12°

22°

Parma

Garofano: "Le consulenze pagate? Solo il 2% su 6.500 casi"

Garofano: "Le consulenze pagate? Solo il 2% su 6.500 casi"
Ricevi gratis le news
21

Le consulenze fatte a pagamento dal Ris di Parma rappresentano il 2% dei 6.500 casi trattati ogni anno dal reparto. Lo ha detto l'ormai ex comandante del Ris di Parma, Luciano Garofano, in una conferenza convocata per spiegare il suo abbandono dell’Arma e la sua posizione nell’inchiesta aperta dalla Procura di Parma a seguito di un esposto dell’avvocato Carlo Taormina. «Abbiamo trattato – ha sottolineato Garofano – casi molto complessi, come Cogne o l’omicidio di Tommaso Onofri. Quando ricevevamo gli incarichi dalle procure, la mia scelta era quasi sempre quella di svolgere l’attività nell’orario di lavoro senza perseguire emolumenti, proprio per rispondere in modo efficace e veloce». Solo un piccolo numero di consulenze, ha aggiunto, e io personalmente ne ho fatte due negli ultimi cinque anni, si facevano fuori dall’orario di lavoro percependo un emolumento. Ma tutto è sempre avvenuto alla luce del sole ed è stato regolarmente registrato».
«Smentisco categoricamente di aver abbandonato l’Arma a seguito dell’inchiesta aperta dalla Procura di Parma nei miei confronti», ha continuato. Garofano ha spiegato di aver deciso di lasciare i Carabinieri quando è diventato operativo il suo trasferimento da Parma a Roma. Si è trattato, ha osservato, «di motivi professionali, personali e familiari. Io ero andato a Parma per organizzare un laboratorio di scienze forensi, come quelli che avevano altri Paesi. Ci ero riuscito e quindi trasferirmi a Roma era come l'interruzione di un sogno e ho deciso di lasciare l’Arma, perchè voglio continuare a fare le mie attività, scrivere, fare il docente, tutte cose che il trasferimento a Roma mi avrebbe impedito».

L'INCHIESTA - «Falso, peculato, truffa ai danni dello Stato». Secondo il procuratore Gerardo Laguardia, sono queste le ipotesi di reato su cui sta lavorando la procura parmigiana in relazione all’inchiesta che coinvolge l'ex colonnello dei carabinieri Luciano Garofano, per anni al vertice del Ris di Parma. Si valuterà l'eventuale sussistenza del reato di abuso d’ufficio.

«Sono ipotesi di reato per certi versi provvisorie – ha continuato Laguardia – in attesa di avere una informativa specifica e definitiva. Il colonnello non è stato convocato per un interrogatorio che allo stato non avrebbe senso». Insomma, l'inchiesta è ancora agli albori ed è «prematuro esprimere qualunque tipo di valutazione». La prima denuncia presentata dall’avvocato Taormina, infatti, risale ad un paio di anni fa.
Il tribunale militare aprì un’inchiesta sul colonnello Garofano non ravvisando però la commissione di reati che potessero rientrare sotto la sua competenza. «A giugno – haspiegato Laguardia – gli atti sono stati trasmessi a Parma e noi abbiamo aperto un fascicolo». Garofano è l’unico iscritto nel registro degli indagati per una vicenda che ruota intorno ad alcune consulenze di cui è stato incaricato, in qualche caso in qualità di «persona fisica», non di ufficiale superiore dell’Arma.

LA REAZIONE DI GAROFANO  - «Sono accuse che fanno molto male». Sono lapidarie le parole del neo-generale dei carabinieri Luciano Garofano, che rimanda a domani ogni altra dichiarazione. Garofano ha indetto per domani una conferenza stampa a Roma, durante la quale parlerà delle vicende delle ultime settimane. L'incontro con i giornalisti si svolgerà in un hotel di Roma e si svolgerà alla presenza dei suoi legali di fiducia, Eraldo Stefani del foro di Firenze e Daniele Carra del foro di Parma.
Durante la conferenza stampa Garofano «chiarirà tutti gli aspetti che riguardano le sue recenti dimissioni dall’Arma dei carabinieri e l’inchiesta avviata dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Parma a seguito dell’esposto denuncia dell’avvocato Taormina».

LE ACCUSE DI TAORMINA -  L'ex comandante del Ris di Parma,Luciano Garofano, risponda a domande sulla sua partita Iva. Lo chiede l’avvocato Carlo Taormina, commentando la conferenza stampa annunciata per domani dal generale appena dimessosidall’Arma.
«Preso atto che egli ha dichiarato che risponderà a tutte le domande – spiega Taormina, che con un suo esposto denuncia hafatto aprire un’inchiesta della procura di Parma su Garofano – gli faccio pervenire le seguenti richieste. Se può confermare o smentire di essere titolare di una partita Iva e se tale titolarità sia compatibile con la qualità di ufficiale dell’Arma; ove sia stato o sia titolare di partita Iva, se è ingrado di esibire alla stampa tutti i movimenti di denaro laddove vi siano stati; se gli stessi movimenti di denaro, ove vi siano stati, siano suscettibili di essere esibiti alla stampa con riguardo a conti correnti intestati a lui o a persona direttamente o indirettamente a lui collegata; se sia mai accaduto che le somme ricavate dalle consulenze tecniche, siano state spartite con appartenenti al Ris di Parma».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    18 Novembre @ 12.49

    Caro signor "zona franca" , io non faccio il "segretario" di nessuno. Sono perfettamente d' accordo con lei sulle gravissime difficoltà che , di questi tempi, incontrano i giovani nell' inserimento nel mondo del lavoro, sul fatto che vivano nell' incertezza di occupazioni "a termine" , che siano sottopagati, che vengano sfruttati lavorando in "stage" durante i quali faticano , e, poi, quando sarebbe il momento di essere assunti, vengono invece ributtati in mezzo alla strada. Tutto quello che vuole lei, ma che, per questa ragione , lei venga ad accusare un Colonnello dei Carabinieri di avere uno "stipendio milionario" , quando non è affatto vero , non vedo che guadagno e che decoro possa dare alla sua causa. Quanto, poi, alle "candidature" in politica, signor "zona franca" , anche i "precari" possono presentarsi alle Elezioni sa ? Se un Partito ha pensato di candidare il Generale Garofano , mentre nessuno ha ritenuto di candidare lei, mi dispiace, ma non vedo, in questo, la colpa del Generale. Quello che lei ha fatto , e che definisce "ragionamento" , mi dispiace, ma "ragionamento" non è. E' solo un moto di stizza a casaccio, rivolto, secondo me, alla persona sbagliata . Emotivamente, posso anche capirla, la sua stizza , ma, mi creda che, se vuole modificare la Società insultando il prossimo, non va molto lontano. Mi perdoni un' ultima pignoleria. Quello che lei chiama "signor" Garofano , anche se non si vuole chiamarlo col suo grado, "Generale" , come Laureato in Scienze Biologiche , ha diritto, quantomeno , al titolo di "Dottore". Lo so, è una pignoleria , ma sa, a volte, la forma è anche sostanza.

    Rispondi

  • zona franca

    18 Novembre @ 11.37

    Caro "Vercingetorige", Non sapevo che Lei facesse anche da segretario al Sig.Garofano. La mia era una critica verso questa Società che chiude le porte in faccia ai giovani praticamente in tutti i settori e sinceramente fa un po' effetto vedere persone che hanno già tutto e si candidano anche in politica. Tutto qua. Peccato che non abbia colto questo ragionamento. Per quanto riguarda la mia laura mi dia il suo indirizzo che Le mando il curriculum per intero. Saluti.

    Rispondi

  • Francesco

    18 Novembre @ 10.58

    Caro Signor "zona franca" ,LO STIPENDIO DI UN COLONNELLO DEI CARABINIERI E' QUELLO DI UN QUALSIASI DIRIGENTE DI UN PUBBLICO UFFICIO, ANZI, E' INFERIORE A QUELLO DI ALTRI DIRIGENTI, ED E' MOLTO, MOLTO LONTANO DALL' ESSERE "MILIONARIO" ! Il Colonnello Garofano è stato promosso Generale di Brigata all' atto del congedo , quindi non ha mai ricevuto lo "stpendio" da Generale, che, comunque, non è "milionario" neanche quello , pur essendo discreto. Quanto poi il Generale Garofano , che è laureato in Scienze Biologiche ( lei che Laurea ha ?) e scrive libri di successo, possa aver guadagnato con attività libero professionale o coi diritti d' autore , non sono affari che la riguardino .

    Rispondi

  • stefano

    17 Novembre @ 22.32

    Purtroppo siamo in italia ( e la i minuscola non è un errore ). Quindi ci sta che venga messa in discussione anche una eccellenza assoluta quale i Ris e la professionalità e la rettitudine di tutti coloro che ne fanno parte. Forse un giorno, e sarà comunque troppo tardi, ci renderemo conto che non si può continuare a distruggere sempre e comunque !!!!!

    Rispondi

  • Luigi

    17 Novembre @ 21.22

    ...Tenente Colonnello Sergio De Caprio alias "Capitano Ultimo" dei Ros,operazione Riina..senza scorta,ma Irene Pivetti con impegni in trasmissioni Trash,scorta a vita.... ....Colonello Luciano Garofano,travolto da "scandalo mediatico" senza motivo ne ragione per sete di vendetta di un "pool" di squallidi personaggi che ne hanno infangato la professionalità,l'intelligenza e la passione per il suo lavoro...ma infangare l'intelligenza di Garofano sarà dura....che dire se non sia il caso di andarsene da questo paese in preda alle Metastasi Tumorali oppure attendere che dopo i Rocco Chinnici,Giovanni Falcone,Paolo Borsellino l'Italia se desta?Ricordiamoci che un uomo può essere "morto"anche senza il tritolo,in quanto ucciso nello spirito come stanno cercando di fare con 2 servitori della nostra immeritevole PATRIA!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

22commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»