11°

17°

Parma

Il vescovo: "Gesù bussa anche attraverso chi crede in un'altra religione"

Il vescovo: "Gesù bussa anche attraverso chi crede in un'altra religione"
Ricevi gratis le news
4

"Dio bussa anche attraverso chi non lo conosce". E' un messaggio rivolto all'accoglienza e all'integrazione quello lanciato dal vescovo monsignor Enrico Solmi durante la messa di Natale.
"Dio non vuole giocare con l'uomo a nascondino,  non vuole essere violento: ma sta alla porta e bussa. Solo dall'interno si può sentirlo - ha detto nell'omelia -. Bussa anche attraverso le persone, le situazioni, gli uomini, e attraverso chi è straniero, piccolo povero.  E' Gesù stesso che bussa anche tramite persone che non lo conoscono e che credono in un' altra religione".

Il vescovo ha anche espresso vicinanza alla famiglia di Gurinder Saini, il ragazzo morto dopo essere stato accoltellato in piazzale Sicilia. "Questo non è un Natale bello se pensiamo che a Parma è morto un giovane di 18 anno accoltellato all'uscita da scuola".  Un pensiero di vicinanza è poi andato al Santo Padre "per il tentativo di aggressione di ieri sera".  

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele Trancossi

    27 Dicembre @ 21.51

    Il mutamento climatico, i disastri come quelli recentemente capitati in Sicilia sono sicuramente colpa nostra. Sono colpa di scarsa cultura e scarsa attenzione alle leggi fisiche e naturali essenziali. Ma soprattutto sono colpa nostra le guerre e l'odio, che e' sicuramente l'anticamera del male, ma ancora di piu' il razzismo, cioe' l'idiozia di chi predica, contro ogni evidenza religiosa e scientifica che l'umanita' e' divisa in razze. In merito alle malattie purtroppo l'umanita' ha le sue colpe, in merito all'aumento della frequenza di questi mali, prima di tutto l'inquinamento. Il male ci trascende, sicuramente, ma il male e' anche al nostro livello stesso, ogni volta che non ci diamo come obiettivo il bene.

    Rispondi

  • LC

    27 Dicembre @ 12.03

    Totalmente in disaccordo con Hesse. La colpa non è nostra. Noi siamo le vittime. Il carnefice non lo si deve cercare tra gli uomini. L’elenco spaventoso delle malattie che affliggono la mente ed il corpo degli uomini è stato forse creato da noi?????????????? E le sventure quali maremoti, terremoti, tifoni, ecc. ecc. sono forse sempre creati da noi??????? Il maremoto che il 26 dicembre 2004 causò la morte di oltre 230mila persone è colpa nostra????? Capperi, ma come si fa a non vedere a chi spetta la responsabilità dell’esistenza del Male????! Tra l’altro ricordo che sono state evidenziati segni di patologia scheletrica (da artrosi a tumori ossei) a carico delle ossa fossili di dinosauri e di uomini del paleolitico. Per Hesse, anche quel Male è colpa nostra? Risulta chiaro, invece, che il Male ci trascende. Il Male è stato creato (non è casuale) ovviamente con un preciso scopo. Evidentissimo. Il fatto che l’Umanità non riesca ad indirizzare lo sguardo al vero fine del Male – e quindi attivandosi di conseguenza - è un qualcosa che probabilmente è scritto da qualche parte. In conclusione, devo ammettere che non ho simpatia per preti e per Hesse, perché, ripetendo ossessivamente la loro fallace litania (“è colpa nostra, se c’è il Male!”), non ci permettono di capire le vere intenzioni di Dio.

    Rispondi

  • Michele Trancossi

    27 Dicembre @ 11.24

    Ho apprezzato enormemente l'omelia del Vescovo Solmi. La trovo un esempio di un cristianesimo intelligente, conciliare e aperto. Per rafforzare questi contenuti che condivido, vorrei condividere una citazione di Herman Hesse: "La colpa della nostra miseria, della nullità e della crudele desolazione della nostra esistenza, la colpa della guerra, della fame e di tutto il male e la tristezza del mondo non è di un'idea o di un principio: è nostra, solo nostra. E solo per mezzo nostro, attraverso il nostro riconoscimento e col nostro volere tutto questo può mutare. C'è solo un insegnamento. C'è solo una religione. C'è solo una felicità. Mille le forme, mille i profeti, ma solo un richiamo, solo una voce. La voce di Dio non proviene solo dal Sinai, né dalla Bibbia; l'essenza dell'amore,della bellezza e della santità non è ne nel cristianesimo, né nella civiltà antica, né in Goethe ne in Tolstoi: è in te, in te e in me, in ognuno di noi. Questa è l'antica, unica dottrina, sempre uguale a se stessa, la nostra unica ed eternamente valida verità. E' la dottrina de "Regno dei cieli" che rechiamo "nell'intimo nostro". Accendete l'albero di Natale ai vostri bambini! Fate loro cantare gli inni natalizi! Ma non ingannate voi stessi, non continuate a contentarvi del povero, sentimentale, logoro sentimento col quale celebrate tutte le vostre feste! Pretendete qualcosa di più da voi stessi! Perchè anche l'amore e la gioia, quel misterioso fenomeno che chiamiamo "felicità", non si trova in questo o quel posto, ma solo "dentro di noi"."

    Rispondi

  • Andrea

    25 Dicembre @ 13.47

    Ma basta con questa retorica rifritta. Ma che la curia si faccia l'esame di coscenza prima di predicare agli altri. Cristo uomo ha ben poco a che vedere con la gerarchia ecclesiastica di oggi.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va