11°

17°

Parma

Consiglio comunale: il crocefisso sarà appeso in aula

Consiglio comunale: il crocefisso sarà appeso in aula
Ricevi gratis le news
7

Il Consiglio comunale torna a dividersi sulla questione del crocefisso in aula. Nella seduta di oggi è stata riproposta la delibera che, se approvata, prevedrebbe che nella sala consiliare sia esposto il crocefisso. Dopo una vivace discussione, la delibera è stata approvata. Hanno detto sì soltanto 17 consiglieri su 41, tutti di maggioranza. Gli astenuti sono 4, mentre la minoranza compatta (più Elvio Ubaldi e Carmelo La Mantia) non ha partecipato al voto, che ha visto il numero legale raggiunto per un solo voto (21 su 41).

STRADE E MONUMENTI PER I CADUTI. Nel corso della seduta si è parlato di diversi temi. È stato osservato un minuto di silenzio in segno di lutto per i militari caduti in Afghanistan e il partigiano Leonardo «Nardo» Tarantini. Il consigliere Boscarato ha chiesto che siano intitolate loro delle strade e l'assessore Fabio Fecci ha accolto la proposta, aggiungendo che altre vie saranno intitolate al 27 Gennaio, al 10 Febbraio, ai Caduti di Nassirya e a Nicola Calipari. È previsto anche un monumento per ricordare i Caduti delle missioni di pace all'estero. Tutto nel quartiere di via Chiavari.

CIBUS-TUTTOFOOD: LA QUESTIONE "RESTA APERTA". Un altro tema importante è quello delle Fiere e del rapporto fra Parma e Milano. Fra le interrogazioni c'è quella di Giorgio Pagliari (capogruppo del Pd) sull’accordo Parma-Milano sulle fiere del settore alimentare, «che sembra sempre più lontano». Il vicesindaco Paolo Buzzi specifica che «contrariamente a quanto apparso sulla stampa, noi consideriamo aperta la questione. Esiste un carteggio tra Formigoni, Moratti e Letta, ne emerge un’obiettiva difficoltà di Milano a rinunciare a Tuttofood ma le cariche istituzionali sono disponibili a risolvere la questione con un confronto che si terrà nei prossimi giorni. Inoltre ci è stato rivolto un ulteriore invito ad organizzare appuntamenti in occasione dell’Expo 2015».

URBANISTICA: APPROVATI TRE PROGETTI. Il Consiglio ha detto approvato tre delibere su altrettanti progetti urbanistici. Sì alla nuova strada di 2.600 metri che collegherà la zona Spip da via Franklin a via Mantova, a Chiozzola. Approvato anche un nuovo parcheggio da 30 posti all'inizio di via Doberdò. Il Consiglio vota sì, infine, alle due rotatorie fra via Abbeveratoia e via Colli e fra via Fleming e via Colli.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Irene

    05 Novembre @ 12.28

    Nicola, dieci anni fa il problema non c'era perchè la società era diversa! Ormai siamo una società multiculturale, e non si può chiudere gli occhi davanti a questo. Non è OVVIO che in Italia ci siano i crocifissi nei luoghi pubblici, è stato laico, come tanti altri.

    Rispondi

  • Matteo

    23 Settembre @ 15.13

    Ciao Andrea. La mia voleva essere una provocazione infatti. Le persone che hanno idee diverse, ci sono sempre state, lo sappiamo. Ma perchè solo ora viene fuori il problema? Che cosa ha fatto scaturire tutto questo coraggio? E soprattutto, perchè se da fastidio oggi non lo dava così tanto anni fa? A maggior ragione, visto che la nostra cultura e la nostra storia (che hanno profonde radici cristiane, non dimentichiamo che il Vaticano ha sede a Roma) si intrecciano da sempre con la religione, sarebbe a mio modo di vedere giusto che le nostre istituzioni non considerassero neppure queste "lamentele". Tra l'altro nessuno sarà mai costretto a prostrarsi in fantozziane genufllessioni davanti al crocefisso. Basterà, se è il caso, ignorarlo e nessuno dirà mai alcunchè. Personalmente ritengo siano da affrontare le problematiche che stanno sempre più emergendo dalle ESIGENZE di chi, a casa mia, pretende di professare la propria religione invadendo i miei spazi e limitando la mia libertà. Occhio perchè allo stato attuale delle cose è profondamente ipocrita non rilevare INVADENZA in quello a cui i nostri cari migranti ci stanno cercando di far sottostare. Partiamo dal soddisfare quello che questi individui reclamano come DIRITTI (a casa mia)ed arriveremo alla SOGGIOGAZIONE. Allora, forse, si rimpiangerà il vecchio caro crocefisso.

    Rispondi

  • www.gazzettadiparma.it

    23 Settembre @ 13.42

    Matteo, penso che abbia senso dare la notizia - contrariamente a quanto sostieni tu - proprio perché c\'è un\'evidente frattura sul da farsi. Anni fa forse nessuno discuteva la presenza del crocefisso nei luoghi pubblici, mentre ora ogni volta c\'è chi lo vuole, chi non lo vuole, chi vuole farlo togliere magari a colpi di sentenze. Ognuno ha le sue opinioni personali su questo. Ma proprio perché ogni scintilla fa scoppiare un fuoco è giusto parlare di questo tema, tanto più che ha \"scombussolato\" la riunione del Consiglio comunale cittadino: effettivamente la notizia c\'è.

    Rispondi

  • Matteo

    23 Settembre @ 13.25

    Notizia che non ha senso dare. Siamo in Italia, è ovvio che ci debba essere il crocefisso. La cosa non si discute. In comune, come alle poste, all'ospedale ed in ogni altro posto pubblico. Quello che mi fa sorridere è che fino a 10 anni fa la cosa non rappresentava un problema per nessuno. Dov'erano 10 anni fa quelli che adesso fanno la voce grossa dietro ad una tastiera? Aspettavano rinforzi? (questa è sottile...alludo ovviamente ai migranti che ci stanno rovinando la città)

    Rispondi

  • Nicola

    23 Settembre @ 12.03

    Finalmente una buona notizia, che aspettavamo da tempo!!!.Altro che fine della crisi economica, calo della disoccupazione e problemi vari.\\r\\nQuesta notizia, assieme alle dichiarazioni di Paris Hilton su Parma mi hanno rienpito il cuore di gioia e serenità!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va