Parma

Licei, sigarette off limits e sms contro i «fogoni»

Licei, sigarette off limits e sms contro i «fogoni»
Ricevi gratis le news
0

di Roberta Marcuccilli

Il cielo è uggioso su Parma, specchio degli umori di migliaia di studenti che di tornare sui banchi proprio non hanno voglia. Nessuno sprazzo di sole, né dentro né fuori. Va detto: le procedure utilizzate da alcune scuole per «reclutarli» non aiutano.
Megafono alla mano, il bidello di turno li richiama all’ordine: «Prima A, come Ancona, piano x, aula y». Gli interessati si guardano in faccia, tentennano, fanno i vaghi finché qualcuno non prende l’iniziativa: «Andiamo, ci tocca». Così per ogni classe.
Sguardo basso, zaino in spalla e via. E' un inizio un pò anomalo: non c’è il solito trillo della campanella, ma un arruolamento che sa di militaresco. Nella maggior parte degli istituti si entra in orari differenti a seconda della classe.

C’è un po’ di tutto, inquietudine e calma si confondono in un grande calderone. Come sempre nel primo giorno di scuola. Le matricole, i veterani, i ripetenti. Chi si conosce, chi no. Chi si butta nella mischia e cerca di socializzare, chi se ne sta in disparte, chi prende tempo. «Sono tranquillissima - spiega Amina Bottoni -, devo ripetere la quarta ginnasio. So quello che mi aspetta quindi non ho motivi per agitarmi». All’ingresso del suo liceo, il Romagnosi, qualcuno avverte che non si può più uscire per fumare durante l’intervallo. «Questo è un problema - lamentano i ragazzi -, i bagni sono controllati e nel cortile interno non sono ammesse sigarette». Faticano a farsene una ragione. «Sono nervoso perché ho cambiato scuola e città - aggiunge Natan Galavotti, reggiano, al suo primo anno -, ma mia sorella studia qui e già questa è una consolazione».

Solo davanti al Romagnosi ci sono 1150 studenti, le matricole entrano un ora dopo: «Sembra tutto così nuovo - sottolinea Francesco Marasi -, tutto più grande di me. Il primo impatto è questo, toccherà farci l’abitudine».
Anche al «Melloni» si entra a scaglioni: le classi prime alle 8.30, le altre alle 9. In tutto 1300 ragazzi divisi in 52 classi.
«Per oggi resteranno in aula solo per un paio di ore - spiega Lucia Ablondi, vicepreside -, sarà un inizio soft». Ma da domani si torna a regime. E tra i ragazzi si parla anche delle nuove linee guida in materia di scuola tracciate dalla riforma: c’è chi le apprezza, chi no, chi bollerebbe la Gelmini con un secco zero in condotta. «Se uno studente vorrà fare fuga non sarà un sms a fargli cambiare idea», rimarca Simone Quintano davanti al «Melloni».

Molti concordano invece con l’obbligo di prendere la sufficienza in tutte le materie per poter accedere all’esame di maturità: «Francamente sono d’accordo - spiega Luca Rovelli -, mi sembra il minimo». Per tanti è un incentivo a studiare: «Spesso si tende a privilegiare alcune materie a discapito di altre - dicono -, d’ora in poi saremo costretti a fare i conti anche con quelle discipline che ci piacciono meno». Lo stimolo a far meglio, vuoi per zelo vuoi per l’agognata promozione, c’è. Dai ragazzi anche un appello ai prof: «Devono apprezzare l’impegno di chi si sforza per arrivare alla sufficienza». Il messaggio subliminale è chiaro: chiedono di non negare un sei a chi ce la mette tutta, anche se non è portato per qualche materia.

Ma il primo giorno di scuola è anche un pò loro, delle mamme e dei papà che davanti ai cancelli aspettano l’ingresso dei figli. «Sono molto emozionato - ammette Gabriele Tridenti, al Romagnosi per accompagnare sua figlia -. Ho fatto anch’io il liceo classico e sono felice che abbia deciso di intraprendere il mio stesso percorso. Oggi - continua - questi momenti si vivono più intensamente rispetto al passato. Una scelta è preceduta da mesi e mesi di riflessioni, il periodo richiede attenzione». Sorride anche Fabrizio Peri: «Prima il fratello, ora lei». La pratica dell’accompagnamento la conosce bene: «Sono contento che mia figlia abbia scelto liberamente, certe decisioni spettano solo a loro». Daranno il numero di cellulare alla scuola per ricevere un sms in caso di assenza? «Se ce ne daranno la possibilità sì. Confidiamo nella coscienza dei nostri ragazzi, ma è un bene che gli istituti ci coinvolgano di più». Gli studenti sono  avvertiti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

Aveva 41 anni

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260