protesta asili

I genitori: "Traditi e insultati dai 5 Stelle"

I genitori: "Traditi e insultati dai 5 Stelle"
Ricevi gratis le news
30

Usano ripetutamente due parole, i genitori del comitato AttivarSI per l’Infanzia, promotore del referendum sulla esternalizzazione di alcuni servizi oggi comunali: Traditi e insultati. Ecco le loro motivazioni all'indomani della seduta del Consiglio comunale in cui la maggioranza 5 Stelle - salvo Savani e l'ormai fuoriuscito Nuzzo - ha approvato la delibera che di fatto ha impedito lo svolgimento del referendum consultivo.

"Il 12 maggio è stata scritta una delle più brutte pagine della storia politica della città di Parma. Pensiamo che dopo le ultime Amministrazioni la città meritasse di meglio, molto meglio.

Noi genitori, che abbiamo seguito la vicenda che ha portato alla delibera riguardante la riorganizzazione dei servizi educativi e il bando per la ricerca del nuovo socio privato di Parmainfanzia, siamo stati TRADITI:
- TRADITI da un’Amministrazione che nei punti del suo programma orgogliosamente rivendicava la gestione diretta di servizi fondamentali legati all’educazione, che spiegava perché alcuni processi di esternalizzazione andavano combattuti, e che poi ha proceduto all’esternalizzazione della Scuola dell’Infanzia più grande di Parma, in attività da quaranta anni, considerata centro di eccellenza per la formazione dei piccoli. Politica lungimirante quella che demolisce uno dei servizi pubblici, e non sono molti, che funzionano bene e che era considerato un modello da imitare in Italia e all’estero!
- TRADITI quando non è stata data la possibilità di far esprimere un parere alla cittadinanza rispetto alla scelta fatta dalla Giunta tramite l’istituto del referendum, che tanto è stato sbandierato da questa Amministrazione come strumento capace di dare voce alla popolazione e farla diventare partecipe delle scelte rilevanti per la città.
- TRADITI quando, nel negarci il referendum, ci è stato detto che i tempi erano stretti e che era necessario approvare la delibera tassativamente. Il che suona davvero beffardo se si pensa che da oltre due anni la Giunta conosceva la necessità di effettuare la delibera. La responsabilità dei tempi stretti era unicamente dell’Amministrazione. I genitori e i cittadini di Parma, per contro, hanno appreso da meno di due mesi le intenzioni dell’amministrazione rispetto alle scelte di esternalizzazione. Oltretutto, se fosse stato approvato un emendamento presentato dalla minoranza, si sarebbe potuto sia approvare la delibera che svolgere il referendum. Ma evidentemente del referendum si aveva paura.
- TRADITI quando, con il voto di ieri, i Consiglieri hanno preferito mantenere le promesse fatte al socio privato, piuttosto che quelle fatte ai cittadini e con la conseguenza che il prossimo anno circa 200 famiglie in più rispetto a quest’anno non avranno la possibilità di mandare i loro figli all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia a causa dei tagli previsti nella delibera.
Noi genitori ci siamo anche sentiti INSULTATI:
- INSULTATI quando il Sindaco ha preso la parola durante il Consiglio e, mentendo, ha affermato che a noi interessava solo la scuola Tartaruga mentre invece il quesito riguarda tutte le Scuole dell’Infanzia Comunali a gestione diretta di Parma.
- INSULTATI quando il Sindaco ha sostenuto che la protesta era stata da noi condotta solo perché i nostri figli frequentavo la scuola Tartaruga, mentre numerosi aderenti al Comitato l’anno prossimo non avranno figli al Tartaruga e non saranno minimamente toccati dalla riorganizzazione.
- INSULTATI nella nostra intelligenza quando il Sindaco, sprezzante ormai più che del senso della decenza di quello del ridicolo, ha avuto il coraggio di definire un’operazione che porta alla esternalizzazione di 183 posti che prima erano a gestione diretta da parte del Comune come “L’inizio di una reinternalizzazione”.
Avremmo preferito parlare in questo comunicato solo di cose importanti ma due parole sui consiglieri della maggioranza ci vediamo costretti, purtroppo, a spenderle.
Grande è stato lo stupore di noi genitori, che non abbiamo frequentazioni del Consiglio Comunale, vedere questi soggetti fissare il vuoto, o il soffitto, o i loro cellulari, per ore invece di ascoltare il dibattito assembleare, assentarsi per lunghi periodi dagli scranni, effettuare interventi dai quali si desumeva la superficiale conoscenza delle questioni affrontate.
Grande è stato il nostro stupore quando alla fine della seduta li abbiamo visti votare contro il loro stesso programma, contro i loro stessi principi, impedendo di fatto con il loro voto lo svolgimento del referendum. Li abbiamo visti votare contro quella democrazia diretta tanto invocata a parole, ma alla prima occasione che si è presentata non applicata. Li abbiamo visti votare solo per obbedienza al Capo, a favore di un sistema che loro stessi si erano impegnati a provare a scardinare.
Tanti di noi martedì sera hanno avvertito un profondo sentimento di tristezza e delusione perché avevano creduto fino all’ultimo che questa Amministrazione potesse davvero rompere con vecchi sistemi di potere e vecchie logiche politicanti. E’ evidente invece a tutti che la delibera approvata martedì è in continuità con la preservazione dei sistemi e delle logiche del più recente passato.
Forse i 5 stelle (in verità non tutti, i consiglieri Nuzzo e Savani infatti si sono contraddistinti anche martedì sera per indipendenza di giudizio e schiena dritta non unendo il proprio voto a quello della maggioranza) hanno dimenticato che ad eleggerli sono stati soprattutto i giovani stanchi e nauseati dalla vecchia casta, che avevano visto in loro un tramite per riavvicinarsi alla politica.
A quegli elettori, ieri, è stato insegnato che si può fare e dire tutto e il contrario di tutto, senza un’esitazione, senza un ripensamento, senza il giusto approfondimento delle complesse problematiche sottese.
Il sindaco, il vice sindaco e i consiglieri di maggioranza sono arrivati dal nulla due anni e mezzo fa sugli scranni del Municipio, ieri sera noi semplici cittadini non usi alla politica sentendo i loro interventi in Consiglio Comunale abbiamo capito perché sino a due anni e mezzo fa fossero nel nulla, e siamo convinti che tra due anni e mezzo gli elettori li rimanderanno a quel nulla dal quale sono arrivati."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Marta

    15 Maggio @ 10.34

    Semplicemente vergognoso .... qui come d'altronde come in tutto quanto il nostro carissimo sindaco, con il suo codazzo, abbia messo le mani !!!! e in due anni e mezzo ancora avrà tutto il tempo per distruggere quanto di buono c'era ... !! grazie .... Mai la nostra città tra decoro e servizi ha toccato così tanto il fondo !!!!!

    Rispondi

  • filippo

    14 Maggio @ 20.46

    Gherlan glie lo spiego io: privatizzare è uno shock per i dipendenti pubblici perché dal giorno dopo devono lavorare di più come facciamo tutti noi. E allora col pretesto dei posti bimbo (il mio è iscritto ma lo sapremo fra qualche mese se il posto in convenzione c'è) fanno un po di casino con l'appoggio delle opposizioni che se ne approfittano cavalcando la presunta indignazione. Per il referendum confermo tutto: si faccia per cose importanti, queste sono cose che interessano (l'ha confermato l'associazione) un centinaio di persone...non tutt'al la città. A me sta bene così il servizio: i posti ci sono e si paga in base alla'isee...fine. Per il giornalista: non ho la puzza sotto il naso, sono operaio, ma io apprezzo di più il giornalismo d'inchiesta....raccontare l'arresto di qualcuno (col dovuto rispetto) son capaci tutti..

    Rispondi

    • MauB

      15 Maggio @ 08.45

      Mentire sapendo di mentire è una delle cose più agghiccianti che si possano fare. In questo modo Lei insulta se stesso (oltre che gli altri!) e la Sua intelligenza. E' stato scritto che il comitato coinvolge oltre 100 famiglie che non sono 100 persone ma molte di più ! Non solo, Lei ora cade (o fa finta di cadere) sulla stessa buccia di banana su cui Martedi sera è caduto (o ha fatto finta di cadere) il nostro grande Sindaco; il referendum NON riguarda la sola "tartaruga" ma TUTTE le scuole comunali esternalizzate ! Poi, se il quesito è "importante" o meno e questo lo deve decidere Lei allora ok, però chiamiamo le cose con il loro nome e non diciamo le bugie. Se a Lei il servizio sta bene cosi (cosi, come ? Lei non sa ancora come sarà ? C'è un bando europero da fare, Lei sa già chi lo vincerà ??), io rispetto la Sua idea, peccato Lei NON rispetti la mia e quella di oltre 100 famiglie ! Anche io sono artigiano (autonomo) e Martedi sono stato a casa mezza giornata per partecipare...

      Rispondi

    • 15 Maggio @ 06.58

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Filippo, io non verrò mai a spiegarti come si fa l'operaio: per il semplice motivo che se provassi a farlo farei una figuraccia, perchè sicuramnente tu ne sai molto più di me. E infatti, in questo caso il tuo commento precedente ha detto un sacco di inesattezze (doveri dire falsità, ma voglio sperare nella tua buona fede) su cui adesso vedo che hai sorvolato.... Quanto al giornalismo d'inchiesta, richiede una struttura dedicata (vedi Report o Presa diretta, dove un giornalista lavora a un singolo caso anche per mesi interi), cosa che un giornale generalista non può permettersi, senza ovviamente trascurare la bravura di gente come Gabanelli, Iacona ecc. E sai perchè non se lo può permettere? Perchè non è vero che già solo "raccontare l'arresto di qualcuno (o raccontare le mille altre cose della cronaca) sono capaci tutti", esattamente come non tutti sarebbero capaci di fare il tuo mestiere, o il medico o il cuoco ecc.. Sai quante testate sono nate a Parma con la convinzione di spazzar via "la vecchia Gazzetta piena di difetti"...? Ripeto: parliamo di quello che conosciamo, si evitano quelle che a Parma chiamiamo "pestate"....

      Rispondi

  • Samuele

    14 Maggio @ 17.50

    Bella lettera, si vede benissimissmo che non c'è la mano del pd o della cgil ! tutto spontanèo ci crediamo assolutamente tutti !

    Rispondi

    • SILENZIOSO

      14 Maggio @ 18.56

      Certamente uno scritto grillino si riconosce a prima vista. Almeno da uno che abbia frequentato con minimo profitto la quinta elementare.

      Rispondi

    • MauB

      14 Maggio @ 17.57

      Cavolo ci hanno beccato ! Non si può farsi scrivere una lettera da Renzi che ti pizzicano subito ! Diavolacci a 5 stelle, continuate pure la vostra "caccia alle streghe", nel frattempo Parma CROLLA e SOLO VOI guardate dall'altra parte ! Che TRISTEZZA, che VERGOGNA e che SQUALLORE ! Impresentabili, inguardabili e pietosi !

      Rispondi

      • gherlan

        14 Maggio @ 20.00

        scusi mi potrebbe spiegare qual è il GRANDE IDEALE per cui vi battete?

        Rispondi

        • MauB

          15 Maggio @ 08.38

          ad esempio, solo per fare 1 piccolo esempio, per ragioni di spazio non posso farle un elenco puntato che arriverebbe in tripla cifra; dicevo, ad esempio: mantenere fede al proprio programma elettorale. Se Lei ha figli, tra le altre cose, cerchi di insegnare loro che le bugie non si dicono. Il concetto, solitamente, viene assimilato tra i 6 ed i 9 anni. In giunta/maggioranza c'è gente di 60 (o quasi) che ancora fa fatica....

          Rispondi

        • Filippo

          14 Maggio @ 22.04

          Eliminare gli stupidi: evidentemente ci non ci siamo ancora riusciti.

          Rispondi

  • la rivolta di atlante

    14 Maggio @ 16.08

    la rivolta di atlante

    FORSE QUESTA VOLTA HA RAGIONE IL SINDACO A ESSERE SCHIETTO .... I FIGLI COSTANO E NON E' DETTO CHE TUTTI I CITTADINI ABBIANO VOGLIA DI MANTENERE LA TUA PROLE ... CHI SE LI FA' SE LI SBARBA .... OTTIMO CONCETTO IN UN MONDO SOVRAFFOLATO DI ESSERI UMANI DENUTRITI E AMMALATI .... SOLIDARIETA' NON E' SINONIMO DI INGENUITA' ...

    Rispondi

    • annamaria

      15 Maggio @ 00.51

      Certamente qualche dubbio sul mantenere lei, a saperlo, l'avrei avuto.

      Rispondi

    • Filippo

      14 Maggio @ 22.06

      A te chi te la paga pensione? Neanche scrivere in maiuscolo è sinonimo d'intelligenza, evidentemente...

      Rispondi

      • 15 Maggio @ 06.46

        REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ci risiamo con l'asilo? Voi pensate a esprimere le vostre opinioni, poi a valutare l'intelligenza ci penseranno gli altri lettori. Grazie

        Rispondi

    • MauB

      14 Maggio @ 16.23

      di TUTTA questa vicenda, che da mesi caratterizza le cronache locali (e non solo), Lei non ha capito 1 parola ! NON 1 sola parola ! E' AGGHIACCIANTE come si debba sempre trovare il modo di commentare qualsiasi cosa, come se fosse obbligatorio ! "un bel tacer non fu mai scritto"

      Rispondi

  • filippo

    14 Maggio @ 15.56

    A me tutta questa storia puzza parecchio. Intanto sono 4 gatti ma sono in primissima pagina. E già qui mi sento un po preso in giro. Qualche anno fa consiglio comunale mezzo in galera e gente sotto i portici a bloccare tutto ma sul sito della gazza pochi reportage....fatti tutti a posteriori, quando era evidente a tutti. Parlare di progetto educativo per un asilo è un po pretestuoso. La mia impressione è che qualche "educatore" dovrà farsi su le maniche da adesso in avanti (situazione analoga alla'orchestra del Regio) e la cosa non gli va giu. Bene ha fatto il Sindaco. Se aveva destra e sinistra contro vuol dire che ha ragione. La questione referendum: io eleggono un politico e poi lui fa quello per cui l'ho eletto. Ma vi pare che si possa fare un referendum per un asilo? Io lo voto e per tutto il mandato decide lui: asili, rifiuti, inceneritori, ztl ecc...poi se son contento lo rivolto. Stop.

    Rispondi

    • Filippo

      14 Maggio @ 22.11

      "...io eleggo un politico e poi lui fa quello per cui l'ho eletto" Ecco, appunto: questa è la prova chiara che non ci arrivi: tutta la protesta nasce dal fatto che questa sottospecie di sindaco sta facendo il contrario di quello per cui è stato eletto... La puzza che senti, è di quella che hai pestato.

      Rispondi

    • MauB

      14 Maggio @ 17.00

      Buona Sera Signor Filippo, grazie per aver rivolto la Sua cortese attenzione al nostro Comitato. Il Comitato è composto da oltre 100 famiglie, 54 delle quali alle stipula del comitato si sono recato presso uno studio notarile di Parma, hanno fatto una firma autentica ed hanno pagato un contributo per esserci. In questo Comitato che NON ha connotazione politica ci sono molti genitori i cui figli, il prossimo anno, frequenteranno la 1a elementare e che quindi potrebbe fregersene del problema, invece si battono per un IDEALE sottraendo giorni interi alla loro famiglia ed al loro lavoro (solo martedi 12 siamo stati in Consiglio Comunale dalle 13.00 alle 23:30). Lei parla del problema senza saperne NULLA ! Digiuno completo ! La questione referendum ? é evidente ed imnbarazzante che Lei non sa che è proprio il M5S ad aver cambiato il regolamento del consiglio comunale di PR per introdurre il referendum (senza quorum). Purtroppo i caratteri stanno finendo. Mi spiace. "un bel tacer non fu mai.

      Rispondi

      • Fabio L

        14 Maggio @ 19.00

        Grande MauB........il sig Filippo purtroppo ha capito nulla...basta che va avotare poi se chi ha votato gli capovolge il mondo per lui andrà sempre bene, complimenti sig. Filippo.....non la invidio per niente

        Rispondi

    • 14 Maggio @ 16.19

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - A me "puzza" di più la sua obiettività. Almeno si fosse documentato....: 1) Quando c'è stata tanta gente in Piazza Garibaldi è andata in prima pagina sia nel 2015 che nel 2011: i "pochi reportage a posteriori" mi sembrano una sua fantasia. Quanto all' "evidente a tutti", in effetti di solito si aspetta che sia la magistratura a fare arresti e imputazioni, anche perchè altrimenti sarebbe diffamazione. Prima, però, avevamo riportato tutte le obiezioni e i dubbi dell'opposizione di allora, proprio come facciamo per quella al governo M5s. 2) Sul testo, come vede lei ha appena espresso la sua opinione (come tanti altri hanno fatto) ed ora questa è pubblicata sullo stesso sito della gazza, sullo stesso articolo in "primissima pagina". Così, del resto, avviene dal 5-5-2008, per tutti gli interventi di destra-sinistra-centro. E senza...puzza sotto il naso

      Rispondi

      • Fabio L

        14 Maggio @ 18.56

        A questi pseudo apolitici sarebbe opportuno lasciarli bollire nella loro pentola.....e farli cucinare per bene vero sig. filippo e sig. samuele??????? Informatevi bene prima di aprire la bocca.........

        Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

allarme maltempo

L'Enza e il Taro fanno paura: vertice notturno. Sorbolo, ponte chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

Ladri, rifiuti, droga: non c'è pace. Ma qualcuno "resiste". Parlano i commercianti

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS