la polemica

Casa: "Incompetenza? Tutelata la sicurezza"

L'assessore: "Orgogliosamente diverso da chi mi chiede le dimissioni". Ma da Ghiretti nuove critiche

Casa: "Incompetenza? Tutelata la sicurezza"

L'assessore Cristiano Casa

Ricevi gratis le news
38

Preso di mira dalle opposizioni dopo l'annullamento del concerto di Renzo Arbore (con richieste di dimissioni da parte di più di n esponente politico), l'assessore Cristiano Casa torna sulla serata in Piazza Duomo, con una lettera inviata alla Gazzetta di Parma. Ecco il testo:

Egregio Direttore,

le chiedo ospitalità sulle pagine del suo giornale per ribadire ed integrare alcuni concetti rispetto a quanto uscito in questi giorni sul tema del concerto annullato giovedì scorso.

Innanzitutto non è emerso un concetto nella mia intervista di oggi (ieri per chi legge), che ritengo di fondamentale importanza. Mi riferisco al grande rammarico prima di tutto per gli spettatori del concerto che, come più volte chiarito, avrebbero potuto essere informati con ampio anticipo dall’organizzatore e quindi per Renzo Arbore che ha un legame speciale con la città e che mi auguro possa ritornare a Parma per fare quello spettacolo che l’altra sera purtroppo è saltato.

Non mi pare che siano chiaramente emerse, se non tra le righe, le motivazioni che hanno portato la Commissione di Vigilanza a dare parere non favorevole. Vorrei ribadire che, rispetto all’organizzatore dell’evento, si parlava di mancanza della certificazione di corretto montaggio delle torri layer, del palcoscenico e del gazebo; con riferimento all’impianto elettrico di mancanza della misura e del certificato dell’impianto a messa a terra; il numero degli estintori era insufficiente; della mancata presentazione della certificazione di reazione al fuoco delle sedie (cambiate rispetto a quanto precedentemente indicato), del palco, dei tendaggi e dei teli copertura. A queste si aggiungevano poi problematiche legate alle luci di emergenza, all’irregolarità dei piani in corrispondenza delle zone di stazionamento dei disabili, alle condizioni precarie di alcune sedie, ecc. Detto questo mi trovo costretto a rettificare quanto riportato in uno degli articoli del suo giornale nella giornata di oggi (ieri per chi legge) con riferimento al fatto che il parere della Commissione di Vigilanza “è obbligatorio ma non vincolante”. Infatti quanto affermato non è corretto. Il parere della commissione è vincolante e quanto indicato sul regolamento del consiglio comunale (approvato nel 2003) è in contrasto con l’art. 80 del TULPS (norma di carattere penale), che sancisce l’efficacia vincolante del parere della Commissione di Vigilanza, come già in precedenza statuito dalla giurisprudenza della Cassazione Penale.

Chiarito questo vorrei ribadire che da persona responsabile, vista la mancanza delle condizioni di sicurezza, non era neppure pensabile concedere una autorizzazione in deroga sia per l’incolumità della gente presente, che per i risvolti penali che, giustamente, ne sarebbero scaturiti. Da amministratore della città ci tengo a sottolineare che il mio impegno da assessore è sempre stato in linea con il principio del presidio dell’interesse generale nel pieno rispetto della legge vigente. Da questi principi è nata l’idea di non autorizzare il concerto di giovedì scorso. Se qualcuno in passato ha deciso di autorizzare in deroga, al di là degli aspetti penali, per quanto mi riguarda, non ha certamente dimostrato grande senso di responsabilità verso la sicurezza di spettatori, operatori e artisti e non ha sicuramente tutelato l’interesse generale.

Concludo con un pensiero rispetto alle affermazioni dei politici di opposizione e dei pensatori di questa città. Non uno è entrato nel tema sicurezza che, come detto, in questa faccenda è fondamentale. Neppure chi ha avuto un passato da sindacalista e per cui questi temi dovrebbero essere centrali. Non uno ha parlato del rispetto della legge. Tutti sono rimasti nella polemica del nulla per cui sono dei maestri inimitabili. Questi personaggi che, riferendosi al sottoscritto, al sindaco ed ai miei colleghi di giunta, parlano di incompetenza, di incapacità, di improvvisazione, sono coloro che, da una parte, hanno mortificato e massacrato la nostra città tanto che la gente li aspettava fuori dal municipio con i bastoni, mentre, dall’altra, sono coloro che avrebbero dovuto controllare il loro operato e che in molti casi, come ha ricordato in una splendida intervista l’attuale Senatore Pagliari, avevano stretto patti di collaborazione proprio con chi governava la città. Ebbene visto il livello superficiale e vuoto degli interventi, visto da chi provengono e vista la loro storia, è un grande onore per me la loro sterile critica e la loro richiesta di dimissioni. Io sono diverso da loro e sono orgoglioso di questo. Nel prendere la decisione avrei potuto cercare il consenso, come fanno loro quotidianamente, ma ho preferito pensare all’incolumità della gente e ad evitare riflessi penali anche per i miei collaboratori del Comune. E se avessimo autorizzato il concerto? Mi avrebbero criticato anche per questo e, forse anche di più, a dimostrazione che quello che a loro interessa non è il bene pubblico ma la sterile polemica e la ricerca di un consenso.

Cristiano Casa
Assessore Attività Produttive, Turismo, Commercio e Sicurezza Urbana
Comune di Parma

Sempre oggi, però, nuove critiche a Casa, con relativa nuova richiesta di dimissioni, sono venute da Roberto Ghiretti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lavapiatti

    05 Luglio @ 17.30

    Io non lo avrei firmato infatti mi sembra ragionevole e sensata la risposta di Casa...semplicemente che l'organizzazione non è stata gestita affatto bene e che il Comune essendo appunto coorganizzatore abbia la sua parte di responsabilità, perché ad ogni modo sono cose che riguardano una buona fetta dell'economia di Parma, per quel che rimane gestito e curato: il turismo.

    Rispondi

  • sabcarrera

    05 Luglio @ 15.27

    Ma chi commenta qui lo avrebbe firmato il nulla osta per l'agibilità delle strutture?

    Rispondi

    • Filippo

      05 Luglio @ 18.50

      E comunque, parlo per me: se è vero quel che asserisce Iko, ossia che le certificazioni richieste sono arrivate via mail e solo per questo non sono state accettate, io avrei firmato il nulla osta. Ma bisogna sapersi prendere delle responsabilità, qualità non pervenuta in giunta.

      Rispondi

    • Filippo

      05 Luglio @ 18.04

      Chi commenta qui non lo si può sapere, semplicemente perché non si sa neanche cosa avrebbe fatto prima ne' dopo: quindi la tua domanda non è pertinente, anche solo per il fatto che onori ed oneri della posizione spettano a chi si è candidato (e per la cronaca: non mi sembra neanche Casa sia stato eletto, ma scelto da Pizzarotti, chissà in base a che competenze...). Adesso, ti rimane comunque da dare qualche colpa a Vignali, Ubaldi, Renzi e il PD, ossia il commento grillino doc: non vorrai mica deluderci?!

      Rispondi

  • Fede

    05 Luglio @ 11.16

    Fra poco VAI A. CASA comunque......le lancette corrono e ricomplimenti per la figuraccia.......a casa SUBITO!!!!!! Non vediamo l'ora che finisca questa farsa fatta da dilettanti PERMALOSI che non ammettono MAI gli sbagli LORO. Insultate pure, e' nel vostro DNA da comici come il vostro creatore.

    Rispondi

  • Lavapiatti

    05 Luglio @ 10.56

    Sono assolutamente d'accordo con Filippo Bertozzi...per Dio le scelte fatte dal comune non sono certo scelte che sono state fatte da chi "critica il loro operato"... Ieri ho commentato che è stata una grande memorabile ecc figura di emme è che si dovrebbe dimettersi qualcuno di questa giunta...lo ribadisco tutt'ora, ma perché penso che ormai siamo tutti stanchi di questi tira e molla...la risposta di Casa mi sembra ragionevole però gli addetti al montaggio del palco e affini sono stato chiamato dal Comune di Parma...o chi per loro insomma credo che il Comune una parte di responsabilità ce l'abbia.. Mi auguro che il concerto lo riprogrammino in data da destinarsi

    Rispondi

  • Francesco

    05 Luglio @ 09.54

    Assessore, se la commissione ha stabilito che c'erano delle non conformità (estintori insufficienti, sedie non idonee, vie di fuga non adeguate), perché gli spettatori sono stati fatti accomodare in un luogo da voi stessi ritenuto non sicuro??? Ma sentiremo mai questa amministrazione dire: "abbiamo sbagliato", "potevamo fare meglio", "pensiamo di modificare la nostra decisione..." ?? Sulla raccolta differenziata sembra di avere a che fare con l'Onniscenza incarnata in Folli, che impone vincoli demenziali pensando forse di dover usare maniere intransigenti con una cittadinanza di trogloditi. Quando parla Pizzarotti sono tutti c*****i gli altri, perché pare che il mondo prima di lui non si sia mai impegnato in politica per il bene della comunità. Adesso Casa ci viene a dire che ha agito per la sicurezza dei cittadini. Ma non si rendono conto che stanno disgustando anche i loro stessi elettori?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS