Parma

Il vescovo: "Gesù bussa anche attraverso chi crede in un'altra religione"

Il vescovo: "Gesù bussa anche attraverso chi crede in un'altra religione"
Ricevi gratis le news
4

"Dio bussa anche attraverso chi non lo conosce". E' un messaggio rivolto all'accoglienza e all'integrazione quello lanciato dal vescovo monsignor Enrico Solmi durante la messa di Natale.
"Dio non vuole giocare con l'uomo a nascondino,  non vuole essere violento: ma sta alla porta e bussa. Solo dall'interno si può sentirlo - ha detto nell'omelia -. Bussa anche attraverso le persone, le situazioni, gli uomini, e attraverso chi è straniero, piccolo povero.  E' Gesù stesso che bussa anche tramite persone che non lo conoscono e che credono in un' altra religione".

Il vescovo ha anche espresso vicinanza alla famiglia di Gurinder Saini, il ragazzo morto dopo essere stato accoltellato in piazzale Sicilia. "Questo non è un Natale bello se pensiamo che a Parma è morto un giovane di 18 anno accoltellato all'uscita da scuola".  Un pensiero di vicinanza è poi andato al Santo Padre "per il tentativo di aggressione di ieri sera".  

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele Trancossi

    27 Dicembre @ 21.51

    Il mutamento climatico, i disastri come quelli recentemente capitati in Sicilia sono sicuramente colpa nostra. Sono colpa di scarsa cultura e scarsa attenzione alle leggi fisiche e naturali essenziali. Ma soprattutto sono colpa nostra le guerre e l'odio, che e' sicuramente l'anticamera del male, ma ancora di piu' il razzismo, cioe' l'idiozia di chi predica, contro ogni evidenza religiosa e scientifica che l'umanita' e' divisa in razze. In merito alle malattie purtroppo l'umanita' ha le sue colpe, in merito all'aumento della frequenza di questi mali, prima di tutto l'inquinamento. Il male ci trascende, sicuramente, ma il male e' anche al nostro livello stesso, ogni volta che non ci diamo come obiettivo il bene.

    Rispondi

  • LC

    27 Dicembre @ 12.03

    Totalmente in disaccordo con Hesse. La colpa non è nostra. Noi siamo le vittime. Il carnefice non lo si deve cercare tra gli uomini. L’elenco spaventoso delle malattie che affliggono la mente ed il corpo degli uomini è stato forse creato da noi?????????????? E le sventure quali maremoti, terremoti, tifoni, ecc. ecc. sono forse sempre creati da noi??????? Il maremoto che il 26 dicembre 2004 causò la morte di oltre 230mila persone è colpa nostra????? Capperi, ma come si fa a non vedere a chi spetta la responsabilità dell’esistenza del Male????! Tra l’altro ricordo che sono state evidenziati segni di patologia scheletrica (da artrosi a tumori ossei) a carico delle ossa fossili di dinosauri e di uomini del paleolitico. Per Hesse, anche quel Male è colpa nostra? Risulta chiaro, invece, che il Male ci trascende. Il Male è stato creato (non è casuale) ovviamente con un preciso scopo. Evidentissimo. Il fatto che l’Umanità non riesca ad indirizzare lo sguardo al vero fine del Male – e quindi attivandosi di conseguenza - è un qualcosa che probabilmente è scritto da qualche parte. In conclusione, devo ammettere che non ho simpatia per preti e per Hesse, perché, ripetendo ossessivamente la loro fallace litania (“è colpa nostra, se c’è il Male!”), non ci permettono di capire le vere intenzioni di Dio.

    Rispondi

  • Michele Trancossi

    27 Dicembre @ 11.24

    Ho apprezzato enormemente l'omelia del Vescovo Solmi. La trovo un esempio di un cristianesimo intelligente, conciliare e aperto. Per rafforzare questi contenuti che condivido, vorrei condividere una citazione di Herman Hesse: "La colpa della nostra miseria, della nullità e della crudele desolazione della nostra esistenza, la colpa della guerra, della fame e di tutto il male e la tristezza del mondo non è di un'idea o di un principio: è nostra, solo nostra. E solo per mezzo nostro, attraverso il nostro riconoscimento e col nostro volere tutto questo può mutare. C'è solo un insegnamento. C'è solo una religione. C'è solo una felicità. Mille le forme, mille i profeti, ma solo un richiamo, solo una voce. La voce di Dio non proviene solo dal Sinai, né dalla Bibbia; l'essenza dell'amore,della bellezza e della santità non è ne nel cristianesimo, né nella civiltà antica, né in Goethe ne in Tolstoi: è in te, in te e in me, in ognuno di noi. Questa è l'antica, unica dottrina, sempre uguale a se stessa, la nostra unica ed eternamente valida verità. E' la dottrina de "Regno dei cieli" che rechiamo "nell'intimo nostro". Accendete l'albero di Natale ai vostri bambini! Fate loro cantare gli inni natalizi! Ma non ingannate voi stessi, non continuate a contentarvi del povero, sentimentale, logoro sentimento col quale celebrate tutte le vostre feste! Pretendete qualcosa di più da voi stessi! Perchè anche l'amore e la gioia, quel misterioso fenomeno che chiamiamo "felicità", non si trova in questo o quel posto, ma solo "dentro di noi"."

    Rispondi

  • Andrea

    25 Dicembre @ 13.47

    Ma basta con questa retorica rifritta. Ma che la curia si faccia l'esame di coscenza prima di predicare agli altri. Cristo uomo ha ben poco a che vedere con la gerarchia ecclesiastica di oggi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

Aveva 41 anni

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260