10°

22°

processo

Strage del Rapido 904, Riina in "diretta" da via Burla

Strage del Rapido 904, Riina in "diretta" da via Burla
Ricevi gratis le news
0


(ANSA) - FIRENZE, 20 GEN - «Dall’84 all’89 ero latitante, ero a casa mia, ma nessuno mi ha mai cercato». Lo ha detto Francesco Paolo Anzelmo, collaboratore di giustizia dal 1996, sentito come testimone stamani al processo per la strage del treno rapido 904 del 23 dicembre 1984, che causò la morte di 17 persone e il ferimento di altre 267. «Si camminava tranquilli per strada, non come dopo le stragi di Falcone e Borsellino», ha detto Anzelmo ricordando la fine della guerra tra le cosche e il periodo compreso tra gli anni '80 e '90.
Prima di lui alle domande del pm Angela Pietroiusti, nel processo che vede come unico imputato Totò Riina, collegato in video conferenza dal carcere di Parma, aveva testimoniato un altro collaboratore, Calogero Ganci. Entrambi non hanno saputo rispondere al pm quando ha chiesto loro se erano a conoscenza che l’autore della strage fu Pippo Calò, già condannato all’ergastolo negli anni '90. Anzi, Anzelmo ha riferito che nel corso di un colloquio con Calò, avvenuto nel carcere di Spoleto, dove entrambi erano detenuti con il regime del 41bis, il boss di Cosa nostra, «che non si lamentava mai degli altri ergastoli, si lamentò invece di quello per la strage del treno, perchè diceva di essere innocente». «Io a lui non chiesi nulla - ha concluso Anzelmo -, se è vero o non è vero a me non interessava». Secondo Ganci, che però ha spiegato di non partecipare direttamente alle riunioni della «commissione di Cosa nostra» se la strage fosse stata decisa dai boss «la decisione non poteva che essere presa all’interno della commissione. Se Calò decise, ma io non lo so vuol dire che aveva coperture». «Io però di questa strage - ha concluso Ganci - all’interno di Cosa nostra non ho mai sentito parlare».
La prossima udienza è fissata per martedì 27 febbraio: saranno sentiti altri collaboratori di giustizia. 

«La verità è che in questa strage la mafia non c'entra. Questa è l’ennesima strage di Stato». Lo ha detto l’avvocato Luca Cianferoni, difensore di Totò Riina, unico imputato al nuovo processo per la strage del treno rapido 904 del 23 dicembre 1984, al termine della quarta udienza all’aula bunker di Santa Verdina a Firenze, commentando le testimonianze dei due collaboratori di giustizia, Calogero Ganci e Francesco Paolo Anzelmo ascoltati oggi dai giudici. «Forse è stata fiancheggiatrice, ma certo non l’ha ispirata» ha aggiunto.
Con Riina collegato in videoconferenza dal carcere di Parma, Cianferoni mentre il primo collaboratore, Ganci, rispondeva alle domande del pm Angela Pietroiusti, si è alzato e, quasi parlando tra sè ha commentato: «La verità è che Pippo Calò è innocente». Calò venne condannato all’ergastolo per la così detta 'strage di Natalè che causò 17 morti e 267 feriti. Ai giornalisti, a fine udienza, il legale ha spiegato che secondo lui i due collaboratori di cosa nostra ascoltati oggi, «erano in forte imbarazzo nel rispondere alle domande del pm e nel sostenere l'accusa contro Calò. Questo processo, per me, è finito prima di iniziare». Entrambi i testimoni al pm hanno risposto di non aver mai sentito parlare della strade del 904, ma entrambi hanno confermato che dall’83 Riina era a capo della commissione provinciale e regionale di cosa nostra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

2commenti

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

3commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

gazzareporter

Via Cavour: sul marciapiede compare Giuseppe Verdi

Foto di Alberto

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

SISMA

"Luci da terremoto" in Messico Video

Sulla Gazzetta di Parma il geologo parmense Valentino Straser spiega il fenomeno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Turista morto in Santa Croce: tre avvisi di garanzia

TRAGEDIA

Como, 49enne dà fuoco alla casa e si uccide con tre dei suoi figli Foto

SPORT

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Moto

Rossi: "Qui non sai mai come andrà domani"

SOCIETA'

langhirano

Bellezze in passerella a Pilastro

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto