15°

29°

caso parma

Tommasi e i calciatori da Pizzarotti

Tommasi e i calciatori da Pizzarotti
Ricevi gratis le news
9

 

Federico Pizzarotti, dopo avere incontrato Tommasi (presidente dell'Assocalciatori) e alcuni giocatori del Parma ha dichiarato: "Si gioca al 50%. Noi siamo pronti ad aprire il Tardini". Tommasi, presidente dell'Aic sulla stessa lunghezza d'onda: "La volontà di giocare c'è. L'Assemblea di Lega, se non ci fosse la volontà di giocare, non sarebbe nemmeno stata convocata"

Pizzarotti, poi, replica a Manentti (che nel pomeriggio, aveva detto: "Chi vuole comprare il Parma deve trattare con me"): "Manenti ha il mio numero di telefono, se vuole chiamarmi... Io comunque non sto trattando la cessione. Se fosse una persona seria starebbe lavorando per aprire lo stadio Tardini domenica".

Il Comune di Parma: "Incontro interlocutorio"

Sull'incontro è intervenuto il Comune stesso con una nota ufficiale: "La nostra volontà e quella dei giocatori - ha affermato all'uscita del vertice Damiano Tommasi - è di riprendere a giocare e arrivare in fondo alla disputa del Campionato. Naturalmente per farlo occorre che si creino le condizioni necessarie. In questi giorni la squadra continua a fare il suo lavoro e a prepararsi, ma l'incontro di oggi non poteva dare risposte definitive, è stato necessariamente interlocutorio in vista dell'assemble di Lega di venerdì".Sul fututo immediato anche il sindaco non si sbilancia: "Manenti dovrebbe giocare il suo ruolo di presidente - ha affermato Pizzarotti - se fosse serio starebbe già trattando per aprire lo stadio domenica, purtroppo non ci siamo ancora sentiti. Su una cosa ha ragione: non tocca a me trattare la cessione del Parma ed è appunto quello che non farò. Io mi preoccupo perchè la squadra è un patrimonio della città, faccio il massimo che posso fare per tenere insieme tutti gli interlocutori. Anche in questi giorni mi sono sentito con Tavecchio e Beretta. Tocca ad altri mettere risorse che servono per aprire lo stadio domenica, il Comune non può far altro che metterlo a disposizione. Mi chiedete se si gioca? Ora come ora posso dire che le probabilità sono al 50%. Il nostro obiettivo è quello di arrivare al 19 marzo, l'intervento del Tribuna le sarà necessario ma sarà importante garantire la continuità per sperare di assicurare al Parma un futuro dignitoso".

La riunione era iniziata alle 17

 E' arrivato puntuale alle 17 Damiano Tommasi in piazza Garibaldi. Il presidente dell'Associazione calciatori incontra il sindaco Federico Pizzarotti sul caso Parma Fc, per valutare la possibilità di ritornare in campo al Tardini con lo stadio in gestione ad una società terza.  All'arrivo Tommasi non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Poco dopo sono arrivati in Municipio il capitano del Parma Alessandro Lucarelli, Massimo Gobbi e Cassani. Alle 18.15 è arrivato in Comune anche Daniele Gallloppa in versione papà. Poi, accortosi che la riunione è ancora in corso, se ne è andato. 

Tornando alla questione Tardini, Parmainfrastrutture, la società partecipata del comune di Parma che ha in proprietà l’impianto sportivo parmigiano, potrebbe revocare la concessione dello stadio al Parma Fc ed affidarlo ad un altro ente in grado di sopperire alle spese per le partite che restano alla fine del campionato.
Meno percorribile l’ipotesi di far disputare le gare rimanenti lontano da Parma. Il sindaco di Piacenza, Paolo Dosi, ha offerto al primo cittadino di Parma, Federico Pizzarotti, l'utilizzo dello stadio Garilli di Piacenza per le gare interne della squadra ducale, ma questa ipotesi non soddisferebbe in primis i giocatori che hanno già detto 'nò alla disputa di un incontro (Parma-Udinese) senza il pubblico del Tardini.
Intanto, a Collecchio, il presidente del Parma Fc Giampietro Manenti sta incontrando lo staff che ha curato in questi giorni per lui la 'due diligencè del club con a capo il commercialista Alberto Galimberti. Manenti continua a ripetere di essere pronto a presentare in Tribunale il piano di rientro dai debiti per evitare il fallimento ma ancora nessuna certezza sui fondi a disposizione. Il termine ultimo resta quello del 19 marzo visto che fonti giudiziarie confermano come l’udienza per discutere la richiesta di fallimento presentata dalla Procura per inadempienze fiscali resti fissata per quella data. Scartata l'ipotesi di un possibile anticipo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    05 Marzo @ 11.56

    Andiamo in campo in sei ?

    Rispondi

  • Luca Tegoni

    03 Marzo @ 23.06

    Giochiamo il primo o il secondo tempo?

    Rispondi

  • sindaco

    03 Marzo @ 19.41

    il pizza sta facendo come con l'inceneritore, prima sbandierava (lui o chi per lui) di avere il potere di poterlo fermare eccetera, quando ovviamente non contava nulla e nulla poteva fare. adesso con manenti. ovvio che manenti sta recitando una parte per coprire e agevolare qualcun altro, ma altrettanto ovvio che il pizza anche in questo caso conta come il 2 di briscola...turlupinati per la seconda volta.

    Rispondi

  • maxbonny

    03 Marzo @ 16.17

    "Panem et Circenses"..... bella mossa da "!mantenimento della scrana" questo improvviso ardore calcistico che coglie il Pizzasindaco. Peccato che francamente, a parere mio, ma penso anche di quello di parecchi parmigiani, il problema "Parma Calcio" sia l'ultimo in ordine di importanza tra quelli che affliggono una città che avvizzisce ogni giorno di più. Città che quotidianamente diventa sempre più schiava della violenza, del disagio, dello sporco e del degrado. Lo scrivete voi della Gazzetta, non si deve far altro che darvi credito o, da amministratori di una città disastrata economicamente e socialmente, mettere il naso fuori dal Comune e prenderne atto. Mano nella mano col "bellone" Tommasi dell'associazione calciatori per fare cosa ? Guadagnare gli altari della cronaca come fare rifare il campo praticamente l'altro giorno, spendendo soldi per una società con i libri appoggiati fuori dalla porta del tribunale ? Abbastanza ridicolo,! Direi una "Pepponata" di quelle tanto care al buon Guareschi. Dubbio....ma non sarà che nessun investitore serio si presenta per il Parma Calcio o per l'aeroporto o comunque per investire in attività produttive nel comparto industriale parmigiano, proprio perchè un amministrazione incapace non è stata in grado di rendere la nostra piazza appetibile allo sviluppo ma anzi, l'ha seppellita sotto la folle demagogia e ignorante populismo del movimento che ha generato l'attuale giunta ?

    Rispondi

  • VELENOSO

    03 Marzo @ 14.37

    Questa storia altro che consiglio comunale, deve finire sul tavolo del governo.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Marzo @ 16.25

      GIUSTO ! Sul tavolo del Sindaco di Reggio Emilia !

      Rispondi

    • Gio

      03 Marzo @ 16.02

      Giorgio R.

      Credo anch'io. Sta fra le altre cose comunque falsando o segnando profondamente il campionato che fa "girare" centinaia di MLN di euro e fa lavorare tanta gente oltre ai calciatori. TRASPARENZA si faccia trasparenza e in modo che NON accada più che gente senza "credito" sia morale che di soldoni possa avanzare ipotesi di acquisto e che chi deve vendere non faccia finta di non sapere a chi sta vendendo ! Capito Ghirardi ?

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti