Parma

Rodolfi illustra al Rotary i segreti del pomodoro

Rodolfi illustra al Rotary i segreti del pomodoro
Ricevi gratis le news
0
Caterina Zanirato
Una storia lunga oltre un secolo quella della Rodolfi Mansueto, azienda di trasformazione del pomodoro operativa a Ozzano Taro. Dal 1896, la Rodolfi non ha mai smesso di crescere, arrivando ai giorni nostri con un fatturato di circa 82 milioni di euro, 120 dipendenti fissi e 350 stagionali. Un’azienda che, nonostante i grandi progressi della tecnica, conserva ancora i propri “segreti” per preparare sughi e passati di qualità, segreti che sono stati svelati mercoledì sera ai soci del Rotary club di Parma, in visita allo stabilimento produttivo, accompagnati dal loro presidente Luigi Benassi.
«Anche oggi continuiamo a investire sulla ricerca, sul patrimonio umano e sulla tecnologia – spiega Giuseppe Rodolfi, titolare dell’azienda -. Le nostre finalità sono quelle di garantire la sicurezza sul lavoro e la salute dei nostri lavoratori, attraverso corsi di formazione e il rispetto delle normative. Difendiamo la natura, rispettando l’ambiente: lo stabilimento si colloca all’interno del parco fluviale del Taro e dobbiamo prestare molta attenzione allo smaltimento dei rifiuti e allo scarico delle acque reflue. Poi, puntiamo sulla qualità dei prodotti, attraverso la ricerca. Ora stiamo lavorando sulla produzione di licopene, l’antiossidante presente nella buccia di pomodoro». A fianco di Giuseppe, il figlio Aldo, che segue il commercio estero: «I tre produttori principali di pomodoro sono Stati Uniti (33%), Cina (18%) e Italia (14%) – spiega -. Solo la nostra azienda produce circa 145 tonnellate di lavorato, utilizzando solo pomodoro italiano. Il nostro mercato principale rimane la Val Padana, dove vendiamo il 70% dei prodotti, Ortolina, Marca Alpino e Ardita. All’estero vendiamo molto senza marchio (20%)».
Gli ospiti sono stati poi accompagnati nello stabilimento, per osservare da vicino come si produce un sugo Barilla, un vasetto di passata o il famoso tubetto di Ortolina. «Gli ingredienti che utilizziamo devono superare numerosi controlli – continua Aldo -. Ogni camion viene campionato e analizzato. C’è un laboratorio chimico e microbiologico di 20 persone che controlla tutti i lavorati». E se ormai non ci sono più le massaie a mescolare pentole e soffritti per l’Ortolina – le ultime sono andate in pensione qualche anno fa -, l’aroma che si continua a respirare nello stabilimento è quello di una grande cucina, dove si stanno preparando delle prelibatezze a base di pomodoro. Tanto che la visita non si poteva concludere che con una conviviale, ospitata nell’abitazione dello stesso Rodolfi.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS