15°

29°

air show

Tornano a Parma le Frecce Tricolori

Tornano a Parma le Frecce Tricolori
Ricevi gratis le news
21

Il 21 giugno, primo giorno di estate, il cielo di Parma si colorerà di bianco, rosso e verde, e sarà solcato dalle "Frecce Tricolori", che daranno vita al "Parma Air Show".

La notizia è stata confermata nel corso dell'incontro periodico del Comitato di Sicurezza, che si è riunito in Prefettura e che aveva tra gli altri punti all'ordine del giorno l'organizzazione della manifestazione, che attira decine di migliaia di persone anche oltre i confini "ducali".
All'incontro erano presenti tutte le istituzioni impegnate nell'attività organizzativa.

L'esibizione delle Frecce sarà preceduta dai voli delle pattuglie acrobatiche e del Reparto Sperimentale di Volo".
"Insieme all'Aeroclub di Parma - è il commento dell'assessore al turismo Cristiano Casa - abbiamo fortemente voluto riportare nella nostra città questa manifestazione, che tanto successo ha riscosso nel 2013. Lo abbiamo chiesto e ottenuto, e la cosa non era affatto scontata,con la convinzione che l'esibizione acrobatica delle loro evoluzioni mozzafiato potrà attirare tanti parmigiani, ma anche tanti turisti, vista la concomitanza con l'Expo milanese".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    20 Aprile @ 08.21

    Del buco si sapeva eccome a partire dalla giunta Ubaldi, nessuno probabilmente immaginava l’entità di tale buco e scommetto quello che vuoi che nessuno immaginava le irregolarità o presunte ruberie varie (non è ancora finito nulla quindi per convenzione meglio non accusare), ma stando un po’ attenti si poteva vedere che il buco c’era anche senza ascoltare Pagliari (qui, abbassando il livello del discorso, i parmigiani preferivano credere alle balle dei manifesti che il partito di Bigliardi attaccava per la città dove parlava ancora dei comunisti rossi, ovvero pagliari, che mistificavano la realtà e non volevano il bene di Parma…). sempre con Vignali si potevano sapere le migliaia se non centinaia di migliaia di euro che Vignali spendeva perché un giornale a caso, la gazzetta, pubblicava tanto come adesso con i 5 stelle, solo che prima non si dava credito a ciò mentre adesso si grida allo scandalo se si ci fa rimborsare un biglietto parma – bologna… Sul cambio delle rette in corso d’opera ti do ragionissima, è da codardi per non dire di peggio aumentarli durante l’anno però per gli anni successivi non posso darti ragione, fino a prova contraria voi avete le rette tra le più basse della provincia, dovete capire che non potete vivere più come prima, avete vissuto sopra le vostre possibilità, anche i servizi che prima il comune dava avevano generato debiti, il comune ha tagliato l’impossibile però questo lo ignorate e preferite credere alle balle di alcuni esponenti dell’opposizione (Ghiretti ha parlato di record di dirigenti nel comune durante il mandato di pizzarotti, bene andatevi a prendere la briga di vedere quanti ne sono in organico adesso e quanti ve ne erano prima durante il mandato di ghiretti ad esempio, andate a vedere quanto costava un singolo assessorato prima e quanto costa adesso. Il comune si trova adesso a pagare improvvisamente debiti di altre giunte e voi vi lamentate perché dite che è colpa loro, si stanno pagando debiti degli anni 80 e 90, non è che forse qualche errore è stato commesso in passato? Però si, è colpa di pizzarotti… ultimo esempio la differenziata, in tutta la provincia piano piano sta prendendo piede il porta a porta e la tariffazione puntuale, nel mio comune ci sono i fossi pieni di rifiuti, bene per voi è colpa di pizzarotti…. Tutto questo l’ho scritto per dimostrare che probabilmente non siete proprio obiettivi quando parlate o scrivete…

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      20 Aprile @ 22.14

      Continui a scrivere di rette, quindi devo proprio farti un disegnino... Ma visto che siamo in argomento: 1) "anche i servizi che prima il comune dava avevano generato debiti", dove sta scritto al mondo che il welfare debba essere a costo zero? Prova ad andare a vedere nei paesi europei più evoluti, se si tagliano servizi alle famiglie per far quadrare i conti... e poi ci lamentiamo che siamo in fondo alle classifiche per natalità e che nessuno fra trent'anni prenderà la pensione, così la mia generazione è cornuta e mazziata! "Il comune si trova adesso a pagare improvvisamente debiti di altre giunte": bene, perché non parliamo dei debiti fuori bilancio per i quali si sarebbe potuto e dovuto avviare azioni di responsabilità verso i vecchi amministratori, chissà perché mai fatte malgrado fossero nel programma, ed invece vengono addirittura riproposti anche nell'attuale gestione?! La verità inconfutabile è che la differenza la fanno le persone capaci, ed in questa giunta non ce n'è una...

      Rispondi

  • gabri

    18 Aprile @ 11.12

    Con quei soldi era meglio tenere aperto un asilo o dare ad alunni con problemi il giusto sostegno ..cose che il comune reputa di seconda importanza…

    Rispondi

    • Medioman

      18 Aprile @ 14.41

      Se tu fossi veramente interessata al futuro dei nostri figli, più che degli asili ti preoccuperesti del rilancio dell'economia parmense. Io penso che i genitori disoccupati avranno altre priorità.

      Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    18 Aprile @ 08.36

    Gradirei anche sapere quanto questo bellissimo evento costerà alle casse comunali, così magari capiamo, se ce ne fosse ancora bisogno, che i soldi non sono sempre il problema, quando c'è la volontà politica: il problema sono le priorità assegnate, quando bisogna fare delle scelte. Una volta saputo il costo, sapremo se per gli ecologisti a 5 stalle valgono più una mezza giornata di divertimento con ipotetici ritorni economici tutti da verificare, o anni di disagi per le famiglie coinvolte dall'illuminata riorganizzazione delle scuole d'infanzia.

    Rispondi

    • Maurizio

      18 Aprile @ 20.23

      Quando lo faceva vignali con i soldi del comune andava tutto bene, quando adesso si organizzano manifestazioni si discutibili ma che non intaccano il bilancio comunale perchè viene dall'imposta di soggiorno, ecco che le critiche ci sono in ogni caso.... Comunque ti ricordo che anche tu sei un ex 5 stalle.... e magari lo hai votato perchè ti ha promesso lo smantellamento dell'inceneritore... P.s. per gli asili se ti lamenti faccio volentieri a cambio con la mia retta, sono sicuro che se si pubblicassero le rette di tutta la provincia ne vedremo delle belle, voi non vi siete resi conto che per anni avete vissuto sopra le vostre possibilità, ora i soldi che avete risparmiato in passato dovete rimetterli...

      Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        19 Aprile @ 19.08

        ultima cosa, fai la fatica di capire quello che scrivo: parlo di riorganizzazione delle scuole d'infanzia (ossia le scuole che chiudono e vengono accorpate, costringendo a cambiare insegnanti e a riorganizzazioni logistiche familiari), non di rette. O ti devo fare un disegnino?

        Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        19 Aprile @ 19.02

        Scrivi castronerie, e ti spiego il perché: 1) al di là del fatto che non mi sono mai interessate, quando le frecce ci sono state sotto Vignali, nessuno sapeva del buco che si stava creando, né nel frattempo venivano tagliati servizi essenziali; 2) solo incidentalmente ho votato 5 stalle: io ho votato un programma elettorale che è stato stravolto, e ti dirò, l'inceneritore non mi ha mai fatto né caldo né freddo, e adesso che c'è vorrei funzionasse a pieno regime; 3) quella delle rette è la più grossa che potevi dire: questa giunta ha illegittimamente soppresso in corso d'anno il quoziente parma, che equilibrava orizzontalmente i carichi familiari: o ti sembra giusto che, a parità di ISEE, una famiglia di 3 componenti abbia le stesse rette di una di 5? In Europa, l'Italia è fra gli ultimi paesi a sostenere le famiglie: a Parma avevamo qualcosa che funzionava ed è stato tolto, per l'ideologia giacobina di questa setta: se ti vuoi iscrivere ti accettano a braccia aperte...

        Rispondi

  • corra

    18 Aprile @ 07.50

    è uno spettacolo che ci ha reso famosi in tutto il mondo per la bravura e la preparazione dei nostri piloti,dobbiamo criticare anche questo????? un plauso a questa iniziativa.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      18 Aprile @ 10.56

      NON CRITICHIAMO LE "FRECCE TRICOLORI" , critichiamo la situazione dell' Aeroporto di Parma . Non è chiaro ?

      Rispondi

  • the mari

    17 Aprile @ 23.08

    Casa.... ma con la decrescita felice, la riduzione delle emissioni, il NO agli sprechi, ol SI alle energie pulite e rinnovabili.... mi spieghi cosa ci azzecchi?? Per dirla alla Tonino di Pietro,,,,

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

7commenti

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti