12°

ambiente

Smog, Parma maglia nera. Nel mirino il riscaldamento

Smog, Parma maglia nera. Nel mirino il riscaldamento
Ricevi gratis le news
10

Nel giorno in cui il rapporto di Legambiente sull'inquinamento delle città dà la maglia nera a Parma, il Comune passa all'attacco anche sul fronte riscaldamento.

 

Inquinamento: il Comune annuncia "guerra" anche nel settore del riscaldamento. Ecco il comunicato:

L’emergenza smog richiede interventi urgenti per rientrare nei limiti di legge, allo scopo di non pregiudicare la salute dei cittadini.
Il principale piano di azione riguarda il traffico, e su questo il Comune, insieme ad Arpa, ha già preannunciato l’adozione imminente di misure straordinarie, se non altro per superare il periodo più critico.
Peraltro Parma, che si trova proprio nell’epicentro della zona più inquinata di’Italia, ha registrato il più alto numero di sforamenti a livello regionale per le emissioni di PM 10.
Per questo si lavora anche sull’altro importante filone, quello del riscaldamento, responsabile di circa il 35% dello smog che ci perseguita nei mesi invernali.
Anche in questa materia il Comune non è rimasto inerte: l’Agenzia per l’energia sugli impianti termici civili, attiva dal 2011, ha censito oltre 55.000 impianti termici.
Lo stesso ente ha provveduto ad accertamenti d’ufficio sul 10% degli impianti censiti, ha inviato 400 richieste di messa a norma dell’impianto termico e sono state sanate il 99% delle criticità emerse.
Inoltre sono state inviate 200 richieste di adeguamento ai responsabili di centrali termiche e sono state effettuate 205 ispezioni direttamente sugli impianti termici.
Il Comune di Parma ha anche adottato misure aggiuntive rispetto a quelle previste nel protocollo regionale: l’ordinanza che fissa il limite del riscaldamento a 19 ° (che sarà inserito nel pacchetto del prossimo protocollo regionale) e la chiusura delle porte dei negozi quando il riscaldamento è in funzione (per il mancato rispetto di quest’ultimo provvedimento sono state elevate finora 23 contravvenzioni).
“Vorrei ribadire la necessità di rispettare sia l'ordinanza dei 19° che quella delle porte chiuse esercizi pubblici – puntualizza l’assessore all’ambiente Gabriele Folli - perché in questa situazione non ci possiamo permettere di sottovalutare nessuna misura utile a migliorare l’aria che respiriamo. Per questa ragione intensificheremo i controlli da parte della Polizia Municipale, ma soprattutto facciamo appello al senso civico dei cittadini, raccomandando il massimo impegno ad evitare sprechi di energia”
A questo proposito il Comune richiama l'attenzione sul fatto che dall'anno prossimo sarà obbligatoria (questa volta in forza di una legge nazionale) l’installazione dei “contabilizzatori” di calore per i condomini serviti da impianti centralizzati.

Il rapporto di Legambiente: inquinamento fuori controllo. E Parma ha il primato

(ANSA) - ROMA, 30 GEN - Inquinamento atmosferico, polveri e ozono fuori controllo, responsabili di patologie e morti premature. Situazione critica nell’area della pianura padana e nelle grandi città del centro-sud. Questo il quadro disegnato dal rapporto 'Mal'aria 2015' messo a punto da Legambiente, in cui si punta l’indice sul «trasporto su strada» tra le "principali fonti inquinanti in città».
Proprio le aree urbane sono quelle più in sofferenza per lo smog: 32 capoluoghi hanno registrato dall’inizio dell’anno oltre 10 giorni di superamento della soglia massima quotidiana consentita di PM10, (cioè micro particelle, per le quali il limite è di 35 superamenti in un anno); in testa alla classifica per le polveri sottili ci sono Frosinone e Parma con 20 giorni di superamento del limite. Ma anche alcune grandi città del centro-sud come Roma (12 giorni di superamento) e Napoli (11).
Secondo il monitoraggio di Legambiente nel 2014 ci sono stati 33 capoluoghi su 88 (37%) in cui almeno una centralina urbana ha superato il limite di giorni consentiti. Prima è ancora Frosinone con 110 giorni di superamento; seguono Alessandria (86) e Torino, Vicenza e Benevento (77). Tra le situazioni più preoccupanti per il PM10, il Veneto dove il 92% delle centraline supera il limite dei 35 giorni consentiti (a parte Belluno), poi Lombardia (68%), Piemonte (50%), Campania (44%), Lazio (33%), Emilia Romagna (30%). Per Legambiente «i livelli di esposizione dei cittadini rimangono elevati», per questo chiede un Piano urgente di intervento. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Asterix

    30 Gennaio @ 19.17

    Invece io penso che la soluzione l'abbiamo già sotto gli occhi. L'inceneritore che preleva aria dall'autostrada e la migliora. Ne facciamo tre uno a ovest uno a est e l,ultimo a sud ... La città così sara sotto una cappa di aria "migliorata". Con tre inceneritori spegnano tutte le caldaie della città e delle frazioni con li fantastico teleriscaldamento che va già da dio. Prendiamo rifiuti da tutta Italia e risolviamo il problema delle multe UE per le discariche. Facciamo energia elettrica a la vendiamo ai modenesi e ai cremonesi. Con i soldi che arriveranno dai benefici rifiuti faremo ponti a go go sulla Parma metteremo rose al posto che viole risolveremo tutti i problemi del welfare apriremo cantieri in tutta la città e daremo lavoro a tutti e dico TUTTI (x chi vuol capire) poi daremo rimborsi d'oro all'auser altro che il misero caffè. Speriamo che a breve tornino gli altri e questi grillini vadano a casa.

    Rispondi

  • sabry

    30 Gennaio @ 18.35

    Assolutamente d'accordo con Stefano!! Se si chiudessero tutti i centri commerciali alla domenica porteremmo un buon contributo sotto tutti i fronti! Niente riscaldamento in funzione....i lavoratori a casa con le proprie famiglie e meno auto in giro a "cazzeggiare" per i centri commerciali..

    Rispondi

  • Filippo

    30 Gennaio @ 18.06

    fuochino... ci state arrivando, finalmente...

    Rispondi

  • BRUNO C.

    30 Gennaio @ 16.39

    I RISCALDAMENTI PIU' INQUINANTI SONO QUELLI CHE UTILIZZANO CALDAIE A NAFTA O GASOLIO. OBBLIGATELI ALLA RICONVERSIONE A METANO CHE NON INQUINA !

    Rispondi

  • Asterix

    30 Gennaio @ 16.39

    Penso che con un inceneritore che preleva l'aria dall'autostrada e la migliora, la soluzione è già trovata ... Ne facciamo altri tre, uno a ovest un a est e l'altro a sud creiamo un bel bacino di aria "migliorata" attorno alla città ... Risolviamo tutto puliamo la città e mettiamo i cassonetti di colori sgargianti (cosi tutti contenti), spegnammo i riscaldamenti perché mettiamo tutto sotto teleriscaldamento (già quello attuale funziona da dio) produciamo energia elettrica che venderemo a quelli di Modena, prendiamo rifiuti da tutta Italia cosi evitiamo le multe della U.E., guadagniamo un treno di soldi cosi risolviamo i problemi dei disabili e non solo, possiamo fare altri ponti sulla Parma, permetterci le rose e non le viole apriamo cantieri da tutte le parti cosi tutti e dico TUTTI (chi vuole capire) avranno lavoro. Non capisco perché Pizzarotti non ci abbia già pensato

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260