Parma

Gli afghani del Cornocchio dormono all'aperto e protestano: "Nessuna minaccia"

Ricevi gratis le news
8

Hanno passato la notte all’aperto in piazzale della Pilotta i 7 afghani rimasti senza un letto dopo la chiusura definitiva da parte del Comune del centro per rifugiati del Cornocchio.
La chiusura, decisa lo scorso 27 luglio dall’amministrazione e resa operativa ieri, era già programmata (inizialmente per Ferragosto) dall'assessorato ai Servizi sociali ma in più sono emersi casi di «danneggiamenti, furti, minacce nei confronti degli operatori, inadempienza rispetto alle regole della normale convivenza, mancato inserimento lavorativo e ricerca di alloggio da parte delle persone ospitate».
I rifugiati (uno ha già ottenuto la protezione umanitaria per tre anni gli altri sono invece richiedenti asilo) respingono però le accuse di danni e minacce nei confronti degli operatori che lavorano al centro. «Era stato concordato un percorso di inserimento - ha commentato sulla vicenda Alberto Marzucchi del Ciac, Centro immigrazione asilo e cooperazione internazionale - tutto però ora si è interrotto bruscamente per volontà dell’amministrazione. Questi ragazzi sono in mezzo alla strada».
Sui danni denunciati il Ciac invece chiede che il «Comune convochi la stampa per visionare lo stato dei locali e le condizioni in cui sono stati lasciati. «Perché la situazione - ha concluso Marzucchi - è completamente diversa da quella descritta dai rappresentanti dell’amministrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio Vecchi

    02 Settembre @ 18.25

    Sig. Adriano, quando ho potuto qualcosa l’ho fatta, come sono sicuro che, in presenza di un bisogno impellente di qualcuno, anche lei farebbe ciò che può. Ma vede chi può veramente determinare le cose non sono né il CIAC, né i singoli interventi di solidarietà, benvengano, ma non cambiano le cose. L'unica vera autentica responsabilità c'è l'ha chi gestisce il potere, come ho già scritto. La pubblica amministrazione, che dovrebbe gestire questi problemi con solerzia, competenza e umanità. E invece questi signori cascano dalle nuvole e ci dicono di aver fatto quanto è di loro competenza sbattendo per strada queste persone che magari, in ragione di ciò, un domani possono pure delinquere (speriamo di no). La invito perciò a non lamentarsi con me, se la prenda piuttosto con il politico a cui lei ha dato il suo voto (se lo ha fatto), che oggi dovrebbe risolvere questo problema e inspiegabilmente non lo fa lasciando me e lei a scornarci su questa cosa. La saluto cordialmente

    Rispondi

  • Giorgio Vecchi

    02 Settembre @ 15.24

    Caro Sig. Gio, purtroppo ne io ne lei siamo in grado fermare TUTTO QUESTO MONDO IN DIFFICOLTA' CHE CI ARRIVA ADDOSSO e mi sento dirle che questo è solo l'inizio. Magari i volontari riuscissero a risolverlo il "problema", ma così non sarà. Vero anche che in termini economici questa cosa ci costa tantissimo. Ma ultimamente ci sono costate assai di più le speculazioni economiche che ci hanno portato a questo stato di crisi (prodotta da insigni cittadini bianchi e in giacca e cravatta) senza la quale avremmo forse avuto meno difficoltà ad aiutare questa povera gente che noi normalmente trattiamo come mucche. Riguardo al rispedirli al loro paese la invito a farci un giro se poi (per taluni casi) ne ritorna vivo mi saprà dire. Riguardo al fatto in questione non è pensabile che il Comune di Parma si impantani sulla gestione di sette persone (richiedenti asilo politico, cioè gente che se torna a casa propria probabilmente le cose gli andranno maluccio). La questione degli immigrati va gestita e lo DEVONO fare le amministrazioni pubbliche finché questi (gli immigrati) sono qui con un motivo specifico (cioè richiedono asilo politico, cioè auto) la nostra amministrazione deve occuparsene seriamente e noi cittadini questo dobbiamo pretenderlo, per la mia sicurezza, per la sua sicurezza e anche per la loro (quella dei richiedenti asilo). Mi perdoni la supponenza, la saluto cordialmente.

    Rispondi

  • SIFTO'

    02 Settembre @ 15.12

    cioè chìlòr da l\'\'afganistan c\'mè jan fat a river a perma? chi ce li ha portati? non mi dite che hanno letto sulla gazza le meraviglie della petite capitale ehhhh?? queste sono domande alle quali, cara gazza e FdO , si dovrebbe dare risposta non solo riportare la lite di p.le pablo\r\nah ma le FdO sono impegnate nell\' estenuante battaglia contro i tigli per la Ns. sicurezza\r\nCiao

    Rispondi

  • adriano

    02 Settembre @ 14.28

    a me invece piacerebbe sapere se e cosa fa personalmente il sig.Vecchi assieme a coloro che dal pulpitano predicano in favore dei loro protetti "SEMPRE E COMUNQUE, MERITEVOLI E DELINQUENTI".Ne hanno ospitato a casa loro qualcuno ? Quanto del loro tempo hanno dedicato a costoro? Hanno aperto ogni tanto la loro casa, magari d'inverno quando è freddo, o diviso la loro tavola?

    Rispondi

  • Giorgio Russo

    02 Settembre @ 13.50

    Caro Sig. Vecchi. Come mai non tornano a casa loro. FACCIAMO VENIRE TUTTO IL MONDO IN DIFFICOLTA'. Non si rnde conto che le ingiustizie aumentano e si subisce troppo ? Ospedale gratis, scuol,a gratis e chi paga siamo noi. Quanti danni sono stati fatti con questa invasione indiscriminata dove qualcuno ci guadagna ! Al Pronto Soccorso a Parma si spendono 1 Milione di euro l'anno per dare soccorso a tutti compresi quelli che litigano. Rendiamoci conto che non possiamo più mantenere questo genere di cose. A meno che ci siano dei volontari disposti a autotassarsi o a mandarli in altri paesi . O.K. ?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

PALLAVOLO A/2

Gibertini: «Il mio tris in Coppa Italia»

Testimonianze

In prima linea contro i tumori

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

Allarme

In dieci anni 166 medici in pensione

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat