-1°

Parma

Genitori contro il Comune: "Bando asili, 6 nodi irrisolti"

Genitori contro il Comune: "Bando asili, 6 nodi irrisolti"
Ricevi gratis le news
2

I rappresentanti del gruppo "Per fare un Bambino ci vuole un asilo" criticano il bando asili del Comune. A meno di una settimana dalla chiusura del bando, dice il gruppo, ci sono "informazioni vaghe e talvolta contraddittorie" ed emergono 6 nodi irrisolti, anche in base alle segnalazioni dei genitori. 

Ecco il bando di "Per fare un Bambino ci vuole un asilo":

 

Il tempo corre, e manca meno di una settimana alla chiusura del bando asili 2015-16. Un bando all’insegna del dubbio: la spada di Damocle di una riorganizzazione per calo della domanda i cui contorni sono ancora tutti da definire, e le informazioni vaghe e talvolta contraddittorie fornite dal Comune, hanno messo le famiglie nelle condizioni di esprimere le proprie scelte nella più totale incertezza sul loro destino.
Tenendo conto che una famiglia in procinto di iscrivere per la prima volta un figlio a un asilo comunale probabilmente non è ancora entrata psicologicamente nel “meccanismo”, e quindi non percepisce che le uniche informazioni su cui basa la propria scelta sono quelle riportate nel bando stesso. Se alcuni genitori non avessero intercettato i “leaks” relativi ai propri asili, come accaduto per il “Primavera” di Fognano, probabilmente oggi i genitori starebbero compilando il bando come se niente fosse. E dire che questo clima di forte incertezza non investe solo le famiglie, ma anche gli educatori e in generale tutto il personale impiegato negli asili.
Elenchiamo di seguito i principali nodi tuttora irrisolti che emergono dai dubbi che ci sottopongono i genitori che ci contattano attraverso la pagina Facebook “Per fare un bambino ci vuole un asilo”. Sei falle su cui l’Amministrazione dovrebbe sentirsi quantomeno un po’ in imbarazzo a rivolgersi così ai genitori.
1. Non sono indicati i posti disponibili e le sezioni che verranno attivate in ciascuna struttura. Il bando dice chiaramente che se ne parlerà ad aprile, sulla base delle preferenze espresse, ma questo getta inevitabilmente tutti nell’incertezza più assoluta. Quali saranno gli asili ancora aperti l’anno prossimo? Il Comune si è tenuto le mani completamente libere da questo punto di vista: ad aprile le famiglie dovranno “mangiare la minestra o saltare dalla finestra”, cioè ritirare l’iscrizione. Il che, tra l’altro, non farebbe altro che alimentare ulteriormente la spirale del “calo di domanda per gli asili comunali”, e quindi indurre l’Amministrazione ad apportare ulteriori tagli!
2. Non si conosce la modalità con cui le varie strutture saranno gestite l’anno prossimo, se comunale diretta o in affidamento a una società partecipata. Un aspetto centrale per le famiglie dal punto di vista pedagogico, su cui si inserisce il tema scabroso del contratto con Parmainfanzia S.p.A. in scadenza, su cui il Comune non si è ancora pronunciato. La consigliera di maggioranza Cacciatore sostiene che le famiglie dovrebbero scegliere l’asilo in base alla qualità della didattica e non della semplice comodità: diventa difficile però farlo, quando non sai ancora l’anno prossimo chi insegnerà in quale asilo!
3. Tra le strutture che i genitori possono scegliere ne è elencata una che non esiste più, il Nido di Ninni. L’errore è stato evidenziato anche nel corso dell’ultima commissione Scuola del 5 febbraio: l’Assessore Paci e la dirigente Andreoli l’hanno derubricato a semplice “refuso”, promettendo una correzione in tempi rapidi. Mentre scriviamo (martedì 10 febbraio ora di pranzo) il “refuso” non è ancora stato corretto. Se, come recita il bando stesso, è davvero così importante che le famiglie esprimano il maggior numero di preferenze possibili, come dovranno essere considerate le preferenze assegnate al Nido di Ninni?
4. Le richieste di trasferimento per il 2015-16 verranno raccolte solo dopo la chiusura delle iscrizioni. Quest’anno non è ancora stato distribuito il modulo conferme e trasferimenti: invece che a dicembre, le richieste di trasferimento si formulano a marzo, a bando iscrizioni chiuso. Si tratta di un dato fondamentale per la pianificazione dei posti, e il Comune lo avrà a disposizione solo all’ultimo momento. Chi richiede il trasferimento rischia di perdere un posto certo perché ha chiesto di andare in un asilo che magari non esiste più? Chi sta facendo una nuova iscrizione rischia di vedere vanificata la propria scelta, dal momento che il regolamento del Comune prevede che i trasferimenti abbiano la priorità sulle nuove iscrizioni?
5. Solo due settimane per la compilazione del bando. Una brevità quantomeno irrituale, una corsa alla compilazione che rende ancora più difficile questa situazione così caotica. L’anno scorso ad esempio il periodo fu di quattro settimane (dal 4 al 28 febbraio). Le visite agli asili dello scorso fine settimana saltate causa maltempo potranno essere recuperate prima della fine del bando?
6. Gli asili Marchi e Pink Panther riservano posti in concessione alla materna solo a chi ha già frequentato la struttura. È una scelta a discrezione della singola struttura, che incontra il favore anche di diversi genitori, e non è certo una novità di quest’anno: ma nell’ambito della riorganizzazione non sarebbe stato più equo avere le stesse regole uguali per tutti?
Tanti aspetti ancora troppo fumosi, tante famiglie di fatto impossibilitate a esprimere una scelta informata e consapevole su un tema così importante come l’iscrizione del proprio figlio all’asilo. Alla luce di tutto questo, alla Vicesindaco Paci chiediamo: non sarebbe sensato almeno prorogare la scadenza del bando, per ritrovare tutti un po’ di tranquillità?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • madre coraggio

    11 Febbraio @ 11.49

    Il sindaco Pizzarotti ha chiesto ai genitori di Fognano di smorzare i toni "arroganti"e di fargli delle proposte costruttive. Queste proposte sono state fatte (e,a onore del vero, erano già state presentate la scorsa primavera), ma il sindaco se n'è ben guardato dal ricontattare questi genitori per discuterne insieme. Questo perché la sua politica e' il dialogo....

    Rispondi

    • Filippo

      13 Febbraio @ 10.35

      no: questo perché lui è un incapace, arrogante, per di più.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5