-0°

12°

Parma

L'Ue: "No al crocifisso in classe". A Parma si accende il dibattito

L'Ue: "No al crocifisso in classe". A Parma si accende il dibattito
Ricevi gratis le news
137

E’ una sentenza che fa già discutere quella  emessa oggi dalla Corte europea dei diritti dell’uomo di  Strasburgo, secondo la quale la presenza dei crocifissi nelle aule  scolastiche costituisce "una violazione della libertà dei genitori  ad educare i figli secondo le loro convinzioni", oltre che "una  violazione della libertà di religione degli alunni". La sentenza  riguarda il ricorso presentato da una cittadina italiana  originaria della Finlandia nel 2002.  Già si registrano i primi commenti sul fronte politico, per un  tema che già in passato ha aperto scontri tra esponenti laici e  cattolici, anche se si tratta di una classificazione che rischia  di essere riduttiva.  

Il giudice Nicola Lettieri, che difende l'Italia davanti alla Corte di Strasburgo, ha fatto sapere all'Ansa che ricorrerà contro la sentenza 

"La presenza del crocifisso in classe non significa adesione al Cattolicesimo ma è un simbolo della nostra  tradizione - ha dichiarato il ministro all'Istruzione, Università e Ricerca Mariastella Gelmini - . La storia d’Italia passa anche attraverso simboli,  cancellando i quali si cancella una parte di noi stessi. Nel  nostro Paese nessuno vuole imporre la religione cattolica, e  tantomeno la si vuole imporre attraverso la presenza del  crocifisso. E’ altrettanto vero che nessuno, nemmeno qualche corte  europea ideologizzata, riuscirà a cancellare la nostra identità. La nostra Costituzione inoltre riconosce, giustamente, un valore  particolare alla religione cattolica - aggiunge -. Non vorrei che  alcune norme a cui si rifanno i giudici della Corte di Strasburgo  fossero in contrasto con il nostro dettato costituzionale. Non è  eliminando le tradizioni dei singoli paesi che si costruisce  un’Europa unita, bisogna anzi valorizzare la storia delle nazioni  che la compongono. Per questi motivi, secondo me il crocifisso  rappresenta l’Italia e difenderne la presenza nelle scuole  significa difendere la nostra tradizione". 

IL DIBATTITO A PARMA. Sul crocifisso in aula il dibattito è acceso sul nostro sito: c'è chi plaude alla decisione della Corte europea e chi la critica.
Anche nelle scuole a Parma i pareri sono contrastanti. La «Gazzetta di Parma» ha fatto interviste a genitori e insegnanti: fra loro prevelgono le opinioni favorevoli al crocifisso. I dirigenti scolastici sottolineano che loro si attengono alle disposizioni ministeriali: se nelle aule oggi è esposto, il crocifisso ci rimarrà fino ad eventuali direttive contrarie.
Troverai tutti i dettagli delle interviste sulla Gazzetta di Parma in edicola.

La discussione dei giorni scorsi in Consiglio comunale a Parma: sì al crocifisso esposto in sala del Consiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • katia

    10 Novembre @ 11.50

    Dò pienamente ragione a Enrico e Angela se noi andassimo nel loro paese non avremmo tempo di andare a sindacare nella loro cultura, e nemmeno comportarci in questo modo. Quindi ritengo opportuno dire e CONFERMARE che è ora che lo stato e la chiesa prenda dei provvedimenti seri in merito, siamo la maggioranza che dice il crocifisso non si tocca inoltre dobiamo anche mantenerli quando arrivano nel nostro paese e nelle scuole tutti i giorni i nostri figli subiscono insulti e botte da questi mio figlio ne è testimone sulla sua pelle. Senon i opponiamo ora anche se quasi tardi ci sepelliranno. Meglio loro nelsuo paese che noi nel nosto ma schiavi.

    Rispondi

  • armando

    07 Novembre @ 22.24

    PRIMO COMANDAMENTO: “ Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque e sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai”. Forse, Cristo sarebbe meglio “condividerlo” con i nostri comportamenti quotidiani invece di “accontentarVi” di appenderlo al muro. E per questo sentirVi Cristiani.

    Rispondi

  • Antonio

    06 Novembre @ 21.45

    il sondaggio qui sotto dice che il 54% è d'accordo con la sentenza, quindi non è poi che tutti siano così scandalizzati......

    Rispondi

  • Edi Morini

    05 Novembre @ 20.11

    Il Crocifisso non si tocca !! I problemi da risolvere non mancano certo, a livello locale, nazionale, internazionale. Pensiamo a drammi come le mutilazione rituali imposte alle bambine: infibulazione ed escissione diffuse ormai anche in Occidente, con il relativo lugubre bagaglio di setticemia e di morte. Alle macellazioni illegali, che causano la scomparsa lenta e atroce di tantissimi animali. Eppure, su che cosa si pronunciano i politici a Strasburgo ? Legiferano contro il Crocifisso ! Che da tanti secoli condivide in silenzio milioni di altre crocifissioni: negli ospedali, nei tribunali, nelle prigioni, nelle scuole, è da sempre testimone di ingiustizie che perpetuano il suo calvario su questa terra. Al mio paese, il Crocifisso parla: sono nata a Parma e poco distante, in provincia di Reggio Emilia, c’è Brescello. Là, Gesù parla con Don Camillo, con Peppone e con tutti noi, indipendentemente da ogni diversità: quando posso, vado a trovarLo. So bene che Egli è ovunque, infinitamente superiore a qualsiasi dogma, ma a Brescello lo sento più vicino. E ritengo che chi si sente in dovere di dichiarare guerra a un simbolo è davvero fragile. I guai contro cui dobbiamo schierarci sono ben altri, concreti e quotidiani: pensiamo alla violenza che ci circonda, alla crisi che è diventata un alibi per l’avarizia e per i licenziamenti illeciti, al mobbing. Ma per sfidare Gesù occorre meno coraggio: tanto, sulla croce c’è già e agli attacchi dei vili si è abituato. Ripetendo:”Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno!”. Edi Morini

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    05 Novembre @ 18.11

    Sottoscrivo pienamente quanto a detto Bersani, risposta veramente intelligente! !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema. Dopo 35 anni...

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS