15°

28°

Il sindaco

"No al direttore per mantenere il servizio disabili"

"No al direttore per mantenere il servizio disabili"
Ricevi gratis le news
9

"Non assumerò il direttore generale, in Comune, per qualche mese per reperire i fondi necessari a mantenere il servizio scolastico ai disabili inalterato", l'annuncio del sindaco arriva al Tg Parma. Intervistato da Marco Balestrazzi, il primo cittadino spiega: "Una decisione ponderata, che peserà anche sul mio tempo, ma necessaria per il servizio e per riportare la calma sulla questione". "Il servizio rimarrà tutto com'è - ripete Federico Pizzarotti -: mi preme sottolineare, dopo tutte le polemiche, che c'è stata molta confusione: una cosa è l'aspetto sindacale un'alta è il diritto a svolgere attività scolastiche come tutti gli altri". E poi: "Stemperate le polemiche e ora di tornare a lavorare".

Guarda tutta la videointervista al sindaco

 

Pizzarotti: "Ora vorrei incontrare i genitori"

Il sindaco, poi, pubblica una nota ufficiale: "L’anno scolastico andrà a conclusione con il servizio attualmente erogato secondo le modalità originariamente previste, quindi non ci saranno né tagli, né ridimensionamenti, ne spostamenti di orari degli educatori". Ha annunciato lo stesso Federico Pizzarotti, il quale ha però precisato che il problema si riproporrà da subito in vista della programmazione per il 2015 – 2016. 

A questo scopo, già dai prossimi giorni convocherà i genitori per verificare insieme come far fronte alla situazione se i tagli al bilancio venissero confermati.
“Il Comune e gli assessori – ci tiene a puntualizzare il Sindaco – hanno sempre lavorato con unità di intenti per garantire la migliore assistenza possibile. I tagli al bilancio non sono un’invenzione, sono una dura realtà che nessuno può ignorare. Per chiudere questa partita – fa sapere Pizzarotti – abbiamo deciso di rinviare di sei mesi l’assunzione del nuovo direttore generale del Comune.
Con i risparmi da questa operazione possiamo garantire la continuità del servizio senza introdurre alcuna forma di razionalizzazione, che pure sarebbe stata utile anche per programmare più serenamente il futuro. Pertanto nei prossimi giorni incontrerò le famiglie dei ragazzi interessati per costruire insieme un percorso che risponda al meglio possibile alle loro esigenze e ai loro diritti anche per il prossimo anno scolastico”.

Battaglia sociale continua in difesa dei bambini e del servizio

Pizzarotti poi aggiunge: “Se i tagli saranno confermati sarò il primo a combattere al fianco dei genitori per indurre il Governo a non smantellare lo stato sociale. Vorrei concludere ricordando che su questa vicenda gli assessori hanno lavorato fin dall’inizio per garantire il servizio ai cittadini, consapevoli che qualche sacrificio organizzativo non ne avrebbe intaccato sostanzialmente l’efficacia. Nessuno ha mai pensato di lasciare un solo bambino senza educatore neppure per un’ora alla settimana, ma gli amministratori e gli uffici hanno lavorato per individuare forme di razionalizzazione compatibili con le esigenze fondamentali degli utenti.
A questo punto non ci sono più alibi per nessuno: non sono previsti cambiamenti in corso d’opera e non sono previsti tagli né lineari né mirati. La programmazione per il prossimo anno la dovremo decidere insieme con tutti gli attori interessati, senza richiamare impossibili conservatorismi, alla luce delle risorse realmente disponibili. Lavoreremo fin da subito con dirigenti scolastici e genitori per assicurare anche nel futuro la salvaguardia del servizio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rottamepr

    29 Gennaio @ 20.15

    Carissimo sindaco pizzarotti farebbe bene a guardarsi attorno per verificare che in un uno dei comuni più grossi della provincia di Milano ( la stalingrado d'Italia) il direttore generale manca da almeno due anni....perché parma dovrebbe averlo? Con i soldi che risparmieremmo non assumendo una mera figura politica ( magari un amico intimo di qualche dirigente consigliere etc) potremmo non solo garantire gli educatori ai disabili ma anche evitare la privatizzazione di nido e materne. Mi stupisco che un sindaco di sinistra come lei voglia svendere asili e materne alle cooperative ( ah già che stupida le coop sono tutte di sinistra) che attualmenteva a gestione comunale funzionano benissimo e tagliare il servizio degli educatori. Un altro consiglio: vogliamo risparmiare? Allora riveda lo stipendio dei dirigenti del comune di pr e vigili soprattutto Sul loro operato..... !!!!!!

