22°

Parma

Addio a Pier Guglielmo Bosi, imprenditore e uomo di cultura

Addio a Pier Guglielmo Bosi, imprenditore e uomo di cultura
Ricevi gratis le news
0

di Lorenzo Sartorio

La morte lo ha colto improvvisamente  di notte nella sua Maiatico che adorava, in quella villa dove trascorreva  le estati e  dove visse i giorni più belli e sereni della  sua vita con la famiglia alla quale era attaccatissimo. Pier Guglielmo Bosi, per  gli amici «Minetto», è scomparso  l’altra notte  all’età di 80 anni. Nativo di Sala Baganza,  di antica famiglia  del posto, seguendo le  orme del nonno Guglielmo  e del papà Franco, entrambi impresari  edili,  si laureò   brillantamente  in ingegneria a Bologna e portò avanti  l’azienda familiare   sorta nel 1929. 
Amava tantissimo  il proprio lavoro che svolgeva  con  grande scrupolo,  onestà  e  altissima professionalità tanto da essere stimato sia dai clienti  che dai colleghi. Ma «Minetto» era  amato anche per  quel carattere gioioso, pacioso, mite, disponibile, per quella voglia di vivere, di stare in compagnia, di godere delle cose belle delle vita. Oltre il lavoro e l’impresa,   la «Ing. Bosi  srl costruzioni»  attualmente  gestita  dai   cinque figli Luisa, Daniela, Francesca,  Franco e Luigi,  Bosi   coltivava  tantissimi interessi sia culturali che sportivi.

Socio Lions,  fu  pure  un provetto cacciatore,  praticava  il tennis sia nel circolo di Mariano  che del Castellazzo e  fu tra i fondatori del Golf Club La Rocca di  Sala.  Da «parmigiano arioso»,  come molto spiritosamente  si definiva, amava tantissimo  le   tradizioni della nostra terra,   era un esperto accademico della  cucina  e non mancava mai, alla  sera,  di  fare  una salutare  e rilassante passeggiata  sullo Stradone  in compagnia dei  suoi fedeli «amici a quattro zampe». Ma Bosi  era  anche un uomo di grande cultura, un raffinato  conversatore, oltre che un perfetto gentiluomo.   

Era  pure un  appassionato  di storia, tant’è che  era interessato  alle origini del  suo casato e, per questo,  interpellò il professor Giuseppe Benelli, illustre storico pontremolese,  affinchè gli chiarisse  l’origine dell’aristocratica   famiglia Bosi di Fivizzano che un tempo alloggiava  nel castello della Verrucola.  L’ingegner Renzo Scipioni che gli fu amico fraterno   lo ricorda commosso: «Minetto era un uomo straordinario, un professionista   di una  serietà  esemplare e un amico  simpatico  e generoso con il quale, proprio la primavera scorsa, festeggiammo il 50° di laurea». Ma era la famiglia il vero fiore all’occhiello di Bosi. Una bella famiglia della quale andava fiero  e che adorava.

Fu infatti un  marito, un padre e un nonno  affettuosissimo  e  sensibile nei confronti  dei cinque figli,  dall’amatissima moglie, Maria Candida e dei tre nipoti: Diana, Maria Virginia e Guglielmo  per i quali stravedeva. 
Proprio la sera prima di morire aveva partecipato ad una riunione  per i restauri  della  chiesa di Maiatico  all’interno della quale  oggi alle  16 si celebrano i funerali  mentre la salma sarà tumulata nella cappella di famiglia  nel cimitero   di Sala Baganza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Marino Perani

Marino Perani

Lutto

Morto Marino Perani, allenò il Parma

In panchina negli anni Ottanta

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo

Bottino da quantificare

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

13commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

ALIMENTARE

Torna il "World Pasta Day", San Paolo è la "capitale". E il 25 ottobre, pastici aperti anche a Parma

Aidepi presenta la Giornata mondiale del 25 ottobre

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»