-1°

Parma

Da Montechiarugolo a Buenos Aires: Carlo, il grafico strajè

Da Montechiarugolo a Buenos Aires: Carlo, il grafico strajè
Ricevi gratis le news
0

di Andrea Violi

Per alcuni anni ha lavorato come rappresentante, di ricambi per auto e altri prodotti, per ditte del Parmense. Fino a un paio d'anni fa Carlo Del Vasto, che oggi ha trent'anni, era un ragazzo come tanti, che faceva la sua vita a Montechiarugolo: il lavoro, gli amici, il tran tran della provincia. Poi la svolta: la voglia di cambiare qualcosa e l'idea di andare un po' all'estero. In Argentina.
E come in un film, quello che doveva essere un breve viaggio di piacere si è trasformato in una nuova vita: a Buenos Aires Carlo ha trovato un lavoro che gli piace (come grafico), altri amici e l'amore di Lorena.

Ora Carlo Del Vasto è uno «strajè», felice di esserlo, e negli ultimi due anni - spiega - è tornato poco in patria. Lo incrociamo per caso sul treno, in un caldo pomeriggio di inizio luglio: con un Intercity sta raggiungendo Parma, assieme alla fidanzata Lorena Dominguez, per raggiungere i parenti di lui a Montechiarugolo. È una persona espansiva e si dice un lettore di www.gazzettadiparma.it. «Leggo i siti italiani per tenermi allenato con la lingua e per sapere cosa succede a Parma - spiega Carlo, che a tratti ormai tradisce un accento più da latinoamericano che di Montechiarugolo -. Come sono diventato uno strajè? Due anni fa, nel 2006, per motivi personali mi sono preso una pausa di riflessione. Avevo voglia di cambiare e sono andato in Argentina, dove i corsi per grafici multimediali costano molto meno che da noi. Pochi lo sanno, ma in Argentina questo è un settore forte. Dovevo restare tre mesi, invece sono rimasto a Buenos Aires».
Dell'Argentina ama in particolare il calore delle persone, che - spiega - sono tendenzialmente più aperte rispetto a noi emiliani. E certi valori sono sentiti: «Nella movida a Parma i discorsi riguardavano l'ultima maglietta o le scarpe firmate - dice il giovane - invece in Argentina c'è più il gusto di stare insieme, di fare amicizia bevendo un Mate (un infuso di erbe sudamericane, ndr)».

Carlo dice insomma di aver trovato Parma cambiata, in meglio nell'urbanistica ma in peggio dal punto di vista "morale". E l'effetto della lontananza da casa si vede. «Parma è tranquilla, non c'è criminalità...», dice, chiacchierando. Chi gli sta vicino gli ricorda che, al contrario, aumenta l'allarme sicurezza e il dibattito è intenso. «Be' - conclude Carlo - stando a Buenos Aires non sembra: quando vado in giro per la città, devo guardarmi attorno continuamente perché ci sono zone molto pericolose».

Ma una delle cose che lo strajè sottolinea maggiormente, parlando della sua provincia vista da dall'emisfero sud, è la delusione per la retrocessione del Parma in serie B. «In Argentina, Parma è conosciuta prima di tutto per la squadra di calcio - racconta il giovane -. Io sono dispiaciuto anche perché in questa stagione diverse persone dello staff, che in parte conoscevo, sono state cambiate. Tanti tifosi ci sono rimasti male per la retrocessione. E c'è chi pensa che dovrebbe avere... più giocatori argentini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5