    Rispondi

  • ueilon

    28 Gennaio @ 12.48

    Pizzarotti e gli asili: dov’è finito il “Patto per laScuola”? Abbiamo ascoltato attentamente l’intervento del sindaco Federico Pizzarotti ieri sera al TG Parma. Abbiamo apprezzato molto il passo indietro sul tema disabili. Una decisione di buon senso che rimedia a un brutto scivolone, e che auspichiamo possa avviare una stagione più produttiva sul tema dell’integrazione e del diritto allo studio. Di certo, il nostro sostegno ai “genitori infuriati” non verrà mai a mancare. Parma è una, e siamo tutti ugualmente genitori. La parte dedicata agli asili l’abbiamo dovuta riascoltare più volte. Ci ha molto colpito il fatto che Fognano sia stato l’unico asilo menzionato esplicitamente. Il problema per noi non è Fognano, è l’intero sistema educativo zero-sei anni di tutta Parma. Non ci stancheremo mai di ripetere che il singolo asilo è semplicemente un pezzo di questo grande domino: se manca una visione progettuale a lungo termine e i servizi educativi sono visti come una voce di spesa qualsiasi, l’effetto-catena è assicurato. Riflettori sempre più puntati su Fognano, quindi. Ebbene, la sensazione ancora una volta è che non ci sia una piena comprensione dell’impatto che, per un quartiere in cui ogni quattro abitanti c’è almeno un under 15, può avere l’allontanamento dell’asilo sulla vita quotidiana e sulle relazioni tra le persone all’interno della comunità. Dobbiamo elencarle? La mobilità, gli orari di lavoro, la sicurezza, i nonni, l’aggregazione sociale pertanto non possiamo far altro che ribadire la richiesta al Sindaco Pizzarotti e al Vicesindaco Paci di aprire al più presto con i genitori di Crescendo Fognano un tavolo di discussione per studiare insieme modalità di trasformazione dei servizi scolastici del quartiere che, pur nel rispetto dei vincoli di budget, siano adeguate alle esigenze della comunità. Tutto questo però prima che escano le preannunciate “notizie del vicesindaco”, prima dell’apertura dei bandi, prima che il danno sia fatto. Facciamo tesoro dell’errore commesso con gli #XAbili, per favore. Ci sembra opportuno e benaugurante chiudere citando il passaggio conclusivo del capitolo Scuola del programma 5 Stelle per le Elezioni Amministrative di Parma del 2012 (pag. 48):“Questo processo dovrà comprendere l’applicazione a nidi e scuole d’infanzia del “Patto per la Scuola”, che nasce dall’idea che le scelte debbano essere condivise, per qualificare le istituzioniscolastiche costruzione e non finite e poi confrontare questi dati con le reali necessit

    Rispondi

  • Maria

    28 Gennaio @ 10.54

    Mi creda Sindaco ha fatto una scelta di cui non si pentirà. Il Direttore Generale nel comune di Parma non serve quello che conta per far funzionare bene la macchina comunale sono i dirigenti di settori e i funzionari.....

    Rispondi

  • rottamepr

    28 Gennaio @ 10.39

    Concordo con Michele.....Pizzarotti sei ridicolo!!! Rossi e Paci a casa a far le casalinghe...

    Rispondi

  • Francesco

    28 Gennaio @ 08.06

    Condivido il commento di Michele, è possibile che questo servizio abbia un costo pari allo stipendio del direttore generale???? Se ne abbiamo fatto a me fino ad ora mi chiedo perchè assumerlo. E se lo si vuole assumere si deve valutare bene il suo stipendio, penso che 2500 Euro netti al mese siano ben presi e non credo che un servizio ai disabili costi così poco se è fatto bene. Pizzarotti ha perso un'altra occasione per stare zitto.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

3commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

CALCIO

D'Aversa si racconta

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

15commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

1commento

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Barcellona, caccia al killer in tutta Europa. L'auto di Cambrils era passata in Francia 7 giorni prima

milano

Auto va fuori strada e finisce in un canale, un morto e 3 dispersi

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti