15°

28°

polemica

Alluvione: il fax "letto due giorni dopo" diventa un caso nazionale

Alluvione: il fax "letto due giorni dopo" diventa un caso nazionale
Ricevi gratis le news
90

Nelle cronache locali il tema era già arrivato con il botta e risposta polemico fra Nicola Dall'Olio e Federico PIzzarotti.

Ma ora l'articolo del Corriere della sera è uin vero e proprio atto d'accusa destinato a far rumore anche a livello nazionale. Ad iniziare dal titolo: " IL faxs che prevedeva l'alluvione di Parma letto due giorni dopo".

E l'articolo di Marta Serafini, dopo aver ripreso le accuse di Dall'Olio e dell'opposizione, pone alcuni interrogativi che sono sicuramente fra quelli che (ed è giusto ricordare che non riguardano solo sindaco e Comune di Parma) oggi all'esame della Procura che ha aperto un'inchiesta:

Che cosa non ha funzionato tra il fax trasmesso sabato alle 13,49 e l'allerta vera e propria delle 16,59 di lunedì? E perchè solo lunedì il fax è stato protocollato in Comune? Nel frattempo è stato fatto quello che si doveva?

Sono temi già materia dell'inchiesta giudiziaria, e ora prevedibilmente si allargherà anche la polemica politica. Mercoledì, fra l'altro, proprio il sindaco Pizzarotti riferirà sull'alluvione di Parma in Senato.

La replica di Bosi - Dal capogruppo in Comune, Marco Bosi, la prima replica Cinque stelle sui social. Ecco il testo del suo post su facebook:

Sul corriere questa è la prima notizia. Ma perché non dicono che era la 144esima allerta di quel tipo dall'inizio dell'anno? Ogni volta evacuiamo la città?

Tralasciando il fatto che vorrei capire chi di voi se ha un'urgenza di sabato pomeriggio manderebbe un fax in ufficio sapendo che nessuno legge fino al lunedì mattina. 


Esposto del Movimento Nuovi Consumatori. Il MNC ha presentato un esposto-denuncia contro il sindaco Federico Pizzarotti, accusandolo di omissione in atti d'ufficio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • simone

    31 Ottobre @ 09.34

    A Pizzarotti sfugge forse che ora alla guida della città c’è lui, e non da ieri, ma da più di due anni. E forse ignora, o finge di ignorare, che da oltre dieci anni, per legge, il sindaco in un Comune è la figura principale della Protezione Civile, a cui Pizzarotti si riferisce come se fosse una entità a lui estranea. Si legge sul sito della Protezione civile: “Il primo responsabile della protezione civile in ogni Comune è il Sindaco, che organizza le risorse comunali secondo piani prestabiliti per fronteggiare i rischi specifici del suo territorio”. E ancora: “Il sindaco è autorità comunale di protezione civile. Al verificarsi dell’emergenza nell’ambito del territorio comunale, assume la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e d’assistenza alle popolazioni colpite e provvede agli interventi necessari dandone immediata comunicazione al Prefetto e al Presidente della giunta regionale”. Non il contrario. Il Comune, tra l’altro, “attua le attività di previsione e degli interventi di prevenzione dei rischi, stabilite dai programmi e piani regionali, assicura i primi soccorsi in caso d’eventi calamitosi in ambito comunale; predispone i piani comunali e/o intercomunali d’emergenza; utilizza il volontariato di protezione civile a livello comunale e/o intercomunale, sulla base degli indirizzi nazionali e regionali”. Dunque, chi è che sta facendo lo “scaricabarile”?

    Rispondi

  • Maurizio

    28 Ottobre @ 17.03

    Michele, io non ho mai creduto nel pizzarotto (a proposito, ti lamenti che ti insultano personalmente su questo sito, perché non inizi tu a rispettare federico pizzarotti?) semplicemente perché considero inattuabile quello che vuole fare il M5S ma avendo avuto a che fare con esponenti delle giunta comunale, con il comune, vedo che qualche cosa di buono sta facendo, si certo non è in linea con il tuo M5S ma probabilmente perché ha capito che non si può realizzare quello che volete fare voi. Per il resto perché tutti gli altri comuni non hanno messo in atto le procedure del caso? FORSE PERCHE’ QUESTA POLEMICA E’ STATA MONTATA AD ARTE? VERCINGETORIGE, LEI E’ STATO IN PROTEZIONE CIVILE GIUSTO? ALLORA DOVREBBE SAPERE COS’E’ UN’ALLERTA DI TIPO 1, COSA BISOGNA FARE MA SOPRATTUTTO COSA PREVEDE, IMPORTANTI POLITICI A LIVELLO NAZIONALE L’HANNO CLASSIFICATA COME GRAVE, MA ALLORA CHI E’ CHE SBAGLIA LORO O QUELLO CHE E’ SCRITTO NEI DOCUMENTI?

    Rispondi

  • Luca Tegoni

    28 Ottobre @ 10.00

    lunedì poteva essere preso in considerazione il fax anche di mattino e quindi provvedere a realizzare il piano di emergenza previsto in tempo utile ... dal momento che durante il fine settimana i fiumi non straripano. Magari si potevano mettere in sicurezza macchinari dell'ospedale, evacuare asili e scuole, villa Parma, spostare automobili dalle zone di probabile alluvione e altre cose lasciate al buon senso dei cittadini. Ma visto che l'allarme è arrivato con uno strumento antiquato come il fax non è un allarme serio, e dalle 8 del mattino di lunedì si è atteso a dare informazioni solo quando tutto era già successo in modo inequivocabile. la gestione dell'emergenza non avrebbe prevenuto certo lo straripamento ma avrebbe potuto ridurre di molto i danni. lo straripamento si poteva prevenire solo con cassa d'espansione e pulizia del greto. prima cosa da fare da subito. Spero che non se ne occupi chi ha ampiamente dimostrato di essere un incapace. auspico un commissario che provveda alla realizzazione del bacino di contenimento

    Rispondi

    • Maurizio

      28 Ottobre @ 16.47

      L’allarme come documentato dai siti istituzionali porta l’orario delle 12 di lunedì mattina, questo è l’orario di emissione ma poi bisogna vedere l’orario di effettiva spedizione e ricevimento. Per verificare chi ha ragione si sarebbe potuto pubblicare il fax o comunque documento con l’ora di invio di un qualsiasi comune avvisato allo stesso tempo di parma ma Dall’Olio ha scelto di pubblicare il documento senza impressa data ed orario…. Secondo voi come mai?

      Rispondi

  • salamandra

    28 Ottobre @ 09.06

    È tutto nel FAX, basta leggerlo. Prevedeva BEN ALTRO rispetto quanto è successo e in UN ALTRO GIORNO.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      28 Ottobre @ 10.59

      DICHIARAZIONE DI PIZZAROTTI A SKYTG24 : «Non è arrivato il fax della Prefettura, quindi quello di preallarme e di allarme non sono arrivati," LEI CHE "FAX" HA LETTO , TIO HECTOR SALAMANCA ?

      Rispondi

      • salamandra

        28 Ottobre @ 12.06

        Quello dell'articolo del Corriere. Che parla di possibili allagamenti di sottopassi, cantine etc. (allagamento localizzato) con anche possibili interruzioni luce/telefonia dovute a cadute alberi con conseguente interruzione delle "linee aeree". A lei sembra una informazione adeguata a quanto è poi successo e in base al quale sgomberare una zona della città? Sulla data -l'ho appena riletto- ho sbagliato io, in effetti parla di fenomeni in esaurimento in 48 ore ma fissa l'inizio a domenica sera e non al momento della spedizione.

        Rispondi

  • Medioman

    28 Ottobre @ 08.14

    Una domanda da ignorante: ma non doveva essere la Provincia (non so come si chiami adesso) a coordinare gli interventi tra i vari comuni? a cosa serve l'assessore provinciale alla Protezione Civile?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti