10°

20°

qualità dell'aria

Inquinamento: via al conto degli sforamenti

Inquinamento:  via al conto degli sforamenti
Ricevi gratis le news
17

Qualità dell'aria: da domani si contano gli sforamenti. Questo l'ultimo bollettino dell'Arpa:

Ed ecco l'annuncio del Comune, con questo comunicato:

Dopo la momentanea sospensione dovuta agli effetti della grande nevicata, da domani (lunedì) entra in vigore l'ordinanza del Comune di Parma per limitare il traffico dopo quattro giornate consecutive di smog oltre i limiti di legge.
La sospensione dell’Ordinanza con la quale il Comune di Parma anticipava il sistema regionale del blocco traffico il terzo giorno dopo 4 giorni consecutivi di sforamento, termina infatti lunedì 16 febbraio: di conseguenza, da domani (lunedì) si riprende la conta degli sforamenti del PM 10 per le quattro giornate consecutive, che farà scattare il blocco dei veicoli inquinanti all'interno delle tangenziali (con le eccezioni consentite per raggiungere i parcheggi scambiatori), secondo modalità analoghe a quelle utilizzate per le prime domeniche dei mesi invernali.
In questo caso l'eventuale blocco del traffico fino al ritorno dei valori nei limiti di legge, prevede però una serie di deroghe aggiuntive rispetto a quelle delle ordinanze finora in vigore: fra queste la possibilità di circolare per i veicoli Euro 4 alimentati a benzina.
L’ordinanza, in sostanza, anticipa a Parma, fino alla fine di marzo, il provvedimento che entrerà in vigore dal 1 ottobre 2015 nell’ambito del Piano 2020 Regionale (PAIR2020) in tutte le città emiliano-romagnole.

"Questa scelta del Comune di Parma - ci tiene a precisare l'assessore all'ambiente e mobilità Gabriele Folli - deriva dalle ineludibili considerazioni scaturite dai maggiori sforamenti registrati in gennaio 2015 a Parma rispetto a tutta la regione e nasce come conseguenza diretta di quanto scaturito dall'apposito tavolo tecnico del 28 gennaio scorso, promosso in Municipio con ARPA , ASL, Ordine dei Medici, associazioni di categoria e associazioni ambientali, Prefettura e Polizia Municipale. Dai riscontri che abbiamo - continua Folli - risulta innegabile che gli effetti sulla salute dell’inquinamento atmosferico generato da traffico siano testimoniati da ampi e certificati studi scientifici e medici ed è impensabile che chi amministra una città come la nostra, dichiarata come “maglia nera” a livello nazionale per la qualità dell'aria, non prenda provvedimenti oggi per limitare il traffico da auto private, che ha raggiunto livelli non più sostenibili. Questo pur nella consapevolezza che le limitazioni da sole indubbiamente servono, ma non risolvono il problema e che occorrono misure strutturali sia per il traffico che per altre fonti emissive, sulle quali si sta da tempo lavorando con qualche risultato importante, che richiedono tempo per avere maggiore efficacia. Chi ha la responsabilità della sanità pubblica - conclude l'assessore - non può esimersi dall’intervenire. Ci si può dividere su molte cose, ma credo che le battaglie per difendere la salute e il futuro dei nostri figli ci debbano vedere uniti e consapevoli".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sindaco

    16 Febbraio @ 09.08

    scusate ma leggendo la tabella sopra, è EVIDENTE che da PIACENZA a MODENA la situazione è praticamente identica per tutti. Le altre città cosa stanno facendo in merito? Dobbiamo essere tartassati solo noi? Bologna è un pò meglio, evidentemente sente magari la vicinanza con le colline...Ferrara è in basso quindi già peggio...Rimini dovrebbe avere il mare che aiuta...mah... Il problema è che NESSUNO SA quanto siano AFFIDABILI E CONFRONTABILI le misurazioni nei vari luoghi. Chi decide DOVE METTERE le centraline in una data città? Sempre la stessa "persona" o no? Perchè basta pochissimo per falsare i dati, basta scegliere punti "strategici"...CHI CONTROLLA IL CONTROLLORE? Inoltre, se mettessimo gli stessi sistemi di rilevamento in località che ne sono prive, NE VEDREMMO DELLE BELLE. Ma qualcuno non ha interesse a farlo evidentemente...

    Rispondi

  • sindaco

    16 Febbraio @ 09.00

    cara gazzetta, dato che fra pochi giorni il problema esploderà (i 4 giorni consecutivi sono praticamente certi dato l'andazzo del clima) e verranno fuori ancora le solite polemiche dell'una e dell'altra fazione, perchè non inizi già a pensare di mettere nella home page del sito, chessò vicino alle caselle del meteo di oggi e domani, IN BELLA EVIDENZA, i dati dell'arpa sull'aria? perchè se no molti parlano per partito preso senza predersi la briga di andare a cercare i dati negli altri siti. I DATI IN BELLA EVIDENZA DIMOSTRERANNO L'(IN)UTILITA' O MENO DELLE MISURE E FARANNO FORSE RAGIONARE I DETRATTORI. grazie

    Rispondi

    • 16 Febbraio @ 09.05

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Lo abbiamo fatto nell'articolo del weekend e continueremo a farlo

      Rispondi

  • Cristina

    16 Febbraio @ 08.30

    Mah spero proprio questo blocco del traffico serva a qualcosa, anche se ho seri dubbi... E poi questo euro 4 , euro 5 possono circolare, non possono..... Forse un incentivo a cambiare la macchina, per far girare un po' l' economia...Mah ....almeno garantiamo piu' servizi pubblici a costi piu' bassi, dei servizi navette giornaliere... Andare e tornare per una famiglia di 3 persone in centro con il bus costa 6 euro se vai oltre l' ora !!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • filippo

    15 Febbraio @ 22.11

    La tabella qua sopra anche per tutti i genialoidi che pensano che l'inquinamento in città sia colpa dell' inceneritore o dei riscaldamenti, solo perché faticano a staccare il c**o dalla loro amatissima automobilina....BRUM BRUM!!!!

    Rispondi

  • fernand

    15 Febbraio @ 22.04

    che strano un inquinamento del genere!!! gli extracomunitari che vedo siano tantissimi hanno tutte auto nuove fiammanti questo e visibile o no? non capisco come mai le polveri sottili siano cosi' alte! saranno i peti degli anziani a creare inquinamento?? e' probabile visto che crescono gli anziani ........ e le auto rottami....degli extracomunitari.... credo che il problema sia questo::: meditate...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

5commenti

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

economia

Derivati del pomodoro, cambia l'etichetta: bisognerà indicare l'origine della materia prima

I ministri Martina e Calenda hanno firmato il decreto

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: