15°

soccorso

Centrale 118: ora Parma gestisce anche Reggio

E da dicembre anche Piacenza confluirà nel sistema unico

Centrale 118: ora Parma gestisce anche Reggio

Soccorritore del 118

3

A partire da oggi le chiamate del 118 provenienti dalla provincia di Reggio Emilia saranno ricevute, prese in carico e smistate dagli operatori della Centrale operativa dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. "La concentrazione delle chiamate in un’unica centrale - secondo una nota dell'Ospedale - permetterà maggiore efficienza dei soccorsi.
Per il cittadino non cambia nulla: continuerà a comporre il numero 118, le chiamate verranno gestite dalla Centrale Unica di Via del Taglio a Parma che attiverà i mezzi di soccorso che continuano a partire dalle consuete postazioni dislocate capillarmente nei territori delle due province di Parma e Reggio Emilia".
La prima chiamata proveniente da Reggio Emilia si è verificata questa mattina alle 8.45, gli operatori di Parma hanno preso in carico la chiamata, allertando la postazione di riferimento della Croce Verde di Reggio Emilia che ha raggiunto il luogo di soccorso.

Otto infermieri, finora in servizio nella Centrale dell’Arcispedale Santa Maria Nuova -IRCCS di Reggio Emilia, adesso affiancano i colleghi del 118 di Parma. All’unificazione sì è arrivati grazie agli investimenti tecnologici e ai percorsi condivisi con le Conferenze territoriali e sociali delle province interessate. Grazie infatti ad ambienti di lavoro dotati di strumentazioni tecnologiche all’avanguardia, in grado di supportare l’operatore nella precisa localizzazione dell’evento e nelle comunicazioni con i mezzi di soccorso sarà possibile assicurare un livello di sicurezza sempre più elevato con l’ottimizzazione di tutte le attività di chiamata.
La Centrale unica di Parma, entro la fine dell’anno, prenderà in carica anche le chiamate provenienti dalla provincia di Piacenza, gestendo così tutti i soccorsi per l’area vasta Emilia Ovest. L’unificazione è prevista dalla programmazione del Servizio sanitario della Regione Emilia-Romagna che ha come obiettivo la riunificazione delle centrali 118 provinciali in tre Centrali uniche di area vasta: oltre alla centrale Emilia Ovest (Piacenza, Parma e Reggio Emilia) sono attive in regione le Centrali uniche Emilia Centro, con sede all’Ospedale Maggiore di Bologna, per la gestione delle chiamate dei territori di Bologna, Imola, Modena e Ferrara e la Centrale della Romagna con sede a Ravenna, per le province di Ravenna, Forlì Cesena e Rimini.

Il sistema di emergenza territoriale a Parma e Reggio Emilia
Nelle varie postazioni della provincia di Parma sono presenti 10 automediche con capacità diagnostiche assistenziali, 4 ambulanze infermieristiche che operano sulla base di protocolli per specifiche patologie e 32 ambulanze, con equipaggi in grado di praticare manovre di rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce. Nei primi 9 mesi del 2014 la Centrale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma ha risposto a 34697 chiamate: 5801 per motivi di elevata criticità (codice rosso)14586 per codici gialli (media gravità), 12344 per codici verdi e 1966 codici bianchi.
In provincia di Reggio Emilia sono operative 6 automediche, 1 auto infermieristica e 32 ambulanze base (BLSD). Le chiamate nei primi 9 mesi del 2014 sono state 37425, i codici rossi sono stati 8529, i gialli 20789, 7265 i codici verdi e 772 i codici bianchi.
La centrale operativa unica gestisce inoltre l’elicottero con base all’Ospedale Maggiore di Parma. Nel corso dei primi 9 mesi dell’anno l’elisoccorso ha realizzato 609 interventi, di questi 137 sono stati effettuati in territorio reggiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    08 Ottobre @ 17.20

    QUELLA DEL "NUMERO UNICO" E' UNA LUNGA STORIA. Già il "113" era nato come "numero unico" , Doveva ricevere e smistare tutte le chiamate d' emergenza , per Forze dell' Ordine , Vigili del Fuoco ed autoambulanze , che erano collegati con linee telefoniche dedicate. Chi frequentava le sedi di Croce Rossa ed Assistenza Pubblica quarant' anni fa , lo sa . Al centralino c' era il "telefono del 113" , che proveniva dalla Questura. La gestione del "113" fu affidata alla Polizia , e qualcuno lamentò che ciò comportava un sovraccarico di chiamate per la Polizia stessa ed una sottoutilizzazione del Pronto Intervento dei Carabinieri , per cui , dopo alcuni anni e diverse peripezie , si arrivò ad istituire il "112" dell' Arma . Seguirono, con "effetto domino" , il "115" dei Vigili del Fuoco , il "118" per le ambulanze e perfino il "117" per la Guardia di Finanza. ADESSO L' UNIONE EUROPEA HA STABILITO CHE IL NUMERO TELEFONICO UNIFICATO PER TUTTE LE CHIAMATE D' EMERGENZA IN EUROPA SIA IL "112" . A questo si aggiunga che l' Italia , con Francia , Spagna , Portogallo e Paesi Bassi , ha aderito al Trattato di Velsen , cui è stata data pochissima pubblicità , a seguito del quale larga parte dei Carabinieri (in pratica tutta la Struttura "Territoriale") , verrebbe assorbita dalla Polizia di Stato , mentre alcuni Reparti Scelti dell' Arma andrebbero a costituire , con Reparti analoghi degli altri Paesi firmatari , una "Supergendarmeria sovranazionale europea " , detta "Eurogendfor" , dalle funzioni , e , soprattutto , dai poteri , molto discussi. Qualcuno dice che non sarebbe tenuta a rispondere alla Magistratura dei Paesi in cui opera , e scusate se è poco ! AD OGNI MODO IL "112" UNIFICATO E' GIA' ENTRATO IN FUNZIONE , IN MANIERA MOLTO DISCRETA , IN DIVERSE PROVINCE ITALIANE. Alla vostra chiamata risponde un centralino che poi vi passa la comunicazione al Servizio al quale volete rivolgervi. Ci sono già stati molti casi di stranieri che, in viaggio in Italia , in casi d' emergenza hanno chiamato il "112" .

    Rispondi

  • Danyel

    08 Ottobre @ 17.07

    Si certo come no...il "lavoro sporco", cioe' quello vero sul campo viene fatto a Parma, mentre il "centro dirigenziale" (sic ! : cioe' quelli che non si sporcano le mani, e "siamo stati bravi" quando va bene, ed "indagheremo" quando va male)) e' a Reggio, ed il "centro specialistico"(o coordinamento tecnico) e' a Piacenza, perché "sono stati i primi ad usare il "defribillatore portatile"...beh, tanto di cappello ai bravissimi operatori del 118 di Parma, che hanno una bella e grossa responsabilita' di supportare tutti i bravissimi volontari delle ambulanze e delle guardie mediche, ora anche sulla provincia di Reggio , e prossimamente anche quella di Piacenza, mentre i "capi" stanno a Reggio!(a far che???) centrali operative in Emilia-Romagna: http://www.118er.it/ le richieste dei cugini piacentini:_ http://www.pdpiacenza.it/binary_files/allegati/ODG_118_SC_39931.pdf

    Rispondi

  • sabcarrera

    08 Ottobre @ 11.50

    Non è ora di usare il numero unico come fanno in altri paesi?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti, è giallo

I carabinieri in piazza Gioberti dove è stato rinvenuto il corpo

Ultim'ora

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti, è giallo

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

LEGA PRO

Il Parma sbanca Gubbio 4-1. Recuperati 2 punti al Venezia

In gol Calaiò, Nocciolini e Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino. Crociati terzi a 8 punti

1commento

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno: "Un segno del destino" 

Valeria Vicini si è laureata in Scienze politiche e delle relazioni internazionali, il figlio Leonardo Ranieri in Scienze dell’architettura

1commento

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

21commenti

TRAVERSETOLO

Sotto il parcheggio del Conad c'è un insediamento preistorico?

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

Parma

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

6commenti

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

7commenti

Il commosso addio di Collecchio a Graziella

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

1commento

Dai lettori

"Borgo delle Colonne e piazzale D'Acquisto: parcheggi selvaggi ma niente multe di notte" Foto

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

SOCIETA'

la peppa

Tartine fiorite

centro giovani

"Noi che....": così si raccontano i giovani di Parma Il video

1commento

SPORT

MOTOGP

vince Vinales dopo una "battaglia" con Dovizioso. Rossi terzo

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017