-2°

Parma

Alle elementari esordio bagnato e con tante novità

Alle elementari esordio bagnato e con tante novità
Ricevi gratis le news
0

di Laura Ugolotti

Pioggia e tante novità per i piccoli alunni delle scuole elementari che sono tornati ieri in classe. I nuovi moduli, ad esempio, che non prevedono compresenze di insegnanti di diverse arre disciplinari durante una stessa ora di lezione.
Tra i tanti bambini di città e provincia che sono rientrati in aula, ce ne sono alcuni che vi hanno messo piede per la prima volta.
Come Gabriele, che si è fatto accompagnare all’appuntamento del primo giorno di scuola da mamma e papà, Simona e Gianluca.
Gabriele seguirà il modulo che prevede due rientri a settimana. «Se è la scelta migliore non so dirlo - spiega la mamma -, ma non ci sono molte alternative. Avrà comunque i tre insegnanti, anche se non le compresenze». «Siamo cresciuti tutti con il maestro unico - aggiunge il papà di Gabriele - e non abbiamo avuto problemi; il fattore discriminante è la qualità del maestro, perché se è unico c’è solo da augurarsi che sia bravo, mentre quando i maestri sono più di uno si può sempre sperare che dove manca uno compensi un altro».

Nicolò seguirà invece il tempo pieno, dalle 8.30 alle 16.30: «Ho preferito questa soluzione - spiega la mamma, Patrizia - perché almeno ha l’opportunità di spalmare le ore di lezione su più giornate, ma anche perché, sulle alternative, c’è poca chiarezza. Sul maestro prevalente sono molto combattuta - ammette -: più insegnanti arricchiscono sicuramente l’apprendimento, se sanno collaborare, ma il maestro unico può essere un punto di riferimento più stabile per i bambini». Quanto agli alunni stranieri (per cui il ministro Gelmini ha recentemente proposto un tetto massimo del 30%) la mamma di Nicolò si dice favorevole alla loro presenza, a patto che  siano messi in condizione di seguire come gli altri il programma didattico.

Opinione condivisa dalla mamma di Pietro, che oggi affronta il suo primo giorno alla scuola media: «L’importante è che conoscano bene la lingua, così da potersi integrare senza problemi seguendo le lezioni - spiega Alessandra - e poter mettere a frutto le loro capacità. L’anno scorso - ricorda - Pietro aveva alcuni compagni stranieri, tra cui una bambina albanese che parlava benissimo l’italiano ed era una delle più brave della classe». Per Luigi, papà di Alice, 13 anni, occorrerebbero maggiori politiche per l’integrazione, proprio a partire dalla scuola: «Più che il tetto massimo del 30% - spiega - proporrei di distribuire al 50% le presenze di alunni italiani e stranieri nelle diverse scuole, in modo da garantire un rapporto più equilibrato. Altrimenti si rischia di creare dei ghetti al contrario, e di ritrovarsi con scuole in cui la concentrazione di stranieri è molto più elevata rispetto ad altre. Anche questo è un ostacolo ad una corretta integrazione, perché non c’è scambio».

Omar ha 13 anni ed è tunisino. E' arrivato al suo primo giorno di scuola media accompagnato dalla mamma Saida. Parla benissimo l’italiano, perché è nato qui e non ha mai avuto problemi di integrazione; anzi, era così legato ai suoi compagni delle elementari che averli dovuti lasciare per passare alla scuola media gli è dispiaciuto non poco. «Il problema - ci spiega la mamma - non è tanto la percentuale, né il fatto che si stabilisca un tetto massimo, ma come vengono vissute le differenze all’interno della classe. Se i bambini percepiscono la separazione tra italiani e stranieri, come fossero due gruppi distinti, allora non vivranno le diversità in modo positivo». Sono le 9; è ora di salutare mamma e papà e di entrare in classe, per conoscere i nuovi insegnanti, i nuovi compagni. E speriamo che per tutti loro valga il detto: «Primo giorno di scuola bagnato, primo giorno di scuola fortunato».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi in centro: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere fuori servizio

1commento

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

20commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa