11°

Parma

Tre indagati per il rogo alla "Città di Parma"

Tre indagati per il rogo alla "Città di Parma"
Ricevi gratis le news
0

Morì quattro giorni dopo il rogo, Leonardo  Carrara. L'incendio che  il 27 giugno dello scorso anno devastò una vasta area al secondo piano della «Città di  Parma».   La procura ha chiuso l'inchiesta: tre le persone accusate di  omicidio colposo, incendio e lesioni colpose,  per  cui il pm Francesco Gigliotti potrebbe chiedere il rinvio a giudizio dopo la pausa estiva.  Nel 415 bis, l'atto di chiusura indagini, figurano il direttore dei lavori, il titolare della ditta appaltatrice dell'intervento e uno dei vertici della casa di cura.  Inizialmente era stato iscritto nel registro degli indagati anche il responsabile del servizio protezione e prevenzione della casa di cura, ma il suo nome non compare nel 415 bis, per cui si andrà verso la richiesta di archiviazione.
Carrara stava svolgendo alcuni lavori di impermeabilizzazione in una stanza al secondo piano del reparto di Chirurgia generale adiacente a una sala operatoria. Subito dopo l'incendio si era ipotizzato che  a fare da miccia per l'incendio fosse stata una lampada alogena   che avrebbe  innescato  i vapori delle resine utilizzate per i lavori.  L'area posta subito sotto sequestro - e  dissequestrata dalla magistratura pochi mesi dopo - è stata poi ispezionata dai tecnici dei vigili del fuoco e dell'Ausl.   Secondo l'accusa, sostanzialmente, gli indagati    non informarono l'operaio in modo adeguato sui rischi legati all'utilizzo di determinati materiali e solventi. 
Una ricostruzione contestata dalle difese degli indagati che sottolineano  come Carrara, 50 anni,  fosse un operaio esperto e attento, conscio dei rischi a cui avrebbe potuto andare incontro se non fossero state prese  adeguate precauzioni.  Pare, inoltre, che avesse più volte ricordato ai colleghi di usare determinate accortezze e di  non fumare in quell'area.
Dal momento della notifica dell'atto di chiusura delle indagini, gli indagati avranno 20 giorni di tempo per chiedere di essere interrogati,  o per presentare memorie difensive e documenti che ritengono utili per chiarire la loro posizione. Scaduti i termini, il pm potrà chiedere il rinvio a giudizio.
Il rogo divampò in modo violento quella mattina di fine giugno. Mentre il fumo invadeva  le sale operatorie del secondo piano, le stanze e i corridoi. Furono 18 le persone trasportate al Maggiore. Intossicate, fortunatamente in modo non grave, da quell'odore   acre che per giorni  si sentì nella zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS