-2°

Parma

Diventare grandi dimenticando dolori e violenze

Diventare grandi dimenticando dolori e violenze
Ricevi gratis le news
0

di Roberta Marcuccilli 

Restituiscono l’amore tolto, o almeno ci provano. Si sforzano di formare caratteri forti e ridare fiducia a chi non ne ha più.
 È un compito arduo, quello delle comunità educative. A Parma e in provincia ce ne sono molte e lavorano quotidianamente per assistere bambini, adolescenti e donne con problemi familiari, economici o abitativi. Ne abbiamo visitate alcune, altre sono chiuse perché in estate si organizzano vacanze al mare. Strutture accoglienti con educatori, psicologi, volontari. Professionisti e collaboratori che fanno il possibile per gestire casi più o meno difficili.
 Storie di violenze, abusi di sostanze, difficoltà genitoriali, problemi psichici. «I ragazzi che ospitiamo devono elaborare situazioni particolari - spiega Francesca Quarantelli della  comunità «Lo Stralisco» -. Il Tribunale dei minori li affida ai Servizi sociali, questi ultimi a noi».
 Entrano nella struttura con un progetto che prevede l’accompagnamento fino alla maggiore età, poi possono scegliere tra due opzioni: l’autonomia o il reinserimento in famiglia. Sono  il tempo e le circostanze a dettare la scelta che si ritiene più opportuna. 
«Non è semplice farli arrivare ai 18 anni con una maturità tale da poter vivere soli - ammette Roberta Marchesini, responsabile del settore minori della cooperativa Pro.Ges -. C'è bisogno di una struttura che possa accoglierli anche dopo, quando passano ai Servizi sociali per adulti». 
«Lo Stralisco»  ha sette posti a disposizione, tutti occupati, e ospita minori dagli 11 ai 18 anni. Analogo il servizio offerto dalla comunità «Biondi», gestita dalle suore Orsoline; diverso il caso dell’istituto Santa Maria, che si propone come luogo di passaggio in attesa che i bambini vengano affidati a famiglie vere e proprie.
 Ma a Parma c'è anche un’associazione cattolica internazionale tutta al femminile: la «Casa della giovane», una comunità di accoglienza per ragazze lontane dalla famiglia o costrette ad esserne allontanate. Qui vince la filosofia dell’uguaglianza.
 «Le ragazze che accogliamo non sono mai un problema - dice Anna Maria Baiocchi, preside della struttura -. La diversità è ricchezza. E i grandi voli sono possibili anche per chi parte svantaggiato». 
Loro la pensano così.
 Prima regola: mai sostituirsi alla famiglia. «Non è il nostro ruolo - aggiunge la preside  -. Non siamo la scuola, né i Servizi sociali. Proviamo ad essere figure di riferimento stabili, capaci di un ascolto non giudicante. Vogliamo che le ragazze tornino ad avere fiducia - continua - devono sperimentare che al mondo c'è anche la sincerità». 
Questa struttura ospita giovani di età compresa tra gli undici e i ventuno anni e dispone di trentaquattro  posti letto, di cui quindici già occupati. 
Vivono qui anche alcune lavoratrici. Gli educatori insegnano alle ospiti le regole del saper vivere e le seguono fino al raggiungimento dell’autonomia. E, una volta fuori, i contatti non si interrompono. 
«Se non si fanno sentire loro,  li cerchiamo noi - concordano le educatrici della struttura -. È stato, è oggi e sarà per il futuro nostro interesse sapere come stanno. Sempre».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande