12°

22°

Parma

Altri sei distributori di latte fresco

Altri sei distributori di latte fresco
Ricevi gratis le news
0

 Per ora sono nove, ma nel prossimo anno ne apriranno altri sei. I distributori automatici di latte fresco a Parma sono destinati ad aumentare. E il Comune non intende fare alcun passo indietro.

 Assessore Zoni, nei giorni scorsi, durante un convegno a Cibus Tec,  però è ripartita la polemica sulla sicurezza del latte crudo...
Non c’è dubbio che anche sui prodotti alimentari di largo consumo, tra questi il latte che è bene essenziale, si sia aperta negli ultimi anni una competizione di mercato assai vivace. La legge consente oggi alle aziende agricole di vendere senza intermediari i propri prodotti, purché rispettino i severi parametri della norma Ue, e tra questi il latte crudo. È una grande possibilità per le aziende agricole che, in cronica sofferenza economica, hanno così un secondo canale di entrate, ma soprattutto si stimola il consumo di prodotti locali, si contribuisce all’occupazione in agricoltura e al mantenimento di quell’universo di saperi ad essa legati. Che poi prenda il nome di filiera corta, chilometri zero o altre denominazioni poco importa, il principio è di contribuire al consumo di prodotti freschi, locali e di stagione. È quindi un aiuto all’economia locale, come tale va interpretato e giudicato. 

Secondo lei non esiste un problema di sicurezza alimentare per il latte venduto ai distributori automatici? 
Per la vendita del latte crudo le leggi esistono e anzi sono aumentati i controlli. Quindi non sussistono pericoli per la salute, a patto che siano rispettati gli standard previsti. Il latte crudo deve essere sottoposto esclusivamente a filtrazione fisica per separare da impurità, refrigerato immediatamente e conservato tra gli 0 e +4 gradi centigradi. La normativa regionale impone che i distributori automatici debbano essere dotati di dispositivi che impediscano l’erogazione in caso di interruzione dell’elettricità con il conseguente superamento della temperatura di +4°C. Spesso gli incidenti sono capitati invece dentro le mura domestiche, magari a causa di un frigorifero poco funzionale o per il contatto con altri cibi mal conservati o mal cucinati. Non dimentichiamo inoltre che le indicazioni ministeriali consigliano la bollitura prima del consumo. 

Quanti sono i distributori di latte crudo a Parma?
 A Parma sono oggi attivi 9 distributori, ma altri 6 apriranno nel 2010 in virtù di un apposito bando che abbiamo fatto nei mesi scorsi. Segno che hanno un mercato, che i consumatori parmigiani sono attenti e consapevoli. Aggiungo che dal giugno 2008 il Servizio Veterinario dell’Ausl di Parma non ha mai registrato alcun esito negativo nei controlli sugli aspetti igienico-sanitari di latte nei distributori. L’aspetto decisivo è la non interruzione della catena del freddo: sono infatti i potenziali “shock termici” a minare la qualità degli alimenti, indipendentemente dal fatto che responsabile sia la piccola azienda agricola piuttosto che la grande azienda lattiero casearia. Non è dunque un problema di chi produce, piuttosto di come si produce. Quando si parla di sicurezza alimentare è d’obbligo il massimo rigore nel rispetto degli standard qualitativi. 

Assessore, la concorrenza nel mercato del latte può creare dei pericoli per il consumatore?
Ritengo che una sana concorrenza di mercato faccia bene se inserita in un contesto di regole chiare e condivise. Sì alla competizione, quindi, ma senza ricorrere alla delegittimazione reciproca tra piccoli produttori e grandi aziende. Non è con i dossier “contro” che si può pensare di rafforzare le proprie quote di mercato, al contrario la competizione si deve misurare sulla qualità del prodotto, sulla bontà, sull’apporto nutrizionale. Laddove invece si sospetti di mancato rispetto delle leggi i cittadini sono tenuti a segnalare il fatto alle autorità competenti, il servizio veterinario Ausl, i Nas  e l’assessorato al Commercio. 

Quindi lei è per una politica del dialogo e della concorrenza?
Le parole d’ordine sono dialogo, concorrenza, trasparenza. Credo che le guerre di religione sul latte non siano utili al “sistema latte” né ai cittadini, ancor meno serve l’allarmismo generalizzato come quello avanzato da un’associazione di consumatori a Cibus Tec. I consumatori non sono ingenui né sprovveduti, si informano prima di fare acquisti, specie quando si parla di alimenti.  Serve un confronto aperto e senza pregiudiziali, nell’interesse dell’intero sistema latte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Smog: polveri sottili alle stelle, da oggi blocco diesel euro 4

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Tragedia

E' morto il tecnico del Soccorso alpino ferito durante un salvataggio

Davide Tronconi era ricoverato al Maggiore di Parma

2commenti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

QUARTIERI

Passeggiata e giochi con i gessetti nelle strade dell'Oltretorrente Foto

Continuano le iniziative degli abitanti dell'Oltretorrente per "riappropriarsi" del quartiere

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

2commenti

PARMA

Commemorazione dei defunti: orari e servizi dei cimiteri di Parma dal 21 ottobre al 2 novembre

Apertura straordinaria dei cimiteri dalle 8 alle 17,30

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: domani comincia la finale

4commenti

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Ladri in azione di giorno. «Neanche avessi una gioielleria», sbotta la negoziante

gazzareporter

Via Cavour: sul marciapiede compare Giuseppe Verdi

Foto di Alberto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro