15°

28°

paradigna

Scarichi inquinanti nei canali: sequestrate lavatrici ad azienda

Scarichi inquinanti nei canali: sequestrate lavatrici ad azienda
Ricevi gratis le news
7

Il provvedimento è stato disposto dal Gip su iniziativa del Comune: sono state sequestrate alcuni giorni fa le lavatrici ad acqua della Lavanderia Torinese che - secondo i monitoraggi di Arpa - con i loro scarichi avrebbero contribuito a inquinare fossi e canali che confluiscono nel Naviglio.
La notizia arriva direttamente dal Comune, con una nota: "E’ una vicenda lunga e complicata, quella che ha visto protagonisti il Comune di Parma e la Lavanderia Torinese, che non ha mai ottemperato ai provvedimento dei diversi enti competenti per far cessare la fonte di inquinamento individuata nelle lavatrici ad acqua - si legge -. I suddetti impianti sono ora finiti sotto sequestro per disposizione del GIP, che ha accolto la richiesta del Comune, dettata esclusivamente dalla necessità di tutelare la qualità delle acque pubbliche".

"Già da anni - spiega il comunicato - la questione era all’attenzione dei diversi enti competenti, ma solo ora è arrivata la svolta che pone almeno temporaneamente fine alle emissioni inquinanti.
Il tutto ha avuto inizio con i numerosi esposti ad ARPA presentati da privati cittadini, che lamentavano costantemente un grave inquinamento delle acque superficiali del fosso interpoderale situato nei pressi della Lavanderia Torinese in via Colorno, che riceveva, tra gli altri, i reflui prodotti dalla stessa ditta e che risulta tributario del fosso che scorre parallelo a via Paradigna, a sua volta confluente nel Canale Naviglio.
Negli anni seguenti i ripetuti controlli da parte di ARPA, Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Bologna, Polizia Provinciale, Agenti Ambientali del Comune di Parma, AUSL avevano accertato diverse criticità del sistema di depurazione della ditta in questione.
Erano quindi stati emessi diversi atti di diffida da parte degli enti competenti, finalizzati ad imporre la sospensione degli scarichi idrici inquinanti delle lavatrici ad acqua, che quindi avrebbero dovuto essere smaltiti come rifiuti liquidi.
Visto che le diffide non hanno sortito l’effetto sperato, nel mese di marzo 2014, il Comune di Parma – servizio controllo abusi nel territorio - ha emesso un provvedimento di sospensione temporanea dell’attività di lavaggio ad acqua, in attesa dell’allaccio in fognatura dell’intero complesso condominiale.
Ma neppure questo è stato sufficiente: infatti, nell’ambito dei controlli in loco effettuati nei mesi successivi, è emerso che le lavatrici ad acqua in realtà non avevano mai smesso di funzionare".
Fino all'ultimo (dal punto di vista cronologico) atto: "La mancata osservanza di quanto imposto dal Comune di Parma ha comportato la scelta di procedere alla richiesta di sequestro dei soli impianti individuati come fonti inquinanti, al fine di assicurare la cessazione degli scarichi.
Ora la vicenda registra un primo punto fermo: come disposto dal Decreto di Sequestro Preventivo emesso dal GIP del Tribunale di Parma, Paola Artusi, il giorno 13 Ottobre il Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri ed ARPA hanno proceduto al sequestro delle lavatrici ad acqua della Lavanderia Torinese.
Rimane comunque in funzione l’attività di lavaggio a secco, che non produce scarichi inquinanti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio mezzatesta

    12 Novembre @ 21.57

    asterix, era in generale. La Parma va in Po e il Po in adriatico. I fiumi, i torrenti , i canali sono diventati TUTTI discariche e luoghi ove dirigere i propri scarichi PERICOLOSISSIMI. Tutto questo pare interessi a pochi. Ciò che interessa pare sia discolparsi, addossando la colpa del dissesto agli animali(nutrie) certamente dannosi anche per la biodiversità, ma altrettanto certamente NON la causa principale di come sono messi i nostri corsi 'acqua

    Rispondi

  • Asterix

    12 Novembre @ 19.07

    Giorgio al mare dal fosso della lavanderia non ci arriva niente va direttamente in falda ... Ma non hai letto bene l'articolo è il comune che ha bloccato l'attività ...

    Rispondi

  • Vercingetorige

    12 Novembre @ 17.41

    SI , MA PERCHE' mentre , per l' inceneritore di Ugozzolo , si sono fatti arrivare pullman di "fans" fin da Agrigento , si è assordata la città a colpi di spentolacciate , si sono terrorizzati i Parmigiani col cancro , si è sconvolta diffondendo panico , un' Elezione Comunale , su queste cose invece c' è un silenzio d' oro e non spentolaccia nessuno ? QUANTE ALTRE "LAVANDERIE TORINESI" CI SONO IN GIRO PER LA CITTA' ? Allora io non ho mai detto , e non dico , che i fumi dell' inceneritore facciano bene alla salute , ma dico che un impianto moderno , ben filtrato e costantemente monitorato come quello di Ugozzolo , è molto meno pericoloso per l' ambiente di cose di questo genere. Poi ci aggiungiamo farmaci proibiti , ormoni , antibiotici , anche scaduti e di provenienza ignota , somministrati a mucche che producono il latte per il parmigiano-reggiano , poi ci aggiungiamo "pastone" di presunto pomodoro , proveniente fin dalla Cina , o prodotto in Italia , in vasche dove nuotano topi , bisce e scarafaggi , poi ci aggiungiamo camion carichi di cosce di maiale provenienti dall' Ungheria , e , se siamo in buona fede , NON POSSIAMO NON AMMETTERE CHE NON E' L' INCENERITORE AD UCCIDERE LA "FOOD VALLEY" .

    Rispondi

  • rodolfo

    12 Novembre @ 17.20

    Vediamo la foto del canale, vi sembra un canale pulito dalle vegetazioni? In caso di piena, come può contenere l'acqua che dovrebbe? Ora fate il paragone con la Parma e il Baganza e traetene le conclusioni

    Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    12 Novembre @ 15.59

    nei canali gettano di tutto e scaricano ogni sorta di schifezza. Basta guardare TUTTI i corsi d'acqua del parmense.I pesci non esistono più e nemmeno le rane. I topi fanno festa. Tutta questa bella roba finisce alla fine in mare, ove portiamo i figli a fare il bagno. E i SINDACI (prima autorità sanitaria locale) cosa fanno? LA LOTTA ALLE NUTRIE !!!!!!!Ma che ci abbiano preso proprio per scemi?

    Rispondi

    • Bela

      12 Novembre @ 18.16

      io stopperei gli scarichi abusivi con il cemento rapido, così la "l'inquinante" torna direttamente a casa del proprietario.

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

7commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

"In infradito sul Penna: a proposito di escursionisti sprovveduti..." Foto

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

15commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

modena

Sgozzato durante una rissa a Sassuolo, inutili i soccorsi

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti