-0°

12°

comare & co.

Il Natale made in Parma

Il Natale made in Parma
Ricevi gratis le news
6

LE NUOVE TRADIZIONI NATALIZIE MADE IN PARMA

1 - La corsa all’ultimo regalo il pomeriggio del 24 dicembre: l’ansia da prestazione correndo avanti e indietro dal ponte di Mezzo, con l’assillante paura di non essere un bravo amico, fratello, figlio, fidanzato, e con il pensiero martellante che l’anno prossimo no, non ci si ridurrà così. Finire in uno dei tanti centri commerciali da sempre disprezzati, ripetendo dentro di sé, senza nemmeno accorgersene, i versi del grande Elio: “Mi accontento di qualunque puttanata, una maniglia colorata, un portaspilli, un portafogli, un portafigli, una cagata”.
2- L’accensione dell’albero, ogni anno tragicamente più brutto, l’8 dicembre in piazza Garibaldi, come al Rockefeller Center. Ché ci porti i figlioletti per far loro respirare la magica atmosfera natalizia e ogni volta ti ritrovi a maledire le tradizioni mentre ti si congelano le dita dei piedi.
3 – La pista di pattinaggio. Sempre. Anche se il riscaldamento globale impera e ad andare sottozero, ormai, è solo la classifica del Parma, la spianata di ghiaccio ricoperta di pargoli urlanti e rotolanti non ve la risparmieranno mai.
4 – Il concerto di Capodanno in piazza. Riuscire a dribblare fino al 29 dicembre i fastidiosi interrogativi sul da farsi a San Silvestro. Essere così elegantemente snob da ritrovarsi con le sole alternative di una tombolata in famiglia e di una serata all’addiaccio a ciondolare in centro.
5 – La messa a mezzanotte la sera della vigilia. Con la gara di disdette creative last minute da parte dell’intero parentado: “Il bambino che muore di sonno”, “La colite fulminante”, “La spada nella roccia”.
6 – Le tradizioni culinarie sono intramontabili e sempre le stesse: gli anolini, il bollito, i tortelli. Gli avanzi che si ripresenteranno per giorni, fino a Capodanno, quando si ricomincerà da capo.
7 – L’aperitivo della vigilia con gli amici in centro. Fare tardi perché un brindisi tira l’altro e arrivare alla cena in famiglia un po’ trafelato e in difficoltà. Sentirsi in un film in slow motion.
8 – Il concerto di Vinicio Capossela al Fuori Orario.
9 – Alle prese coi pacchetti: perché ormai nessun negoziante ha più tempo di mettersi lì con nastrini e carta regalo. Provare pena per se stessi di fronte ai risultati.
10 – I biglietti di buone feste virtuali, i video-storia dell’anno trascorso su Facebook, gli auguri sui social network: anche i più cinici ci cascheranno.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    02 Dicembre @ 18.51

    11 - Quando il giocattolino ai bambini l' aveva portato Santa Lucia , ed il regalo di Natale consisteva nello stare tutti insieme a mangiare qualcosa di un pò più lussuoso del solito, come la carne di pollo , ai tempi in cui , per dire che uno era ricco , si diceva che mangiava pollo tutti i giorni. 12 - Quando , al pomeriggio della Vigilia , tutti i negozi abbassavano le saracinesche , e, per strada , non c' era più nessuno , perchè tutti erano in famiglia , fino all' ora della Messa di mezzanotte. 13 - Quando sull' albero si mettevano le candeline colorate , attaccate ai rami con una molletta , e bisognava stare attenti che non appiccassero il fuoco a tutto l' albero . 14 - Quando l' UPIM , all' inizio di via Mazzini , con le vetrine di latta rosse , aveva uno stanzone pieno di statuine per il Presepio , pastori , falegnami , cammellieri , legionari romani , buoi , asinelli , Giuseppe , Maria , Bambinelli , donne con fascine di legna sulle spalle. Erano di gesso . Se cadevano , si rompevano . Dove si possono trovare oggi statuine per il Presepio ? Non se ne vedono più ! 15 - Quando si sentiva il rumore della neve , che fa un leggero fruscio , quando cade , con un odore di gelo. 16 - Quando , sebbene la Città fosse saldamente comunista ,nessuno si azzardava a disturbare chi entrava ed usciva dalla Messa di mezzanotte , alla quale , qualche volta , si vedeva anche qualche comunista. 17 - Quando se qualcuno si fosse azzardato a mettere una supposta in Piazza al posto dell' Albero , si sarebbe trovato con tante pedate nel didietro da un Sindaco Partigiano , che starebbe ancora correndo adesso.

    Rispondi

    • annamaria

      03 Dicembre @ 00.52

      Bello, bello, condivido. Buon vecchio Natale.

      Rispondi

  • Margherita

    02 Dicembre @ 13.28

    L'articolo è tristemente scherzoso perchè impietosamente mette alla berlina ciò a cui si è ridotto il Natale: da annuncio di buona novella e rivoluzione d'amore a luccicante ma vuoto contenitore del NULLA , specchio dei tempi e dei cervelli contemporanei.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    02 Dicembre @ 12.26

    SCUSATE SE SONO SFACCIATO : non si potrebbe togliere la supposta in fotografia ? Quest' anno mi sembra , per fortuna , che ci sia un abete .

    Rispondi

    • 02 Dicembre @ 12.27

      E' un articolo scherzoso su cui abbiamo inserito l'immagine di un Natale un po' particolare. L'albero nuovo, arrivato proprio oggi, è in Mediagallery

      Rispondi

      • paolo

        03 Dicembre @ 13.57

        Mediagallery?

        Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cecilia Rodriguez accolta dai fischi in discoteca fa il gesto dell'ombrello

Gf Vip

Fischi per Cecilia Rodriguez, che fa il gesto dell'ombrello

Johnny Halliday, l'addio del suo popolo. Macron: "applaudiamolo"

Spettacolo

Johnny Halliday, l'addio del suo popolo. Macron: "applaudiamolo" Video

Extra Urban Fashion Party al Cubo: ecco chi c'era

FESTE PGN

Extra Urban Fashion Party al Cubo: ecco chi c'era Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

sorbolo

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

maltempo

Vetroghiaccio e rami rotti: Massese bloccata nel Tizzanese

Ancora treni bloccati sulla Pontremolese: bus sostitutivi

ALLE PORTE DELLA CITTA'

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

8commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Intervista

Paolo Fresu mercoledì al Regio

ecco la neve in città

Parma indossa un manto bianco Gallery

inverno

Neve nel Parmense: rischio strade ghiacciate. Treni fermi. Bardi e Berceto: domani scuole chiuse Video - Foto

1commento

gabriella corsaro

Concerto di Natale al presidio Froneri Video

1commento

antidroga

Marijuana tra i mattoni della Pilotta e nelle siepi di via dei Mille: blitz dei carabinieri

4commenti

classifica

Furti nei negozi? Ancora noi sul podio: la terza merce più rubata è il parmigiano

via fratti

Ruba un cane per mendicare: pochi giorni dopo entra in azione in un distributore

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, il difficile comincia adesso

di Paolo Ferrandi

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

Bitcoin, la nuova era: al via il primo future

GRAN BRETAGNA

Neve, caos a Heathrow. Scuole chiuse e -15°

SPORT

POSTICIPO

Il Milan soffre ma piega il Bologna

SERIE B

Il Palermo stende il Bari 3-0 e prende il volo. Parma secondo La classifica

SOCIETA'

Calcio

Le magie di Zola nel disco del rocker King Krule Video

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS