14°

Parma

Mense scolastiche: presto tutte le scuole "a regime"

Mense scolastiche: presto tutte le scuole "a regime"
Ricevi gratis le news
0

di Monica Tiezzi
Per quest'anno avanti così. Ma dal prossimo anno scolastico anche le mense, la loro organizzazione e la sorveglianza degli studenti durante i pasti sarà disciplinata all'interno del «Patto per la scuola», l'organismo che vede collaborare  Comune,  presidi  delle scuole ed Ufficio scolastico provinciale.
E' questo uno dei risultati dell'incontro che si è tenuto ieri mattina al Duc fra dirigenti dell'assessorato alle Politiche per la scuola (la cui delega, dopo le dimissioni di Giampaolo Lavagetto, è stata assunta dal sindaco),  presidi e rappresentanti di 11 dei 13 istituti comprensivi cittadini e un dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale.
Un incontro «positivo», lo definisce Loretta Aimi, direttore del settore «Città educante» del Comune, che è servito ad iniziare un percorso che dovrebbe portare, pur nel rispetto dell'autonomia delle varie scuole, a dare indirizzi comuni e condivisi.
Il problema della sorveglianza   durante i pasti si è imposto prepotentemente all'inizio dell'anno scolastico per le famiglie   che, pur non avendo  scelto per i propri figli   il tempo pieno, avevano chiesto  - per motivi di lavoro - di poterli far pranzare a scuola per poi  riprenderli   intorno   alle 14,30. Un servizio regolarmente assicurato negli anni passati, ma che quest'anno ha dovuto fare i conti con la «stretta» ministeriale sul numero di bidelli e insegnanti. Appunto coloro tradizionalmente incaricati della vigilanza in mensa.
Una situazione che ha ritardato l'inizio del servizio - in alcune scuole   non ancora partito, con grave disagio per le famiglie  - e ha visto i presidi impegnati a trovare una soluzione in extremis.
Due sostanzialmente le strade percorse: affidare la sorveglianza a cooperative esterne (spesso le stesse che si occupano anche del pre-scuola) o pagare gli straordinari al personale scolastico. In entrambi i casi è stato chiesto un contributo economico (che varia da scuola a scuola) ai genitori: dai cento ai duecento euro, a seconda anche del numero di giorni nei quali l'alunno resta a pranzo in mensa.
La riunione di ieri, oltre a fare il punto sulle soluzioni adottate dai vari istituti, ha cercato anche di gettare le base «per arrivare ad una razionalizzazione  e a iniziative il più possibile omogenee», spiega ancora la Aimi. Questo anche nell'ottica di uniformare - pur rispondendo a volte a bisogni e richieste diverse delle famiglie -   le rette chieste ai genitori.
Da parte dei tecnici del Comune di Parma è stata ribadita l’importanza di dare continuità al servizio, nel rispetto delle normative vigenti e dell’autonomia  delle scuole. Presto quindi  la  mensa dovrebbe partire ovunque anche per i bambini e ragazzi che non hanno rientri pomeridiani.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Polizia stradale, a Parma 403 patenti ritirate in un anno

Inchiesta

Polizia stradale, a Parma 403 patenti ritirate in un anno

ECONOMIA

Bonatti, Ghirelli: «Valutiamo tutte le opzioni per crescere»

SCUOLA

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

Dopo la sentenza

Troppi genitori pubblicano le foto dei figli in rete: quale regola?

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

TRIBUNALE

Cocaina, patteggiano due «fornitori» di Langhirano

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova