12°

Lutto

Addio a «Lillo» Bonazzi, fotografo dello sport e parmigiano vero

Morto improvvisamente a 68 anni il figlio di Felice da Parma. Aveva lavorato in «Gazzetta» per 25 anni e collaborato con diverse società sportive

Addio a «Lillo» Bonazzi, fotografo dello sport e parmigiano vero

Maurizio Bonazzi, primo a sinistra, a un conviviale del Parma con Claudio Anzalone, Giorgio Pedraneschi, Giorgio Gandolfi e Massimo Sperindè

0

Un improvviso malore lo ha portato via all'affetto della sua famiglia e dei suoi tantissimi amici ieri pomeriggio nel giro di pochi minuti. Ma pensare al «Lillo», al secolo Maurizio Bonazzi, al passato sembra ancora impossibile per chi lo conosceva come chi scrive. Perché se c'era una persona piena di vita, di progetti, di cose ancora da fare e da dire, a dispetto dei suoi 68 anni, peraltro ottimamente portati, era proprio lui. In pensione, dopo una carriera iniziata giovanissimo come grafico al «Resto del Carlino» a Bologna e quasi 25 anni di lavoro come fotografo in «Gazzetta», c'era andato da ormai 20 anni. Ma del pensionato il «Lillo» non aveva proprio nulla. Al contrario, come amava dire lui con una delle sue fulminanti battute in quel dialetto parmigiano che adorava «a'n son mäj stè acsì tant impgnè c'me da quand a' son in pensión». Nonostante fosse cresciuto tra Milano e Bologna il suo modo di essere era l'espressione della parmigianità vera a tutto tondo. Del resto, con un padre come Felice da Parma, morto poco più di 3 anni fa, non poteva essere diversamente. Ma, nonostante una presenza paterna così teoricamente ingombrante, per nessuno il «Lillo» era «il figlio di Felice»; anzi, in molti neppure lo sapevano, nonostante il legame con i suoi genitori sia stato fortissimo fino all'ultimo. Perché in realtà Maurizio («s'im ciàmon acsì a nén m'volti gnan», diceva) Bonazzi era personaggio senza volerlo essere. Alla «Gazzetta» aveva abbinato al dovere del lavoro la sua passione per la fotografia e per il mondo dello sport E così ai tempi del rullino e del bianco e nero aveva scattato centinaia di «istantanee» del baseball dei tempi della Bernazzoli e della Germal, ma anche di pallavolo della Santàl dei tempi d'oro. Oltre alla fotografia, le sue passioni erano la musica e anche la cucina. E quando ci si ritrovava con gli amici e c'era da improvvisare qualcosa per la cena, lo sguardo correva inevitabilmente sul «Lillo» che in quattro e quattr'otto riusciva a mettere in tavola piatti ben più che appetitosi, retaggio della gioventù trascorsa tra i fornelli dei ristoranti gestiti dai genitori. Generoso e estroverso, il «Lillo» prestava il suo aiuto agli amici, anche solo ascoltando i loro sfoghi e senza chiedere nulla in cambio. Dopo la pensione, aveva collaborato per anni prima con la Parma Pallavolo e poi con il Basket Parma come addetto alla comunicazione a tutto tondo. Era stato per anni anche il fotografo ufficiale della rivista del Cusi (Centro universitario sportivo italiano), partecipando anche ad alcune Universiadi e a numerosi campionati italiani universitari. Era appassionato anche dei «new media» e di recente aveva digitalizzato il suo grande archivio di foto storiche, che in parte aveva dato anche alla «Gazzetta», che ancora aveva nel cuore. Un cuore grande, il suo, che lo ha tradito in modo inatteso, ma che per questo lascia un ricordo forte in tutti quelli che lo hanno conosciuto. Ruggero Cornini, direttore della rivista «Sport universitario» lo ricorda come «una grande persona ancor prima che un grande amico e collaborare con lui è stata davvero un'esperienza bellissima per l'allegria e la positività che sapeva trasmettere a tutti». Guido Pellacini, tecnico della prima Germal scudettata, dice che «era difficile non essergli amico, perché era sempre contento e positivo». Gianni Bertolazzi, presidente del Basket Parma, ricorda che «è stata una persona importante per la nostra società cui ha dato un contributo fondamentale nella riorganizzazione, ma anche dal punto di vista umano». Claudio Corradi, giovane promessa della Germal, sottolinea che «ancora oggi mi salutava sempre con grande affetto. E un paio d'anni fa, vedendomi rimproverare i miei ragazzi dal dug-out durante un torneo giovanile mi aveva detto se avevo imparato da Montanini». Commosso è Roberto Ghiretti: «Eravamo amici fin dai tempi d'oro della Santàl. Mi sembra incredibile che non ci sia più e ripenso a quante sere, diventate poi notti, abbiamo passato parlando in pizzeria. E poi era sempre pronto a dare una mano come ha fatto, in modo disinteressato, in occasione della mia campagna elettorale».
Senza parole è Romana Tarroni, vicepresidente del Basket Parma: «Non è possibile credere che non ci sia più. Era una persona stupenda e lascia un vuoto in tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo». Maurizio Bonazzi lascia la compagna Anna, i figli Lorenzo, Viviana e Alberto e la sorella Valeria. Non è invece ancora stata fissata, in attesa del nullaosta dell'istituto di Medicina legale, la data dei funerali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Video Gigi Pacifico Fidenza

fidenza

"Io non so" l'ultimo video di Gigi Pacifico

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Si sveglia e trova l'auto devastata

FelegarA

Auto distrutta dai vandali nella notte

I teppisti sapevano come agire, hanno usato una candela da automobile: rompe il vetro facilmente e fa poco rumore

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

3commenti

foto dei lettori

Borgo Giacomo: cadono le decorazioni Gallery

1commento

arresti

Trafficanti seguiti da Fidenza a Parma: avevano in auto un kg di eroina

tg parma

Legionella, Comune e Ausl varano un protocollo di intervento Video

6commenti

tg parma

Parma, rinnovi per Baraye e Nocciolini. Scaglia in attacco a Salò?

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

POLizia

Campagna antitruffe “Non siete soli #chiamatecisempre” I consigli

1commento

scuola

Contro le bufale dei social, educare a informarsi bene

Incontro all'Ipsia Primo Levi con gli studenti di sei medie superiori di Parma e provincia

musica

Ottima prova zero: Parma dà il la a Elio e le Storie tese Video

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

4commenti

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

EDITORIALE

Anche i robot dovranno fare il 730?

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

roma

Caso Cucchi: sospesi dal servizio i tre carabinieri accusati di omicidio

uno bianca

Alberto Savi dopo 23 anni esce in permesso premio. L'amarezza dei parenti delle vittime

3commenti

SOCIETA'

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

3commenti

libri

Esce in Giappone il nuovo libro di Murakami, un successo

SPORT

intervista

Arancio: "Campionato d'Eccellenza ad hoc per  il rugby a 7"

motori

Formula 1, svelata la nuova Ferrari SF70H Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia