che hai fatto raggiungere a Parma si commentano da soli

    Rispondi

  • Oberto

    06 Ottobre @ 17.53

    chiudetelo, è un roito!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La festa di Natale del Bar Gianni

DADAUMPA

La festa di Natale del Bar Gianni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

4commenti

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

tg parma

Via Spezia: rapina con coltello al centro scommesse

Un bottino di circa 1.500 euro

PARMENSE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: arrivano 55 milioni di euro

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento