23°

32°

soccorso

Centrale 118: ora Parma gestisce anche Reggio

E da dicembre anche Piacenza confluirà nel sistema unico

Ricevi gratis le news
3

A partire da oggi le chiamate del 118 provenienti dalla provincia di Reggio Emilia saranno ricevute, prese in carico e smistate dagli operatori della Centrale operativa dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. "La concentrazione delle chiamate in un’unica centrale - secondo una nota dell'Ospedale - permetterà maggiore efficienza dei soccorsi.
Per il cittadino non cambia nulla: continuerà a comporre il numero 118, le chiamate verranno gestite dalla Centrale Unica di Via del Taglio a Parma che attiverà i mezzi di soccorso che continuano a partire dalle consuete postazioni dislocate capillarmente nei territori delle due province di Parma e Reggio Emilia".
La prima chiamata proveniente da Reggio Emilia si è verificata questa mattina alle 8.45, gli operatori di Parma hanno preso in carico la chiamata, allertando la postazione di riferimento della Croce Verde di Reggio Emilia che ha raggiunto il luogo di soccorso.

Otto infermieri, finora in servizio nella Centrale dell’Arcispedale Santa Maria Nuova -IRCCS di Reggio Emilia, adesso affiancano i colleghi del 118 di Parma. All’unificazione sì è arrivati grazie agli investimenti tecnologici e ai percorsi condivisi con le Conferenze territoriali e sociali delle province interessate. Grazie infatti ad ambienti di lavoro dotati di strumentazioni tecnologiche all’avanguardia, in grado di supportare l’operatore nella precisa localizzazione dell’evento e nelle comunicazioni con i mezzi di soccorso sarà possibile assicurare un livello di sicurezza sempre più elevato con l’ottimizzazione di tutte le attività di chiamata.
La Centrale unica di Parma, entro la fine dell’anno, prenderà in carica anche le chiamate provenienti dalla provincia di Piacenza, gestendo così tutti i soccorsi per l’area vasta Emilia Ovest. L’unificazione è prevista dalla programmazione del Servizio sanitario della Regione Emilia-Romagna che ha come obiettivo la riunificazione delle centrali 118 provinciali in tre Centrali uniche di area vasta: oltre alla centrale Emilia Ovest (Piacenza, Parma e Reggio Emilia) sono attive in regione le Centrali uniche Emilia Centro, con sede all’Ospedale Maggiore di Bologna, per la gestione delle chiamate dei territori di Bologna, Imola, Modena e Ferrara e la Centrale della Romagna con sede a Ravenna, per le province di Ravenna, Forlì Cesena e Rimini.

Il sistema di emergenza territoriale a Parma e Reggio Emilia
Nelle varie postazioni della provincia di Parma sono presenti 10 automediche con capacità diagnostiche assistenziali, 4 ambulanze infermieristiche che operano sulla base di protocolli per specifiche patologie e 32 ambulanze, con equipaggi in grado di praticare manovre di rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce. Nei primi 9 mesi del 2014 la Centrale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma ha risposto a 34697 chiamate: 5801 per motivi di elevata criticità (codice rosso)14586 per codici gialli (media gravità), 12344 per codici verdi e 1966 codici bianchi.
In provincia di Reggio Emilia sono operative 6 automediche, 1 auto infermieristica e 32 ambulanze base (BLSD). Le chiamate nei primi 9 mesi del 2014 sono state 37425, i codici rossi sono stati 8529, i gialli 20789, 7265 i codici verdi e 772 i codici bianchi.
La centrale operativa unica gestisce inoltre l’elicottero con base all’Ospedale Maggiore di Parma. Nel corso dei primi 9 mesi dell’anno l’elisoccorso ha realizzato 609 interventi, di questi 137 sono stati effettuati in territorio reggiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    08 Ottobre @ 17.20

    QUELLA DEL "NUMERO UNICO" E' UNA LUNGA STORIA. Già il "113" era nato come "numero unico" , Doveva ricevere e smistare tutte le chiamate d' emergenza , per Forze dell' Ordine , Vigili del Fuoco ed autoambulanze , che erano collegati con linee telefoniche dedicate. Chi frequentava le sedi di Croce Rossa ed Assistenza Pubblica quarant' anni fa , lo sa . Al centralino c' era il "telefono del 113" , che proveniva dalla Questura. La gestione del "113" fu affidata alla Polizia , e qualcuno lamentò che ciò comportava un sovraccarico di chiamate per la Polizia stessa ed una sottoutilizzazione del Pronto Intervento dei Carabinieri , per cui , dopo alcuni anni e diverse peripezie , si arrivò ad istituire il "112" dell' Arma . Seguirono, con "effetto domino" , il "115" dei Vigili del Fuoco , il "118" per le ambulanze e perfino il "117" per la Guardia di Finanza. ADESSO L' UNIONE EUROPEA HA STABILITO CHE IL NUMERO TELEFONICO UNIFICATO PER TUTTE LE CHIAMATE D' EMERGENZA IN EUROPA SIA IL "112" . A questo si aggiunga che l' Italia , con Francia , Spagna , Portogallo e Paesi Bassi , ha aderito al Trattato di Velsen , cui è stata data pochissima pubblicità , a seguito del quale larga parte dei Carabinieri (in pratica tutta la Struttura "Territoriale") , verrebbe assorbita dalla Polizia di Stato , mentre alcuni Reparti Scelti dell' Arma andrebbero a costituire , con Reparti analoghi degli altri Paesi firmatari , una "Supergendarmeria sovranazionale europea " , detta "Eurogendfor" , dalle funzioni , e , soprattutto , dai poteri , molto discussi. Qualcuno dice che non sarebbe tenuta a rispondere alla Magistratura dei Paesi in cui opera , e scusate se è poco ! AD OGNI MODO IL "112" UNIFICATO E' GIA' ENTRATO IN FUNZIONE , IN MANIERA MOLTO DISCRETA , IN DIVERSE PROVINCE ITALIANE. Alla vostra chiamata risponde un centralino che poi vi passa la comunicazione al Servizio al quale volete rivolgervi. Ci sono già stati molti casi di stranieri che, in viaggio in Italia , in casi d' emergenza hanno chiamato il "112" .

    Rispondi

  • Danyel

    08 Ottobre @ 17.07

    Si certo come no...il "lavoro sporco", cioe' quello vero sul campo viene fatto a Parma, mentre il "centro dirigenziale" (sic ! : cioe' quelli che non si sporcano le mani, e "siamo stati bravi" quando va bene, ed "indagheremo" quando va male)) e' a Reggio, ed il "centro specialistico"(o coordinamento tecnico) e' a Piacenza, perché "sono stati i primi ad usare il "defribillatore portatile"...beh, tanto di cappello ai bravissimi operatori del 118 di Parma, che hanno una bella e grossa responsabilita' di supportare tutti i bravissimi volontari delle ambulanze e delle guardie mediche, ora anche sulla provincia di Reggio , e prossimamente anche quella di Piacenza, mentre i "capi" stanno a Reggio!(a far che???) centrali operative in Emilia-Romagna: http://www.118er.it/ le richieste dei cugini piacentini:_ http://www.pdpiacenza.it/binary_files/allegati/ODG_118_SC_39931.pdf

    Rispondi

  • sabcarrera

    08 Ottobre @ 11.50

    Non è ora di usare il numero unico come fanno in altri paesi?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti