19°

Parma

Domande parmigiane: ma ci stiamo preoccupando anche di chi la compra?

Ricevi gratis le news
6

Gabriele Balestrazzi

Gazzettadiparma.it, così come la Gazzetta oggi in edicola e praticamente tutti gli organi di informazione di Parma, sta dedicando ampio spazio alla questione-spaccio in San Leonardo.

I nostri lettori stanno dicendo in gran numero che Parma non può tollerare che una via, o addirittura una fetta di quartiere, sia nelle mani degli spacciatori, quasi che in quella zona la legge non esista o non ci sia modo di applicarla.

Ma intanto, da cronista parmigiano, vorrei porre anche un'altra domanda, su una questione che in 30 anni di giornalismo locale è purtroppo sempre stata presente: ok il problema-spacciatori (e lasciamo agli addetti ai lavori la scelta fra l'esercito o altre misure). Ma poi (o prima), non sarà il caso di preoccuparci anche e soprattutto di chi quella droga l'acquista ? Ci sarano extracomunitari anche fra loro, ma forse ci sono soprattutto i nostri figli. I parmigiani di domani, come il 15enne che domenica era al cinema con uno zaino pieno di hashish.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio G.

    22 Ottobre @ 12.18

    Caro valerio, innanzitutto gli "stupefacenti legali" uccidono molto più di tutte le sostanze psicotrope messe assieme. Secondo l' ISS nel 2008 per sostanze illegali sono morte non più di 600 persone. In stati dove l' assistenza nei confronti dei tossicodipendenti prevede "addirittura" la somministrazione controllata di sostanze quali eroina e cocaina (vedi Svizzera) le morti sono ...ZERO. I decessi collegati ad alcol e tabacco superano le 100.000 unità l' anno. Se dovessero proibire delle sostanze andrebbero proibite quelle che attualmente sono legali e legalizzate quelle illegali. Il solito argomento che viene portato a questo punto contro chi è a favore della legalizzazione delle droghe è: se si legalizza aumenta il consumo. Sbagliato. Uno studio dell' Unione europea che ha comparato i risultati delle politiche europee con quelle americane, ha sottolineato come la "tolleranza europea" abbia portato ad una minore diffusione degli stupefacenti tra la popolazione. Negli stati uniti la droga, fino all' amministrazione Bush, è stata combattuta SOLO con la repressione. La nuova amministrazione Obama, invece, consapevole del fallimento di questa politica, sta iniziando ad adottare una politica che, ad esempio nei confronti della cannabis terapeutica, non prevederà più la persecuzione da parte delle forze dell' ordine. Tornando all' esempio europeo, l' Olanda, è il paese europeo con il più basso tasso di diffusione di stupefacenti in europa. E' nota in tutto il mondo la tolleranza sulla cannabis degli Olandesi. Chi chiama in causa la cultura dello "sballo e dei costumi facili" è semplicemente una persona che non ha conoscenza del fenomeno.

    Rispondi

  • francesca

    22 Ottobre @ 10.17

    chi consuma ,alludo ai ragazzini,è in condizioni di debolezza,ma questi spacciatori che spesso vengono qui "spacciandosi" per poveri migranti disperati sono veri delinquenti,il più delle volte impuniti.

    Rispondi

  • valerio

    22 Ottobre @ 10.17

    droghe legali? bravo! infatti si vede come le droghe 'di stato' alcol e tabacco sono sotto controllo! e quali sono gli effetti su minori, giovani, meno giovani e disadattati. Ci rendiamo conto che il problema è culturale, ovvero di cultura ce nè sempre meno, soprattutto quella per dell'amor proprio e la convivenza civile, mentre stà imperversando quella dello 'sballo' e dei costumi facili... e dovremmo pure legalizzare tutto ciò? ma per piacere!!! non creiamo più danni di quanti già ne abbiamo fatti, di questo passo dove pensiamo di arrivare?

    Rispondi

  • Giorgio G.

    21 Ottobre @ 20.36

    Fino a che la droga è illegale, nessuno si preoccupera di nulla! COme è possibile che a Parma NESSUNO abbia il coraggio di dire che tutto questo è frutto di una politica che ignora totalmente il problema? Come si fa a dire "ci stiamo preoccupando anche di chi la compra?" se il fatto che la droga è illegale permette l' accesso a questo mercato a CHIUNQUE? Possibile che tutti i "benpensanti" parmigiani quelli della domenica in chiesa, della partita in tribuna (perchè in curva i problemi si conoscono), della gazzetta alla domenica e, soprattutto del "no alla droga", non abbiano il coraggio di ammettere: PROIBIRE LE DROGHE E' UN FALLIMENTO, SE LE DROGHE FOSSERO LEGALI SI VIETEREBBERO AI MINORI , CI SAREBBERO CONTROLLI E CHI VENDE LA DROGA LEGALE, SE SGARRA E VENDE AD UN MINORE CHIUDE!!!!!! Perchè i parmigiani sono così vigliacchi e ipocriti? APRITE GLI OCCHI IL PROBLEMA E' CHE LA DROGA E' ILLEGALE

    Rispondi

  • manu

    21 Ottobre @ 12.14

    A parte che non credo che la tossicodipendenza sia una malattia, cmq se si elimina chi la vende, chi acquista non esisterebbe più. Inoltre, se posso dire la mia opinione, credo anche che se le famiglie stessero un po' più dietro ai figli, probabilmente il 15enne nello zaino avrebbbe avuto solo i libri. Anche ai miei tempi (e non sono molto lontani) la droga girava, ma casualmente erano sempre i ragazzini con problemi di famiglia alle spalle a caderci. Chissà come mai?!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro