-2°

Parma

Corteo anti inceneritore

Corteo anti inceneritore
Ricevi gratis le news
5

Questo pomeriggio in piazzale Santa Croce  ha preso avvio la fiaccolata di Santa Lucia organizzata dal Coordinamento gestione corretta dei rifiuti per riportare l'attenzione sul problema dell'inceneritore che si vuole costruire a Ugozzolo.

E intanto, l'ing. Fabio Cavalca ha annunciato di avere presentato un esposto in procura. Ecco il testo:


Nei giorni scorsi ho presentato alla Procura della Repubblica di Parma un esposto sulla costruzione dell'inceneritore, prevista a Parma.
Nell'esposto ho citato due fatti:
1. Gli Enti Locali operanti sul territorio del Comune di Parma, per quanto di loro rispettiva competenza, hanno autorizzato la Enìa SpA a realizzare un impianto di incenerimento rifiuti;
2. In diversi modi ed in diversi tempi, un “Comitato Gestione Corretta Rifiuti” (CGCR), ha ripetutamente e con forza denunciato l'insalubrità del procedimento di trattamento (combustione) dei rifiuti che è stato scelto, proposto ed autorizzato, chiedendo che chi di competenza intervenisse a bloccare l'iniziativa di cui al punto precedente ed incanalasse lo smaltimento dei rifiuti verso procedimenti ritenuti meno dannosi (se non innocui) per i cittadini. A sostegno delle proprie tesi, il Comitato Gestione Corretta Rifiuti ha prodotto e pubblicato un sito internet apposito e, tra gli altri documenti, ha reso pubblico il link al documento reperibile su internet
http://www.disinformazione.it/effetti_salute_inceneritori.htm (documento a firma dell'oncologa dott.ssa Patrizia Gentilini) Lo stesso CGCR ha reso disponibile (sul suo sito) sia un link al documento http://bergamoscalciante.splinder.com/post/18184601, sia al documento http://www.artac.info/images/telechargement/091123_rapportincineration.pdf documento dell'ARTAC, associazione francese per la lotta al cancro)
All'esposto ho allegato copia dei documenti citati più sopra, che concordemente sostengono la pericolosità del procedimento di incenerimento rifiuti.
Da non-esperto di legge, ho esposto quella che a me, semplice ingegnere, è parsa come una lapalissiana ineludibile alternativa: o non è vero che l'incenerimento dei rifiuti renda inevitabili scarichi di sostanze di effettiva pericolosità, o è vero che detto incenerimento comporta necessariamente lo scarico in atmosfera di sostanze dannose per la salute. Basandomi sulla convinzione che non si possa stare fuori da questa alternativa, ho pensato che in ogni caso ci si possa trovare di fronte a comportamenti previsti come reati dal codice penale:
- se non fosse vero che l'incenerimento produce sostanze nocive, allora potremmo trovarci di fronte ad un ingiustificabile 'procurato allarme' tra la popolazione;
- se invece tutto questo fosse vero, potrebbe non essere accettabile l'ostinazione dei promotori, autorità, appaltatori nel proporre, approvare e realizzare il citato impianto.
Ora, non essendo esperto di diritto, ho chiesto alla Procura di valutare proprio le eventuali implicazioni penali della vicenda.
Come cittadino, poi, ho rivendicato il diritto di pretendere che sia messo un punto fermo, una informazione definitiva e veritiera sull'impatto che potrebbe avere il citato inceneritore sulla vita di tutti noi e, specialmente, sulla vita delle giovani e delle future generazioni di parmigiani.
A conclusione dell'esposto, ho chiesto che l'Autorità Giudiziaria provveda a bloccare l'operazione in corso, in attesa che si possa eseguire una verifica scientifico-tecnica della eventuale pericolosità dell'impianto progettato, verifica da affidare, ovviamente, ad esperti di fiducia della Procura.
Ho chiesto un intervento “immediato” per una becera questione di vile denaro: qualora si pervenga solo in tempi futuri ed anche lontani alla conclusione che davvero il procedimento di incenerimento provoca l'emissione di sostanze dannose per la salute, a giochi fatti, cioè ad inceneritore costruito, noi cittadini ci troveremmo sul groppone sia un costo di 180 milioni di Euro, da pagare mediante l'imposizione di tariffe tali da compensare Enìa del costo sostenuto, sia un impianto da smaltire anch'esso come inestetico rifiuto indifferenziato. A sostegno della richiesta di immediato intervento di blocco dell'operazione, ho anche accennato ad un possibile parallelismo con la vicenda dell'amianto, la cui produzione è stata interrotta quando molti, troppi danni erano già stati arrecati alla salute della gente.
ing. Fabio Cavalca

Di questo tema, infine, si parlerà lunedì alle 21 a Teatro Due con Gianni Tamino, dell'Università di Padova: si discuterà di alternative all'inceneritore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LC

    13 Dicembre @ 11.42

    "Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei". Nedlla bibliografia a sostegno delle argomentazioni anti-inceneritore si fa riferimento al sito disinformazione.it. Automaticamente il mio giudizio su tale corteo - senza leggere altro - diventa thumb down!

    Rispondi

  • andrea

    13 Dicembre @ 11.22

    Volevo rispondere al Sig. Gigi , che sminuisce un argomento così importante riducendolo a qualche ora di disagio per chi si trovava o abita nei pressi del centro... Evidentemente a lei un nuovo termovalorizzatore costruito a Ugozzolo non interessa...probabilmente pensa che l'aria che respirano ad Ugozzolo non arrivi in centro...e di conseguenza tumori, diossine e agenti inquinanti in genere non sono un suo problema... Io non so se lei abita o passava di lì semplicemente... ma il problema riguarda tutta Parma, non solo i residenti interessati da questo malsano progetto...

    Rispondi

  • carla antonelli

    13 Dicembre @ 10.11

    non vogliamo l'inceneritore! è così difficile da capire? Vogliamo l'aria pulita

    Rispondi

  • Paolo

    12 Dicembre @ 23.47

    Cosa chiede il Signor Cavalca è molto chiaro, meno diossina nell'aria e se chi ha deciso tutto questo può essere perseguibile penalmente. La domanda è: cosa vuole chiedere lei, piuttosto, che esibisce un Italiano acrobatico. Non si capisce proprio il senso della sua domanda.

    Rispondi

  • pier luigi

    12 Dicembre @ 20.05

    mi complimento con coloro che hanno partecipato a questo corteo, pensano tanto alla salute e vanno in corteo con fiaccole ed in mezzo bambini in carrozzina, o passeggino, fidando nella educazione di chi non voleva essere disturbato e quindi abbiamo dovuto sopportare la musica dei clacson. Grazie ancora signor cavalca e soci, alla fine cosa volete?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

TV PARMA

Parma calcio, stasera a Bar Sport parla la società: in studio Malmesi

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

1commento

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa