21°

Piazza Duomo

Ascom annuncia azioni legali: "Siamo parte lesa"

Ascom annuncia azioni legali: "Siamo parte lesa"
13

L'annullamento del concerto di Renzo Arbore ieri sera "è un fatto e sconcertante e di estrema gravità": lo dice Ascom, che annuncia azioni legali verso Iko, l'organizzatore della rassegna Parma and Stars. L'associazione dei commercianti puntualizza, attraverso una nota, di essere coinvolta nell'iniziativa "con il solo ruolo main sponsor", quindi il modo in cui si è arrivati all'annullamento del concerto la rende parte lesa. Da qui la decisione di andare per vie legali. L'intervento di Ascom si chiude con un'amara considerazione: quella che doveva essere un'iniziativa per attrarre persone in città è diventata, "per una serie di incomprensibili inefficienze, l’ennesimo motivo di imbarazzo per l’immagine della nostra città".


Il comunicato integrale di Ascom Confcommercio: 

Quello che è successo nella serata di ieri, vale a dire la sospensione e l’annullamento del primo concerto in programma per la rassegna Parma and Stars, a seguito della mancanza di alcune condizioni di sicurezza indispensabili, emerse solamente all’ultimo momento, è un fatto sconcertante e di estrema gravità in cui Ascom è parte lesa così come lo sono le centinaia di persone a cui è stata negata una tempestiva informazione nonché la possibilità di godere di una serata di musica.
Come più volte ribadito Ascom ha finanziato questa iniziativa con il solo ruolo di main sponsor ed è in ragione di questo unico ruolo che la nostra Associazione interverrà legalmente nei confronti dei responsabili dell’organizzazione, sia per gli impegni economici siglati che per il danno di immagine subito.
E’ dal mese di dicembre 2014 che IKO Italian Konzert Opera ha avuto modo di confrontarsi con il Comune di Parma in merito all’organizzazione di questo evento (che peraltro nell’idea iniziale era previsto al Parco Ducale) ed è dunque inconcepibile che dopo 6 mesi di analisi e di confronti, a cui si sono aggiunte le polemiche dei mesi scorsi, si sia arrivati alla sera del primo evento con un risultato di questo genere! La cosa è ancora più strana se si pensa che la società IKO vanta una ventennale esperienza nell’organizzazione di eventi similari svolti in location che vanno da piazza Duomo a Siena, al Teatro Romano di Ostia, dal Vittoriale di Brescia a Castelgrande di Bellinzona in Svizzera ecc. ed è proprio per questa lunga e dimostrata esperienza che Ascom aveva accettato di sponsorizzare l’evento.
Arrivati a questo punto, dispiace davvero che un’operazione pensata per attrarre presenze su Parma e che peraltro ha dimostrato di essere in grado di farlo, sia diventata, per una serie di incomprensibili inefficienze, l’ennesimo motivo di imbarazzo per l’immagine della nostra città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    03 Luglio @ 17.56

    vignolipierluigi@alice.it

    Quelli di iko, forse, non sanno che a Parma, sempre forse, gli spettacoli passano da certe associazioni, specialmente la vendita dei biglietti? ma l'ascom lo sa!?

    Rispondi

  • Maurizio

    03 Luglio @ 15.46

    Ascom ha sicuramente ragione però qui secondo me c’è qualcosa di strano, Ascom non può avere colpa anche perché è solo sponsor, il Comune non penso abbia colpa perché tutta la documentazione da consegnare fosse competenza di Iko, la maggior indiziata pare essere iko ma sembra strano che gente esperta e professionale come loro si sia dimenticata di produrre tutte le certificazioni necessarie, che ci sia qualche cosa dietro che noi non sappiamo? Il fatto poi che si deciderà se proseguire o meno con la rassegna fa pensare, se decidi di non proseguire lo fai magari per evitare polemiche ma come ti comporti con eventuali richieste di risarcimento? Se invece è solo una mancanza di documentazioni i professionisti che lavorano per iko possono produrla in un pomeriggio in vista di un altro sopralluogo, puoi annullare il concerto di stasera ma non gli altri. Ripeto, c’è qualche cosa che non sappiamo? Troppi lati oscuri della vicenda

    Rispondi

    • Filippo

      03 Luglio @ 16.36

      filippo.cabassa.1970@gmail.com

      Sono d'accordo

      Rispondi

      • Davide

        03 Luglio @ 17.08

        Lo strano è che hanno cercato di boicottarlo in tutti modi con il beneplacito di alcuni cittadini, opposizione, associazioni, chiesa e avvocati. In tutto ciò chi ci rimette sono i cittadini e i commercianti del centro (Beh intanto all'Ascom che gli frega era solo sponsor)

        Rispondi

    • silviococconi

      03 Luglio @ 16.36

      Cmq. è pur sempre il Comune che ha la responsabilità di vigilare sui rapporti istituzionali e legali che gestisce la società organizzatrice, non defilarsi e fare lo struzzo come ha fatto l'assessora, altrimenti cosa ci sta a fare l'ente pubblico se non controlla ?! ...

      Rispondi

      • Davide

        03 Luglio @ 17.09

        Ha controllato non erano in regola e hanno annullato lo spettacolo. Mo co dit?

        Rispondi

  • Davide

    03 Luglio @ 15.21

    L'Ascom in questa occasione invece di fare l'impossibile (anche creando un clima sereno intorno alla manifestazione) per tutelare i propri associati (commercianti del centro) ha preso le distanze dall'evento ponendosi strumentalmente a fianco dell'opposizione per creare un clima di tensione tra gli organizzatori dell'evento e vari cittadini e associazioni. Inqualificabile! Se era solo main sponsor quale evento di richiamo ha organizzato in centro per quest'estate?

    Rispondi

    • Maurizio

      03 Luglio @ 16.26

      Secondo me invece una volta tanto l’ascom si è comportata benissimo, non ha preso le distanze, ha solo detto che non ha organizzato un bel nulla ma solo sponsorizzato e sembra che sia vero. Solo nel finale concordo con te ma io allargherei il raggio a tutto l’anno, ascom infatti a parma si schiera spesso contro l’organizzazioni di determinati eventi e questo non adesso ma da molti anni, quindi non è questione politica, a mio avviso è questione di miopia

      Rispondi

      • Davide

        03 Luglio @ 17.13

        All' Ascom si era rivolta la società IKO promotore e organizzatore dell'evento concordando sul luogo dell'evento (piazza duomo) senza nulla obiettare. Solo dopo le polemiche l'Ascom ha preso le distanza sul luogo dell'evento, se non andava bene doveva farlo presente da subito all'IKO per chiedere al Comune un altra location in città.

        Rispondi

  • Brunella

    03 Luglio @ 14.31

    Perchè allora nell'estate del 2007 la commissione di vigilanza aveva autorizzato l'evento "Sinfonie sotto le stelle" sempre in Piazza Duomo? Nel 2007 c'erano le condizioni di sicurezza e dopo 8 anni non ci sono più?

    Rispondi

  • Davide

    03 Luglio @ 14.29

    L' Ascom ha cominciato a smarcarsi dall'evento dopo le prime polemiche (con chiesa e opposizione di mezzo) è una pessima organizzazione (politicizzata) che fa veramente poco per i commercianti. Se l'evento fosse andato bene sarebbe stata in prima pagina a compiacersi dell'evento organizzato. Voltagabbana!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cose buone e belle di Parma

SONDAGGIO

Le cose buone e belle di Parma: da oggi si vota per O, P e Q. Fate le proposte per le ultime 6 lettere

Lealtrenotizie

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap e dehor

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio - Segui la diretta della seduta

5commenti

32a giornata

Parma-Maceratese anticipata alle 18.30 (domenica 2 aprile)

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

6commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

5commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

politica

Elezioni 2017, un gruppo solo in corsa per il simbolo M5S

Solo gli "Amici di Beppe Grillo" hanno presentato richiesta entro i termini

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

12commenti

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

1commento

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

DOMANI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

terrorismo

Terzo ergastolo per Carlos, lo Sciacallo

SOCIETA'

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

Inghilterra

L'auto che non entra nel cancello fa sorridere Video

SPORT

argentina

Pesanti insulti al guardalinee(Video): 4 turni di squalifica a Messi

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara