Parma

Corteo anti inceneritore

Corteo anti inceneritore
Ricevi gratis le news
5

Questo pomeriggio in piazzale Santa Croce  ha preso avvio la fiaccolata di Santa Lucia organizzata dal Coordinamento gestione corretta dei rifiuti per riportare l'attenzione sul problema dell'inceneritore che si vuole costruire a Ugozzolo.

E intanto, l'ing. Fabio Cavalca ha annunciato di avere presentato un esposto in procura. Ecco il testo:


Nei giorni scorsi ho presentato alla Procura della Repubblica di Parma un esposto sulla costruzione dell'inceneritore, prevista a Parma.
Nell'esposto ho citato due fatti:
1. Gli Enti Locali operanti sul territorio del Comune di Parma, per quanto di loro rispettiva competenza, hanno autorizzato la Enìa SpA a realizzare un impianto di incenerimento rifiuti;
2. In diversi modi ed in diversi tempi, un “Comitato Gestione Corretta Rifiuti” (CGCR), ha ripetutamente e con forza denunciato l'insalubrità del procedimento di trattamento (combustione) dei rifiuti che è stato scelto, proposto ed autorizzato, chiedendo che chi di competenza intervenisse a bloccare l'iniziativa di cui al punto precedente ed incanalasse lo smaltimento dei rifiuti verso procedimenti ritenuti meno dannosi (se non innocui) per i cittadini. A sostegno delle proprie tesi, il Comitato Gestione Corretta Rifiuti ha prodotto e pubblicato un sito internet apposito e, tra gli altri documenti, ha reso pubblico il link al documento reperibile su internet
http://www.disinformazione.it/effetti_salute_inceneritori.htm (documento a firma dell'oncologa dott.ssa Patrizia Gentilini) Lo stesso CGCR ha reso disponibile (sul suo sito) sia un link al documento http://bergamoscalciante.splinder.com/post/18184601, sia al documento http://www.artac.info/images/telechargement/091123_rapportincineration.pdf documento dell'ARTAC, associazione francese per la lotta al cancro)
All'esposto ho allegato copia dei documenti citati più sopra, che concordemente sostengono la pericolosità del procedimento di incenerimento rifiuti.
Da non-esperto di legge, ho esposto quella che a me, semplice ingegnere, è parsa come una lapalissiana ineludibile alternativa: o non è vero che l'incenerimento dei rifiuti renda inevitabili scarichi di sostanze di effettiva pericolosità, o è vero che detto incenerimento comporta necessariamente lo scarico in atmosfera di sostanze dannose per la salute. Basandomi sulla convinzione che non si possa stare fuori da questa alternativa, ho pensato che in ogni caso ci si possa trovare di fronte a comportamenti previsti come reati dal codice penale:
- se non fosse vero che l'incenerimento produce sostanze nocive, allora potremmo trovarci di fronte ad un ingiustificabile 'procurato allarme' tra la popolazione;
- se invece tutto questo fosse vero, potrebbe non essere accettabile l'ostinazione dei promotori, autorità, appaltatori nel proporre, approvare e realizzare il citato impianto.
Ora, non essendo esperto di diritto, ho chiesto alla Procura di valutare proprio le eventuali implicazioni penali della vicenda.
Come cittadino, poi, ho rivendicato il diritto di pretendere che sia messo un punto fermo, una informazione definitiva e veritiera sull'impatto che potrebbe avere il citato inceneritore sulla vita di tutti noi e, specialmente, sulla vita delle giovani e delle future generazioni di parmigiani.
A conclusione dell'esposto, ho chiesto che l'Autorità Giudiziaria provveda a bloccare l'operazione in corso, in attesa che si possa eseguire una verifica scientifico-tecnica della eventuale pericolosità dell'impianto progettato, verifica da affidare, ovviamente, ad esperti di fiducia della Procura.
Ho chiesto un intervento “immediato” per una becera questione di vile denaro: qualora si pervenga solo in tempi futuri ed anche lontani alla conclusione che davvero il procedimento di incenerimento provoca l'emissione di sostanze dannose per la salute, a giochi fatti, cioè ad inceneritore costruito, noi cittadini ci troveremmo sul groppone sia un costo di 180 milioni di Euro, da pagare mediante l'imposizione di tariffe tali da compensare Enìa del costo sostenuto, sia un impianto da smaltire anch'esso come inestetico rifiuto indifferenziato. A sostegno della richiesta di immediato intervento di blocco dell'operazione, ho anche accennato ad un possibile parallelismo con la vicenda dell'amianto, la cui produzione è stata interrotta quando molti, troppi danni erano già stati arrecati alla salute della gente.
ing. Fabio Cavalca

Di questo tema, infine, si parlerà lunedì alle 21 a Teatro Due con Gianni Tamino, dell'Università di Padova: si discuterà di alternative all'inceneritore.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LC

    13 Dicembre @ 11.42

    "Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei". Nedlla bibliografia a sostegno delle argomentazioni anti-inceneritore si fa riferimento al sito disinformazione.it. Automaticamente il mio giudizio su tale corteo - senza leggere altro - diventa thumb down!

    Rispondi

  • andrea

    13 Dicembre @ 11.22

    Volevo rispondere al Sig. Gigi , che sminuisce un argomento così importante riducendolo a qualche ora di disagio per chi si trovava o abita nei pressi del centro... Evidentemente a lei un nuovo termovalorizzatore costruito a Ugozzolo non interessa...probabilmente pensa che l'aria che respirano ad Ugozzolo non arrivi in centro...e di conseguenza tumori, diossine e agenti inquinanti in genere non sono un suo problema... Io non so se lei abita o passava di lì semplicemente... ma il problema riguarda tutta Parma, non solo i residenti interessati da questo malsano progetto...

    Rispondi

  • carla antonelli

    13 Dicembre @ 10.11

    non vogliamo l'inceneritore! è così difficile da capire? Vogliamo l'aria pulita

    Rispondi

  • Paolo

    12 Dicembre @ 23.47

    Cosa chiede il Signor Cavalca è molto chiaro, meno diossina nell'aria e se chi ha deciso tutto questo può essere perseguibile penalmente. La domanda è: cosa vuole chiedere lei, piuttosto, che esibisce un Italiano acrobatico. Non si capisce proprio il senso della sua domanda.

    Rispondi

  • pier luigi

    12 Dicembre @ 20.05

    mi complimento con coloro che hanno partecipato a questo corteo, pensano tanto alla salute e vanno in corteo con fiaccole ed in mezzo bambini in carrozzina, o passeggino, fidando nella educazione di chi non voleva essere disturbato e quindi abbiamo dovuto sopportare la musica dei clacson. Grazie ancora signor cavalca e soci, alla fine cosa volete?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione, la piena vista dall'alto Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

Pedone investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

2commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

1commento

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

2commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

6commenti

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

2commenti

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS