politica

Gli incontri parmigiani di Renzi

Gli incontri parmigiani  di Renzi
Ricevi gratis le news
34

Giovedì parmigiano, per il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Renzi è arrivato alle 15,32 in aereo al "Verdi", ha salutato i parlamentari Giuseppe Romanini e Patrizia Maestri (il senatore Giorgio Pagliari era sull'aereo con il premier) ed è ripartito subito.

Video - Il governo segue la trattativa cinese sull'aeroporto


LA VISITA ALLA PIZZAROTTI.
Il presidente del Consiglio, fra imponenti misure di sicurezza (cecchini sui tetti) ha poi visitato la Pizzarotti Costruzioni, a Pontetaro. Il premier, accolto dagli imprenditori Paolo e Michele Pizzarotti e dal management aziendale e dai dipendenti, ha fatto un giro per l’azienda, prima tappa del suo tour. Durante la visita ha dribblato i giornalisti con la solita ironia: "E' tutto il giorno che chiacchiero...". Poi la stretta di mano con un cittadino che, simpaticamente lo avvicina: "Salve Renzi...", pronta la risposta del premier: "Ma allora mi conosci...". E alla battuta, visto che è arrivato con un'Audi, "Ma ha una macchina tedesca!", altro botta e risposta ironico, "Ma lei è un rappresentante di Marchionne...". 

LA VISITA IN DALLARA.  Arrivato alla Dallara Automobili, Matteo Renzi è stato accolto da Giampaolo Dallara e dall'amministratore delegato Andrea Pontremoli: ha visitato l'azienda e la galleria del vento. Dopo la visita privata, il presidente del Consiglio ha parlato nella sala congressi della Dallara. C'erano anche i sindaci di Varano Melegari, Bardi e Varsi, e i parlamentari di Parma Romanini, Maestri e Pagliari.  Renzi ha parlato della Dallara come di "un simbolo dell'Italia che ce la fa, e che guarda al futuro non come a un problema ma come a una opportunità" e ha preannunciato che tornerà per inaugurare il nuovo centro dell'azienda, che sarà ultimato fra 2015 e 2016.

Video - Renzi a Varano: "Non sono l'uomo solo delle aziende"

IN BARILLA: IL GOVERNO SOSTIENE IL PROTOCOLLO DI MILANO SUL CIBO. Il presidente del Consiglio Renzi è arrivato in Barilla dopo le 19,30 per sostenere la Dichiarazione di intenti sul Protocollo di Milano. Arrivato nell’auditorium accolto dagli applausi, Renzi si è seduto in platea accanto a Guido Barilla.
Il presidente dell'azienda nel suo intervento ricorda tre paradossi: 1) un miliardo di persone è senza cibo e un miliardo e mezzo hanno eccesso di cibo; 2) un terzo delle produzioni agricole è destinato agli animali; 3) un terzo dei prodotti alimentari va sprecato nella filiera: "Il protocollo di Milano vuole combattere questi problemi. Un accordo mondiale sul cibo lascerebbe una forte eredità al mondo".
Poi la parola a Renzi: "Noi ci stiamo, questi obiettivi sono i nostri. La fame nel mondo è questione per ognuno di noi". Su Expo: "Expo oggi è un'opportunità. Abbiamo passato anni a guardare virgole e percentuali ma di fronte alla fame nel mondo non c'è virgola che tenga". E ancora: "Il governo crede nel protocollo di Milano". Il premier ha espresso personale gratitudine a Barilla e ai lavoratori perché qui da "parte un messaggio che va oltre" i confini dell'Italia.  

"Qui abbiamo l’occasione di raccontare cosa potrà essere Expo 2015 - ha detto Renzi parlando al pubblico -. Il tema del cibo è uno dei grandi paradossi del nostro mondo, perché un miliardo di persone lotta contro la fame ed un miliardo e mezzo ha invece problemi legati all’eccesso di cibo, all’obesità". "In più aggiungo un altro paradosso - ha detto ancora Renzi - l'Italia, che da sempre è riconosciuto come il paese che produce bontà, ha un bilancio commerciale negativo: esportiamo 31 miliardi e ne importiamo 35. C'è qualcosa che non va ed è per questo che abbiamo fatto un tavolo di lavoro per arrivare all’obiettivo di 50 miliardi di export nel settore dell’agroalimentare". 

Alla fine quindi Matteo Renzi ha ufficialmente aderito al Protocollo di Milano, il documento del Barilla Center for food and nutrition che ha fra gli altri obiettivi quello di dimezzare entro il 2020 lo spreco di cibo.


Video - Renzi in Barilla, l'arrivo e parte del discorso 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Straiè

    21 Novembre @ 13.02

    Come al solito un mare di chiacchiere, ma non ci viene a raccontare che, proprio in questi giorni, scaduta la moratoria, i terremotati dell’Emilia sono stati subissati dalle tasse arretrate. Gente che vive nei container dovrà pagare Imu, Tasi e Tares per abitazioni ormai inagibili da anni.

    Rispondi

  • renzo

    21 Novembre @ 10.50

    Michele,vorrei sapere di quale categoria fai parte tu.Di chi capisce e sa o di chi Non capisce e Non sa?

    Rispondi

  • Ludovico

    20 Novembre @ 21.34

    CI CREDO CHE L IMPRENDITORIA PARMANSE SI STA ESTINGUENDO...MA IO DICO COME SI FA A DAR CREDITO A UN PAGLIACCIO COME RENZI......??????

    Rispondi

  • Ludovico

    20 Novembre @ 21.31

    sig Samuele ma dove vivi???....certo i babalani come renzi ,vedo fanno proseliti!!!

    Rispondi

  • Samuele

    20 Novembre @ 19.06

    Cambia, cambia michelazzo, ripetere sempre che son tutti uguali è fare il gioco dei ladri e disonesti, degli ipocriti e criminali. Vuol dire proteggere chi mente sapendo di mentire, ben diverso da chi fa progetti che poi puntualmente i poteri forti, o il governo o la burocrazia, blocca o umilia. Può darsi che il risultato finale sia lo stesso ma la dignità e l'onesta dei protagonisti è molto diversa. Naturalmente chi invece ha la coscienza sporca o è un raccomandato o un corrotto chiaramente ha interesse a mantenere lo status quo e cosi starnazza in giro " e' inutile votare, sono tutti uguali... " è cosi i piu infami vengono rieletti...

    Rispondi

    • Demianlee

      21 Novembre @ 05.52

      Son tutti uguali e solitamente il nemico marcia alla tua testa

      Rispondi

    • Medioman

      21 Novembre @ 00.28

      Se mi permette, io ho un'opinione un pochettino differente. Spesso, il voto serve per dare importanza agli incapaci, o ai disonesti (io valgo perché mi hanno votato!); nel bene o nel male, tutti i grandi personaggi della storia, della letteratura, della scienza, della musica, dell'economia, non hanno avuto bisogno di "elezioni" per essere riconosciuti come tali. Nelle democrazie più "evolute", difficilmente la percentuale dei votanti supera il cinquanta per cento; però, chi viene eletto sa che dovrà ottenere il consenso anche dei "non votanti" se vuole realmente realizzare dei progetti. In Italia, invece, la maggior parte dei "candidati" pensa solo al risultato elettorale (per questo ci chiedono di andare a votare!), perché l'unico "progetto reale" che pensano di realizzare è garantirsi uno stipendio (pardon, un "rimborso spese elettorali"!) fregandosene altamente del bene pubblico.

      Rispondi

    • antonio

      20 Novembre @ 22.09

      Perché tu Samuele ti illudi di votare? Non riesci ancora a capire che vai a legittimare quello che alcuni potenti e non escluso malavitosi ti impongono

      Rispondi

      • salamandra

        21 Novembre @ 10.44

        Dipende chi voti antonio...

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS