Parma

Città di Parma, Leonardo Carrara non ce l'ha fatta - Il cordoglio delle istituzioni

Città di Parma, Leonardo Carrara non ce l'ha fatta - Il cordoglio delle istituzioni
Ricevi gratis le news
0

Era rimasto ustionato in modo gravissimo, sul 90% del corpo. Era tenuto in coma farmacologico dai medici della Rianimazione. Ma Leonardo Carrara non ce l'ha fatta: l'operaio rimasto gravemente ferito nell'incendio di venerdì scorso alla casa di cura Città di Parma è morto questa notte. Erano circa le 2 quando il cinquantenne è spirato e i medici ne hanno constatato il decesso per arresto cardio-circolatorio.

Di seguito, la cronaca dell'incendio pubblicata sulla Gazzetta. Domani, ulteriori servizi in edicola.

Numerosi messaggi di condoglianze sono arrivate da politici e rappresentanti delle istituzioni che - oltre al dolore per la morte di Carrara - sottolineano l'importanza di lottare sempre più contro il fenomeno degli incidenti sul lavoro. Incidenti che, come in questo come in tanti altri casi, possono portare alla morte.

Il presidente del Consiglio comunale Elvio Ubaldi, a nome e per conto dei capigruppo e di tutti i consiglieri, ha manifestato il suo cordoglio e dolore ai famigliari di Leonardo Carrara. “Esprimo tutto il dolore e la solidarietà ai famigliari dell’operaio scomparso in conseguenza all’incendio della Casa di cura Città di Parma – dice Ubaldi in rappresentanza di tutta l’istituzione –. Al contempo richiamo l’urgenza di far fronte all’alto numero di incidenti sul lavoro che colpiscono l’Italia, ricordando la necessità di una cultura e una formazione che sappia prevenire questo problema. Non bastano infatti le regole e le strumentazioni, che sono comunque importanti, ma bisogna puntare anche su informazione e apprendimento”.

«Desidero esprimere la solidarietà ai familiari di Leonardo Carrara e alle persone che gli erano vicine». È questo il primo pensiero del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, che ha appreso della morte di Leonardo Carrara. «Una morte sul lavoro è sempre una morte assurda - continua Bernazzoli - e chiama le istituzioni e il mondo del lavoro a uno sforzo unanime per risolvere questo grande problema della nostra società e far sì che certe cose non accadano più. C’è bisogno di un impegno corale perché si diffonda e si rafforzi a tutti i livelli la cultura della prevenzione e della sicurezza».

«Apprendo con dolore la tragica notizia della morte di Leonardo Carrara - dice il consigliere regionale della Lega Nord Roberto Corradi -. Alla famiglia e ai cari di Leonardo Carrara porgo le mie più sentite condoglianze». Corradi ribadisce poi la necessità di fare luce quanto prima sull’accaduto per individuare eventuali responsabilità e sottolinea altresì l’urgenza di attuare con il massimo impegno le misure di prevenzione necessarie per garantire la sicurezza sui posti di lavoro. «Non ci si può limitare a semplici adempimenti burocratici che si traducono in un’assai scarsa sicurezza per i lavoratori - precisa il consigliere del Carroccio -. Al contrario è indispensabile garantire la massima tutela sul posto di lavoro per limitare, e possibilmente evitare, gli infortuni e il tragico aumento delle morti bianche».

Silvia Gandolfi, responsabile dell'area Lavoro dell’esecutivo provinciale del Partito Democratico: «Esprimo il profondo cordoglio, a nome mio e del Partito Democratico provinciale di Parma, ai famigliari di Leonardo Carrara - dice la Gandolfi -. Allo stesso tempo auspico che sia fatta luce in tempi rapidi sulle cause e sui responsabili di questa disgrazia. Il drammatico problema delle morti sul lavoro tocca in questo caso anche Parma: si tratta di una piaga che è necessario debellare al più presto con la collaborazione di tutte le parti sociali. Il percorso in tal senso ha già visto un primo, importante passo a Parma: lo scorso mese è stato presentato dalle tre sigle sindacali il progetto di una piattaforma sulla salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro. Ci auguriamo che questo porti a sviluppare al più presto una concreta discussione con tutte le associazioni di categoria, le istituzioni e gli enti pubblici territoriali, perché venga fatta la maggiore prevenzione possibile sui rischi per i lavoratori nei luoghi di lavoro. Sosteniamo quindi con forza questo progetto, sottolineando come prima ancora dei miglioramenti legislativi sia necessario intensificare i controlli e le sanzioni sul nostro territorio per chi non rispetta le norme di sicurezza, con particolare riferimento ai lavori appaltati a ditte esterne: è infatti in questi casi che più spesso si verifica la mancanza delle norme di sicurezza anche più elementari».

 Il segretario provinciale della Cgil Paolo Bertoletti parla di uno "stillicidio" di morti sul lavoro che "sembra davvero senza fine". Una "rotta perversa", come la definisce lui, che va invertita. Bertoletti si è detto quantomeno colpito per il fatto che Carrara possa essere stato raggiunto da un avviso di garanzia (ipotesi emersa in questi giorni: legge l'articolo collegato). "Un altro lavoratore è morto svolgendo il proprio compito. Questo stillicidio sembra davvero senza fine, ma dobbiamo pur trovare il modo di invertire questa rotta perversa", sono state le parole di Paolo Bertoletti, segretario generale della Cgil di Parma, che si è detto colpito dal fatto che ad una persona in fin di vita sia giunto, da parte della magistratura, pur se dovuto come atto formale, un avviso di garanzia. "Mi chiedo se non sarebbe stato possibile aspettare - precisa il segretario -. Certo, da dichiarazioni fatte da lavoratori della Città di Parma, che abbiamo ritenuto degne di approfondimenti tanto da dirottare alle autorità competenti, nella clinica sono accaduti in tempi anche recenti episodi preoccupanti sotto il profilo della sicurezza".

Anche la senatrice Albertina Soliani e l’onorevole Carmen Motta partecipano al dolore della famiglia Carrara. “Siamo vicine alla famiglia e profondamente addolorate per l’ennesima tragedia avvenuta sul luogo di lavoro - dicono in una nota le due parlamentari parmigiane -. Anche a Parma occorre mantenere alta l’attenzione sul tema della sicurezza e della tutela dei lavoratori, un’emergenza che richiede provvedimenti immediati e concreti. Le norme ci sono, ma servono maggiori controlli e l’applicazione severa delle sanzioni previste dalla legge”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS