12°

Parma

Colf e badanti, avvio «lento» per la sanatoria

Colf e badanti, avvio «lento» per la sanatoria
Ricevi gratis le news
1

di Luca Molinari

Le domande finora presentate dai parmigiani per regolarizzare colf e badanti, ammonterebbero soltanto ad alcune decine. Di contro invece, in questi primi giorni di sanatoria, tantissime persone si sono rivolte a sindacati, patronati ed uffici per ricevere informazioni.
 
Erano 173 i moduli scaricati  alle 14 di ieri dal sito Internet del ministero dell'Interno, da richiedenti di Parma e provincia (sia privati che associazioni e patronati) per sbrigare le pratiche di regolarizzazione. Dai dati presenti sul web, emerge quindi che fino a questo momento non si è verificata una corsa alla regolarizzazione da parte dei parmigiani.
Si tratta infatti di cifre piuttosto contenute che, stando alle previsioni, dovrebbero aumentare nei prossimi giorni, con l'avvicinarsi della data di scadenza (30 settembre). Stavolta infatti, a differenza di quanto avvenuto per il decreto flussi, non ci saranno graduatorie in base all'orario di arrivo. Ciò significa che le domande presentate a fine mese avranno le stesse possibilità di ammissione di quelle risalenti al primo settembre.

Le domande potrebbero essere cinquemila,  ma avventurarsi in stime al momento sembra prematuro. Umberto Sorrentino, dirigente dello Sportello unico per l'immigrazione della Prefettura, non si sbilancia. «Avremo delle informazioni precise - spiega - soltanto dopo il 30 settembre. Le proiezioni parlano di un numero di domande compreso tra le 500 e le 750 mila in tutta Italia». In occasione del decreto flussi del 2007 a Parma le richieste furono circa 10 mila (ma non si trattava soltanto di colf e badanti).

Potrebbero servire rinforzi allo Sportello unico  per riuscire a far fronte alla mole di lavoro legata alla sanatoria. «Sulla base dei dati definitivi - precisa Sorrentino - valuteremo come impostare il lavoro. Speriamo che il Ministero ci dia un aiuto concreto perchè l'ufficio è composto da nove persone che si occupano di tante altre pratiche e le regolarizzazioni potrebbero avere un grosso impatto sulla mole di lavoro da sbrigare».

 I sindacati  ribadiscono come la presentazione delle domande di regolarizzazione proceda piuttosto a rilento. «Le  pratiche concluse  - rimarca Daniela Incerti, segretario generale della Cisl provinciale - al momento sono soltanto qualche decina. Ma abbiamo tantissime richieste di informazioni. L'agenda della prossima settimana è comunque  già piena di prenotazioni per regolarizzazioni. Ritengo quindi che il numero delle pratiche concluse sia destinato ad aumentare con il passare dei giorni».
Raffaele Tagliani, responsabile delle politiche dell'Immigrazione della Cgil, parla di «avvio molto cauto» per due motivi: «Non essendoci l'ansia della graduatoria - afferma - la gente affronta la questione con più calma. E poi il provvedimento rischia di non dare una risposta efficace al problema perchè ci sono termini reddituali precisi da rispettare e condizioni di pagamento che ricadono in maniera gravosa sul datore di lavoro».
Parole in parte ribadite da Mario Miano, segretario generale della Uil, che dichiara: «In questi giorni la maggior parte delle persone si limita a chiedere informazioni, ma pochi sembrano intenzionati ad andare oltre. I costi legati alla regolarizzazione inducono molti a a riflettere con attenzione sul da farsi».

 Anche la regolarizzazione «fai da te»  non è esente da problemi. Sono numerose le richieste di aiuto giunte in queste ore all'help desk del Viminale. Sbrigare la pratica in maniera autonoma, non è infatti facile come potrebbe apparire. Il modulo da scaricare è disponibile sul sito del ministero dell'Interno (www.interno.it), ma per effettuare correttamente la procedura conviene seguire tutti gli accorgimenti del manuale (dell'Interno) che, in caso di errore, dà un segnale di allerta. 

 Consigli utili
 Forfait di 500 euro
Il versamento di un contributo di 500 euro (attraverso il modello F24) è indispensabile per poter regolarizzare un lavoratore.
 La domanda
La domanda va presentata esclusivamente per via telematica attraverso il sito del ministero dell'Interno (www.interno.it).
 Denunce sospese
In attesa della convocazione per la firma del contratto di soggiorno sono sospesi gli effetti del reato di clandestinità.
 La risposta
Lo Sportello unico per l'immigrazione riceverà le domande dal primo di ottobre e controllerà che tutto sia in ordine. Nei mesi successivi verranno convocati il datore di lavoro e il lavoratore  per la verifica delle loro dichiarazioni e per gli ultimi passi burocratici.
 I documenti
Quando si viene convocati allo Sportello unico il datore di lavoro deve avere: ricevuta di pagamento dei 500 euro, dichiarazione dei redditi, (quando si regolarizzano badanti, certificazione sulla non autosufficienza e sulla eventuale necessità di due lavoratori), due marche da bollo da 14,62 euro e un documento di riconoscimento.
 La busta paga
La busta paga della colf o della badante, una volta regolarizzata, dovrà essere commisurata ai livelli retributivi minimi legati ai vari livelli di inquadramento e tener conto dei contributi da versare all'Inps.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Silvia

    04 Settembre @ 14.48

    Non ho mai capito ,cuanto devo prendere al mese lavarando con una persona 100% disabile 24 ore,non sono in regola,ma abastnza incadrata nela societa degli italiani.Mi sento a casa mia ,ho vicini de cassa meravigliosi.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS