-2°

Parma

Raccolta differenziata: Parma e Reggio le province più virtuose

Raccolta differenziata: Parma e Reggio le province più virtuose
Ricevi gratis le news
7

Tre milioni di tonnellate di rifiuti urbani nel 2008, 695 chili per abitante, il 3% in più rispetto all’anno prima e 11 milioni di rifiuti speciali nel 2007. È questa la quantità di immondizia prodotta dall’Emilia-Romagna, registrata dal report sulla gestione dei rifiuti elaborato dall’Arpa.
Cresce però anche la raccolta differenziata dei rifiuti e Parma è una delle province più virtuose in questo senso: «Il 5% in più in un anno: a fine 2008 era il 45%, superando il limite previsto dalla normativa - ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Lino Zanichelli, che ha presentato il Rapporto sui rifiuti -. Nel primo semestre 2009 siamo a quota 48% con buone probabilità di superare il 50% alla fine. Un dato estremamente positivo. Tra le province che differenziano meno spicca Bologna, con solo il 37,9% su un totale di 574.328 tonnellate. Ma il territorio del capoluogo è anche quello dove, in proporzione, viene prodotto un volume minore di rifiuti: 588 chili all’anno per abitante».

In base ai dati del Rapporto sui rifiuti, la provincia più virtuosa nel fare la differenziata è Reggio Emilia con il 51,7%. Seguono Parma (50,5%), Ravenna (49,2%), Modena (48%), Piacenza (46%), Ferrara (43,6) Forlì- Cesena (42,8%) e Rimini (41,8%).
«Soprattutto per il turismo - si legge nel rapporto - le quantità più ingenti di rifiuti rispetto alla popolazione vengono rilevate nelle località della riviera romagnola». Al primo posto c'è Rimini con 859 chili per abitante di rifiuti prodotti, poi Ravenna con 804 kg e Forlì-Cesena con 782 kg. Seguono Reggio Emilia (772), Ferrara (703) Piacenza (665), Modena (663) e Parma (615) e, appunto, Bologna.
«Molti di questi rifiuti derivano da attività produttive medio-piccole e, diversamente da altre regioni, vengono assimilati a quelli domestici, consentendo un maggiore controllo», ha precisato Zanichelli.
«Inoltre dal 2000 ad oggi le stazioni ecologiche sono passate da 220 a 350, anche grazie agli investimenti della Regione. Per quanto riguarda gli impianti l’Emilia-Romagna è autosufficiente», ha spiegato l'assessore.

Un capitolo a parte è quello dei rifiuti speciali, che derivano dalle attività produttive e di servizio. Nel 2007 erano quattro volte quelli urbani, di cui il 60% è stato recuperato e il 26% è stato smaltito. Sono difficili da conteggiare perchè devono essere dichiarati da chi li produce.
I dati del rapporto sono stati presentati in occasione della «Settimana europea per la riduzione dei rifiuti», in programma dal 21 al 29 novembre. In quei giorni saranno organizzate varie iniziative in tutta l’Emilia-Romagna, promosse dalla Regione.
Zanichelli ha infine sottolineato come nel Piano di Azione ambientale 2008-2010 sono previsti 15,5 milioni di euro in più «per potenziare le stazioni ecologiche, estendere i sistemi di raccolta differenziata e renderli più accessibili ai cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ci

    11 Novembre @ 13.18

    Riprendo cio' che dice looka76: anche nella zona oltretorrente, enia ha imposto la raccolta differenziata per plastica e vetro. Hanno memorizzato il chip o codice a barre posto sul bidone giallo, diventato obbligatorio anch'esso, non si potrà più esporre cioè, soltanto un sacco giallo pieno di vetro e plastica, come a molti vedevo (idem io...all'epoca) e vedo ancora fare comunque. Anche qui di sconti non se ne vedono, ma nemmeno ne hanno mai parlato anzi, se qualcuno non volesse fare la raccolta differenziata, deve denuciarlo all'enia. Altrimenti verrà sanzionato. Se hanno intenzione di creare un'altra tassa assurdissima sull'immondizia, il bidoncino lo faccio volare.

    Rispondi

  • franco

    10 Novembre @ 23.00

    CARO DIRETTORE, IL TITOLO GIUSTO DOREBBE ESSERE: " Raccolta Differenziata: Reggio e Parma le provincie più virtuose" O LE HAI MESSE IN ORDINE ALFABETICO!!!!! VERGOGNA VERGOGNA!!!!!!

    Rispondi

    • www.gazzettadiparma.it

      11 Novembre @ 09.47

      Caro Franco, le due città sono separate da poco più di un punto percentuale e sono in testa alla classifica. Leggendo l'articolo ci sono tutti i dettagli. Per favore, risparmi espressioni tipo "Vergnogna!" per problemi ben più seri. (A.V.)

      Rispondi

  • Luca Ronzoni

    10 Novembre @ 20.50

    l'articolo non dice però che a parma si deve parlare di raccolta differenziata obbligatoria, in quanto in certe zone, o almeno nella mia, Enìa ha eliminato di sana pianta i vecchi cassonetti. Per cui siamo obbligati a fare raccolta differenziata. Che poi dovevano esserci vantaggi sulle bollette grazie ad un microchip inserito nel bidoncino giallo della plastica e del vetro....Mah....Sarà......Io di sconti non ne ho visti. E nemmeno questo famoso microchip.....

    Rispondi

  • Francesco

    10 Novembre @ 19.31

    Si si , bella cosa , in teoria, la raccolta differenziata , ma , forse, non è tutto oro quel che luce ! E' assolutamente dannoso , per l' igiene e la salubrità dell' abitazione , tenersi in casa il rifiuto "umido" in putrefazione. Come facciano le cosiddette "Autorità Sanitarie" a consentire una cosa del genere non si sa , ma, evidentemente, si riconferma che Scienza e Tecnica si genuflettono servilmente alla Politica ! Poi, ci si dovrebbe tenere in casa un contenitore marrone per l' "umido" , un altro , pure marrone, per il "residuo", un altro, giallo, per plastica, vetro e barattolame, un altro, azzurro, per la carta. E che dobbiamo farci, una stanza apposta, in casa, per il "rudo" ? Non tutti hanno un balcone , e, quelli che ce l' hanno , non devono, per questo , ridurlo un letamaio ! E poi immaginate che edificante spettacolo vedere , dalla strada, i balconi pieni d' immondizia ! E avete letto le istruzioni per la suddivisione dei diversi materiali ? Ci vuole una Laurea in Filosofia del Diritto ! Le bottiglie di plastica vanno con la plastica, ma la plastica che non sia una bottiglia, va nel residuo. Se prendete un caffè , fumando una sigaretta e leggendo il giornale , i fondi del caffè vanno nell' umido , il giornale va nella carta e i mozziconi di sigaretta vanno nel "residuo" ! Ma vi rendete conto che le istruzioni devono essere comprensibili e memorizzabili anche da parte di vecchietti che hanno fatto la terza elementare sessant' anni fa ? E ancora , come e dove si smaltisce tutta questa roba ? Dev' essere tenuta in casa , ed esposta solo al mattino presto del giorno di raccolta , quindi bisognerà ricordarsi di esporre la plastica alla mattina presto di lunedì, l' "umido" alla mattina presto di martedì , il "residuo" alla mattina presto di mercoledì , e la carta alla mattina presto di giovedì ! In attesa del giorno di raccolta le immondizie dove devono stare ? Saranno distribuiti appositi contenitori comuni, ad uso condominiale, la cui manutenzione e pulizia dovranno essere fatte dal Condominio stesso. E dove si collocheranno ? Sulla strada, al di fuori dei giorni di raccolta, non ci possono stare. E allora ? Si mettono sulla porta d' ingresso dell' edificio , sotto le finestre delle abitazioni , come fetente accoglienza degli Ospiti ? E laddove il Condominio un cortile o un giardino non ce l' ha ? E ancora non basta. I rifiuti vanno esposti in strada la mattina presto del giorno di raccolta . Nei giorni in cui si va a lavorare , poco male. Uscendo, si mettono giù. Ma ci sono pensionati che, a lavorare la mattina presto, non ci vanno più, e ci sono pure i lavoratori "turnisti" che, magari , "fanno il pomeriggio" o hanno il giorno di riposo infrasettimanale. E cosa dovrebbero fare , "mettere la sveglia" anche nel giorno di riposo , alzarsi e vestirsi apposta per andare ad esporre la spazzatura ? Naturalmente la esporranno la sera prima , così, durante la notte , cani, gatti e pantegane ne faranno scempio, seminandola su tutto il marciapiede e su tutta la strada ! Ma che bella , questa raccolta differenziata ! Ho l' impressione che dovremo abituarci a camminare su marciapiedi pieni di pattumiere di tutti i colori ! Che differenziare i rifiuti e riciclare i materiali riciclabili sia vantaggioso per l' ambiente è vero. Ma lo smaltimento dei rifiuti noi lo paghiamo. Se la cernita della spazzatura dobbiamo farcela noi in casa , le Ditte che paghiamo cosa fanno ? Tanto per ribadire che, in qualche caso, le cose andavano meglio quando andavano peggio , negli anni trenta-quaranta, a Milano , l' Azienda della Nettezza Urbana aveva già la "differenziata" , ma la cernita veniva fatta dagli operai dell' Azienda stessa in una specie di apposita "catena di montaggio", mica in casa dai Privati Cittadini ! Per non dire poi che, in molti posti , agli Utenti vien fatta fare la cernita del "rudo" , che poi, però, viene seppellito o buttato , tutto insieme, nelle discariche e negli inceneritori !

    Rispondi

  • Kenny

    10 Novembre @ 19.02

    Ma allora la domanda sorge spontanea...........visto che la differenziata và così bene e ce la menano ogni giorno......a cosa serve il termovalorizzatore ????

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

confartigianato

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

PARMA 2020

«Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

serie b

Parma, confronto tra giocatori, staff e proprietà: al momento D'Aversa resta Video

6commenti

serie B

Il Frosinone vince e (con l'Empoli) vola in fuga La classifica

1commento

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

15commenti

Ko a Empoli

Parma rosso di vergogna

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

1commento

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

OAXACA

Ancora terremoto in Messico: scossa di magnitudo 5.9 nel sud

reggio emilia

Gli propone sesso ma gli ruba il finto Rolex: denunciata 25enne

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa