19°

Parma

Il Comune: "Inceneritore sottoutilizzato. E non può ricevere rifiuti da fuori"

Il termovalorizzatore di Parma

Il termovalorizzatore di Parma

Ricevi gratis le news
26

Il Comune ha diffuso un comunicato sulle "problematiche del forno inceneritore", sottolineando che nei primi 9 mesi del 2014 è stato usato meno rispetto alle potenzialità. Inoltre, spiega il Comune, in base ai documenti presentati dal gestore, l'impianto non può essere inserito fra quelli che riceveranno rifiuti da fuori provincia, come previsto dal decreto "Sblocca Italia". 

Ecco la nota del Comune:

 

L’analisi effettuata da parte degli uffici competenti del Comune di Parma sul recente report presentato da IREN nel mese di settembre, fa emergere alcuni elementi da approfondire e seguire per quanto riguarda il funzionamento dell’impianto di Ugozzolo.

Intanto il report conferma che il forno inceneritore, per i primi nove mesi dell’anno, è stato utilizzato al di sotto delle sue potenzialità e delle previsioni autorizzative, in particolare per quanto riguarda i rifiuti urbani avviati a smaltimento, a conferma del fatto che l’impianto è comunque sovradimensionato rispetto ai bisogni della provincia di Parma e che con l’incremento della raccolta differenziata si è notevolmente ridotta la quantità di rifiuti da conferire al forno.
In secondo luogo, da quanto si evidenzia dalla documentazione presentata dal gestore, il forno di Ugozzolo non è ancora configurabile ufficialmente come  impianto di recupero energetico (R1), e che per questa ragione, attualmente, non potrebbe essere inserito nell’elenco degli impianti strategici nazionali di cui all’art 35 dello “Sblocca Italia”: fino a che non sarà completato l’iter della classificazione e rimarranno i vincoli autorizzativi vigenti, non dovrebbe essere soggetto al conferimento di rifiuti da altri ambiti nazionali. E questa per i parmigiani potrebbe essere una buona notizia.
Infine l’analisi firmata dal dirigente del settore ambiente mette in evidenza una criticità: si tratta del superamento della soglia oraria corrispondente alla "capacità nominale" indicata nell’Autorizzazione Integrata Ambientale, rilasciata dalla Provincia di Parma. Tale soglia corrisponde a 8,125 tonnellate all’ora, mentre dall’elaborazione del report risulta che sono state, in media, combuste  quantità superiori di rifiuti  nel periodo di funzionamento dell'impianto (una media di circa 10 tonnellate per ora di funzionamento). Ciò  perché i rifiuti avviati a smaltimento  presentavano un “potere calorifico minimo” inferiore a quello di progetto e, quindi, per “saturare termicamente” l’impianto, si è reso necessario incrementare la quantità in alimentazione. Anche una maggiore quota dei rifiuti speciali rispetto a quelli urbani evidenzia la distanza tra progetto e evoluzione della situazione nella gestione dei rifiuti (in particolare grazie all’estensione ed al miglioramento della raccolta differenziata).
La nota, redatta del dirigente responsabile del Settore Ambiente, che si è avvalso del supporto del consulente Marco Caldiroli, è stata inviata il 27 novembre scorso a seguito della VII seduta della Conferenza dei Servizi sul Paip del 3.10.2014 ed alla successiva richiesta di parere da parte della Provincia con nota 13.11.2014 prot. 73776.
Il Comune di Parma continuerà a seguire assiduamente l’attività del forno inceneritore nell’ambito delle sue competenze e ad informare i cittadini sul  funzionamento dell’impianto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Samuele

    05 Dicembre @ 20.03

    vercingetorigazzo ti ricordo che l'onesto bernazzoli ha fatto assumere la figlia come dirigente in iren. Basta con queste municipalizzate che servono solo per il clientelarismo dei politici e per piazzare gl iamici o i parenti. La gente non ne può piu di mantenere con le loro bollette questi parassiti e di ammalarsi pure per colpa di quello che gli fanno repirare senza poter neanche decidere !. Spiegami perchè in un condominio ci vuole i 2/3 o 3/4 dei voti per prendere decisioni importanti, e persino il 100% a volte invece per una decisione del genere che impatta su cosi tanta gente non sono stati interpellati ??

    Rispondi

    • 06 Dicembre @ 06.57

      Avete fatto i giochini di parole con i nomi e siete 1-1. Adesso ricominciate a rispettarvi o il vostro dialogo è già finito: ovviamente vale per entrambi. Grazie

      Rispondi

  • Samuele

    05 Dicembre @ 19.25

    vencitorigazzo il punto è che l'inceneritore lo hanno voluto i nostri patrioti del pd che tanto amano i parmigiani e la loro salute e la salute dei loro figli e non l'ha voluto il M5S ne Pizzarotti che se l'è trovato in casa. Si vede quanto sono corrotti e marci quelli del pd dal fatto che anche ora continuano a fare ostruzionismo in tutte le sedi possibili contando sulla complicità di certa stampa e disinformazione. I rifiuti non si devono piu creare e basta con la raccolta differenziata e du n piano integrato di riduzione al minimo di scarti ecc. questa è la soluzione non il business dei tumori !Cmq quando rivoteranno un piddino come sindaco riavranno quello che si meritano, non vedo l'ora di ridere !

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      07 Dicembre @ 14.55

      se mi chiedono di scegliere fra te ed un talebano, avrei seri dubbi: sei veramente patetico

      Rispondi

  • Samuele

    05 Dicembre @ 15.26

    Michelazzo la trasparenza chiedila a renzi e al pd che fa ostruzionismo e scalpita per far bruciare a parma il rudo di tutto il nord !

    Rispondi

    • Vercingetorige

      05 Dicembre @ 18.55

      SAMUELAZZO , documentati prima di straparlare : il Piano Nazionale Rifiuti riguarda tutta Italia , e non solo i "rifiuti del nord" . Siccome tu ed i tuoi amici ostacolate la costruzione di nuovi inceneritori , i rifiuti delle Regioni in cui non ce ne sono saranno mandati a bruciare laddove ci sono , non solo a Parma , ma anche nel resto dell' Emilia - Romagna , oltre che in Lombardia e Toscana . La mafia , la camorra e la n'drangheta vi ringraziano per il vostro aiuto , perchè loro guadagnano somme enormi con le discariche , non con gli inceneritori !

      Rispondi

  • Goldwords

    03 Dicembre @ 23.35

    Provassero a raccogliere tutto il rudo che c'è in giro e vedrete come funziona a pieno regime. Ma voi a Parma ci abitate o avete le fette di prosciutto davanti agli occhi? Provate ad uscire appena dal centro, ci sono tonnellate di spazzatura in ogni angolo della tangenziale, strade urbane, Baganzola, fossi verso la bassa, fossi e strade verso la montagna, se volete, vi ci porto io a vedere dov'è l'inceneritore. Inutile fare politica e fare gli amministratori solo per fare proclami senza senso. Questi sono dei dilettanti e qualcosa in più i dirigenti IREN, che speculano sull'incapacità di chi non sta amministrando. Molto bella la frase degli "Uffici competenti" ma dove??? Incompetenti forse sarebbe meglio dire. Qualcuno di voi ha mai visto Parma più sporca di adesso? Cacciateli via questo dell'IREN, sono incompetenti pure loro.

    Rispondi

  • la camola

    03 Dicembre @ 21.44

    mandamoglieli noi prima che la mafia li faccia arrivare da Napoli o dintorni

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma - Entella 3 - 1: fai le tue pagelle

10' GIORNATA

Parma-Entella 3-1: fai le tue pagelle

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

AUTOSTRADA

Incidente in A1: ci sono 7 chilometri di coda tra Parma e Fidenza

Autostrade consiglia di uscire a Parma per chi viaggia verso Milano

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

6commenti

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

30commenti

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

Foto del lettore Andrea

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

1commento

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

FORMULA 1

Hamilton trionfa: le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen sul podio

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro