Parma

Benessere, Parma fra le prime in Italia

Benessere, Parma fra le prime in Italia
Ricevi gratis le news
6

La provincia dove si vive meglio in Italia? Forlì-Cesena. Le regioni? Emilia-Romagna, Toscana e Marche. Con Parma al tredicesimo posto per livello di benessere.
Ecco un'ennesima classifica fra province, si dirà. Le «graduatorie» sono stilate di frequente, in effetti, ma questa volta il Sole 24 Ore del lunedì ne ha elaborato una con criteri nuovi, misurando il benessere di città e province italiane considerando indicatori non solo di reddito. E i risultati sono interessanti. Su Parma emerge che il livello di ricchezza prodotta è abbastanza in linea con il benessere complessivo e la differenza è molto meno marcata che in altre città: Reggio Emilia, ad esempio, per non parlare di Milano e Roma, dove si starebbe peggio di quanto il Pil non faccia capire.

PARAMETRI ALTERNATIVI. A dare il «la» è stato, indirettamente, il Rapporto Stiglitz voluto dal presidente francese Nicolas Sarkozy. La commissione guidata da Joseph Stiglitz, Amartya Sen e Jean Paul Fitoussi ha studiato gli indicatori che potrebbero essere utilizzati per misurare il benessere di Stati e territori senza limitarsi al Prodotto interno lordo. Con il Pil si misura la ricchezza ma non la «felicità» degli abitanti. Prima di arrivare a metodi di analisi condivisi da tutto il mondo la strada è lunga, ma la Francia apre il dibattito.
Sono 8 gli indicatori che, basandosi sui suggerimenti del Rapporto Stiglitz, il «Sole» ha utilizzato per elaborare (con il Centro studi Sintesi) una classifica fra le 103 province italiane, analizzando:

1) le condizioni di vita materiali (il valore aggiunto a prezzi correnti per abitante);
2) la sicurezza, considerando il numero di furti, rapine e omicidi ogni 100mila persone;
3) i rapporti sociali, intesi come il numero di organizzazioni di volontariato ogni mille abitanti;
4) le attività personali, considerando la spesa pro-capite per gli spettacoli;
5) l'ambiente (tonnellate di Co2/valore aggiunto reale);
6) la sanità, considerando la speranza di vita alla nascita (media ponderata tra maschi e femmine);
7) l'istruzione, considerando il tasso di iscrizione universitaria (iscritti ogni 100 giovani tra i 19 e i 25 anni);
8) la partecipazione alla vita politica (affluenza alle urne per le Europee 2009).

IL BENESSERE? PARMA NELLE PRIME POSIZIONI. Nella classifica del Sole 24 Ore sul “Bil”, cioè il Benessere interno lordo, Parma è al 13° posto con 139,5 punti. Appena 6 posizioni più in basso, rispetto alla stessa classifica basata sul Pil pro-capite .
La classifica sul Bil è guidata dalle città-medio piccole; nelle prime 15 posizioni ci sono solo due capoluoghi di regione. In testa c'è Forlì-Cesena, seguita da Ravenna, Firenze, Siena, Verona, Pesaro-Urbino, Ascoli Piceno, Rimini, Ancona, Macerata, Pisa, Perugia. E poi Parma, che precede Arezzo e Belluno.
Se è vero che i soldi non sono tutto nella vita, il Pil non è tutto in economia, insomma. Ad esempio, si può vivere in una città ricca, con un buon stipendio, ma soffrire (e magari fuggire ogni weekend) per il forte inquinamento e la scarsa sicurezza. Una provincia meno ricca ma con migliori parametri di vita sociale e di servizi può essere vivibile o "a misura d'uomo".
Il Parmense è a livelli alti nel benessere complessivo. In Emilia-Romagna, hanno indicatori di benessere più forti solo Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini (allegato a fondo pagina: il confronto fra le province dell'Emilia-Romagna). Dopo il confronto fra i livelli di qualità della vita e di reddito si potrebbe pensare, semplificando, che a Parma ci siano più soldi che benessere. In realtà entrambi sono a un buon livello: uno scostamento di 6 posizioni è poca cosa. In molte altre province, infatti, si riscontrano differenze forti fra qualità della vita e semplice reddito. Segno che il quadro generale può essere molto peggio (o molto meglio) rispetto a quanto facciano capire i soli numeri sulla ricchezza prodotta.

Un caso esemplare è Milano: sempre in testa per la ricchezza, è 37esima per il Bil. Quindi perde 36 posizioni, guardando al benessere complessivo: per quanto riguarda sicurezza, rapporti sociali, condizioni di vita e così via, si starebbe molto meglio a Parma che a Milano, insomma.
A Roma non va meglio. Il livello di qualità della vita è ancora più basso, al 79esimo posto su 103. La capitale ragranella solo 85,8 punti (100 è la media italiana) e perde 74 posizioni rispetto alla classifica del Pil. Roma precede Bolzano, sorprendentemente scivolata all'ottantesima posizione (- 77 sul Pil). Reggio Emilia perde molte più posizioni di Parma nel confronto fra Bil e Pil: - 26, con 115,6 punti. Rispetto ai «cugini» parmigiani, sembra che i reggiani debbano lavorare di più per migliorare sicurezza, condizioni di vita e altri parametri.
Al contrario, Rieti guadagna 54 posizioni nella classifica del benessere, rispetto a quella della ricchezza. Altri casi: Ascoli +50, Lucca +32, Perugia +44, Lecce +53 (nel “Bil” è così 44esima).
Come dice l'articolo del Sole 24 Ore di oggi, la classifica è la risposta alla sfida del Rapporto Stiglitz, «una sorta di gioco senza pretesa di rigore scientifico». Nello stesso tempo però questa classifica sul Bil può far riflettere e discutere sui problemi così come sugli aspetti positivi della vita comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • carlo

    21 Settembre @ 23.24

    In generale, le famiglie parmigiane hanno un buon reddito, anche la cucina e' molto buona, le scuole sono eccellenti, la sicurezza esemplare, e nell´aria si respira un certo stato di nobilta', pero' ci sono molte costruzioni antiche brutte, vie strette, marciapiedi grossolani, il fiume e' un torrente che secca durante sei mesi, insomma con tutta sincerita' non invidio nemmeno un poco, chi ci abita, e se Parma e' una delle migliori, mamma mia delle altre.

    Rispondi

  • mattia

    21 Settembre @ 15.41

    Il vero benessere, a Parma, c'era fino a vent'anni fa, quando a Parma vivevano i parmigiani.

    Rispondi

    • moni

      22 Settembre @ 08.13

      sono perfettamente d'accordo con mattia. cosa aspettano i nostri governanti a capirlo?

      Rispondi

    • john canney

      21 Settembre @ 16.42

      Da quello che leggo nella Gazetta, anche Io direi che vent'anni fa (anche 30 anni fa quando Io abitavo a Parma) era tutto migliore.

      Rispondi

  • Yepes

    21 Settembre @ 14.37

    MA DOVE?SE C'E' PIU' CRIMINALITA' A PARMA CHE A NAPOLI!!!I PARMGIANI PUR DI ATTEGGIARSI FANNO DEBITI,POI MANGIANO TUTTI I GIORNI IL BRODO DI GALLINA....

    Rispondi

  • guido

    21 Settembre @ 13.35

    provate a parlare di benessere a quelli che evono attraversare la strada a piedi

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

Aveva 41 anni

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260