Parma

Pm10: da giovedì 7 i blocchi del traffico - Intanto slittano i nuovi limiti Ue. E Parma è a metà classifica

Pm10: da giovedì 7 i blocchi del traffico - Intanto slittano i nuovi limiti Ue. E Parma è a metà classifica
Ricevi gratis le news
9

 

  Comunicato stampa

 DAL 7 GENNAIO IL BLOCCO DEL TRAFFICO - Gli studi compiuti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) confermano il rilevante impatto delle polveri sottili sospese PM10 e PM2,5 sulla salute dei cittadini in termini di percentuale di decessi, ricoveri per disturbi respiratori e cardiovascolari e attacchi di asma nei bambini: ai sensi del Decreto del Ministero dell’Ambiente 25 Novembre 1994 il Comune di Parma è tenuto ad assicurare il monitoraggio della concentrazione di alcuni inquinanti atmosferici ritenuti importanti ai fini dell’impatto sanitario ed ambientale, fra i quali la Frazione Inalabile PM10 delle Polveri Sospese. A partire dal 2002, la Regione Emilia Romagna ha predisposto un Programma di interventi da adottare nel breve periodo, tra i quali l’adozione di provvedimenti programmati e permanenti di limitazione della circolazione veicolare.

Questi ultimi, pur se risultati non sufficienti a conseguire l’obiettivo, hanno positivamente contribuito, assieme ad altre iniziative attivate dal 2002 ad oggi al progressivo allineamento ai valori di qualità ambientale fissati dalle norme comunitarie e nazionali. I provvedimenti di limitazione del traffico hanno anche una valenza fortemente educativa e di sensibilizzazione della cittadinanza e la perimetrazione prevista è stata definita tenendo conto dell’ubicazione dei principali parcheggi e della viabilità principale presenti sul territorio. Pertanto, nel periodo compreso tra il 7 gennaio ed il 31 marzo 2010, scatterà il divieto totale di circolazione ogni giovedì dalle 08.30 alle 18.30 all’interno dell’area delimitata dalle seguenti strade e piazze, che manterranno la transitabilità:

­ Viale Bottego;

­ Piazzale Dalla Chiesa;

­ Via Garibaldi (tra Viale Bottego e Viale Mentana);

­ Viale Mentana;

­ Piazzale Vittorio Emanuele II;

­ Viale San Michele;

­ Piazza Risorgimento;

­ Stradone Martiri della Libertà;

­ Viale Berenini;

­ Ponte Italia;

­ Piazzale Marsala;

­ Viale Caprera;

­ Piazzale Barbieri;

­ Viale Dei Mille;

­ Viale Vittoria;

­ Piazzale Santa Croce;

­ Via Kennedy – tratto compreso tra p.le Santa Croce e parcheggio;

­ Viale Pasini;

­ Via Trombara;

­ Viale Piacenza;

­ Ponte Delle Nazioni.


Visualizza Il giovedì i blocchi del traffico - www.gazzettadiparma.it in una mappa di dimensioni maggiori

Si potrà usufruire dei parcheggi Toschi e Goito, percorrendo rispettivamente via IV Novembre, viale Toschi e viale Berenini, via Camillo Rondani e Borgo Salnitrara.

Il divieto totale di circolazione sarà revocato in caso di particolari condizioni che ne suggeriscano la momentanea sospensione, come la presenza di forti venti e piogge oppure di precipitazioni nevose.

In caso d’inosservanza delle disposizioni del provvedimento è prevista la sanzione amministrativa, in misura ridotta, di Euro 78,00.


Potranno circolare:

- autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 5;

- autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 4;

- ciclomotori e motoveicoli euro 2 ed euro 3;

- autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida;

- autoveicoli ad alimentazione a gas metano o GPL;

- veicoli ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 4, dotati di filtri antiparticolato dei quali risulti annotazione sulla carta di circolazione;

- autoveicoli con almeno tre persone a bordo se omologate a 4 o più posti, e con almeno 2 persone se omologate a 2 posti (car pooling);

- auto condivisa (car sharing);

- mezzi di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale;

- mezzi per la sicurezza pubblica, della procura, veicoli adibiti a servizi di Stato, veicoli di istituti di Vigilanza;

- veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (Taxi, le auto a noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc…)

- veicoli delle testate radiotelevisive e degli organi di stampa;

- carri funebri, mezzi di appoggio e veicoli al seguito;

- veicoli e motocicli di interesse storico e collezionistico di cui all’art. 60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, come da elenco FMI;

- veicoli di servizio di Enti Pubblici limitatamente ad interventi di emergenza;

- autoveicoli diretti agli alberghi della città se muniti di prenotazione o fattura;

- veicoli di paramedici ed assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine, esclusivamente nel tragitto casa-ambulatorio-paziente;

- veicoli attrezzati per il pronto intervento di impianti pubblici e privati, a servizio delle imprese e della residenza;

- veicoli:

adibiti alla manutenzione di pozzi neri e condotti fognari limitatamente ad interventi di emergenza;

adibiti al trasporto di farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici ecc.);

adibiti al trasporto di prodotti deperibili (pane, frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latticini, sementi, latte, acqua, ecc.);

- veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di strutture pubbliche e di assistenza socio-sanitaria, scuole e cantieri;

- veicoli di lavoratori in servizio presso aziende, o presso Enti Pubblici, o di lavoratori autonomi, in cui l’orario di servizio abbia inizio o fine in periodi non coperti dal trasporto pubblico, limitatamente ai percorsi casa-lavoro. La deroga riguarda, altresì, i lavoratori in pronta reperibilità o disponibilità per chiamate d’urgenza. I lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione rilasciata dal datore di lavoro o di tessera di riconoscimento dell’attività svolta, attestante la tipologia e/o la articolazione della turnazione o della pronta reperibilità. Qualora si tratti di lavoratori autonomi sarà sufficiente l’autocertificazione. Non sono valide certificazioni o autocertificazioni per percorsi casa-lavoro inferiori a due chilometri;

- mezzi ufficialmente adibiti al servizio di portatori di handicap e mezzi privati con a bordo portatori di handicap, in possesso di apposito contrassegno arancione;

- veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite o trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prenotazione sanitaria;

- veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);

- veicoli per il trasporto dei bambini da/per gli asili nido, le scuole materne, le scuole elementari, mezz'ora prima e mezz'ora dopo l'orario di ingresso e di uscita degli alunni (previa esibizione dell'orario scolastico vistato dall'istituto), limitatamente ai mezzi non compresi nel provvedimento di “divieto temporaneo alla circolazione dei veicoli particolarmente inquinanti”

Alla Polizia Municipale è consentito il rilascio di eventuali deroghe per casi di emergenza.

Al Settore Benessere e Sostenibilità è consentito il rilascio di eventuali deroghe per casi di comprovata necessità.

www.infomobility.pr.it

SLITTANO I NUOVI LIMITI UE - Anche per il prossimo anno le città sono salve: Pm10 a volontà anche nel 2010. Dal 1/o gennaio sarebbero infatti dovuti scattare i nuovi limiti per migliorare la qualità dell’aria, ma la direttiva Ue sullo smog, che avrebbe fatto tremare quasi tutte le città d’Italia, è slittata a data da destinarsi dopo il rinnovo del Parlamento Ue. Le nuove indicazioni apponevano delle restrizioni allo smog. I limiti attuali di Pm10 impongono un limite giornaliero di 50 microgrammi a metro cubo con 35 giorni di superamenti in un anno. Mentre la nuova legge prevedeva 7 giorni di superamento in un anno mantenendo fermo il limite dei 50 microgrammi. Anche la media annuale veniva ritoccata: da 40 microgrammi a metro cubo si passava a una riduzione pari a 20 microgrammi a metro cubo. La prima a tremare per un’eventuale entrata in vigore della direttiva Ue sulla qualità dell’aria sarebbe stata Torino.

Nell’ultima classifica di Legambiente sull'aria delle città italiane (relativa però solo ai primi mesi dell'anno) il capoluogo piemontese se la passa male insieme con Frosinone con 41 giorni di superamento dei limiti di Pm10, seguita da Brescia, Sondrio e Alessandria con 38. In quarta posizione, nella classifica attuale, Milano con 35 giorni, poi Lodi e Asti con 33, Lucca con 31 e Napoli con 30. Seguono Mantova con 29, Modena con 28, Firenze, Padova e Reggio Emilia con 27. Como, Rovigo e Vicenza registrano 26 giorni. Al diciannovesimo posto si piazza Pavia e al ventesimo Venezia. Dal ventunesimo al trentesimo posto troviamo: Piacenza con 24 giorni, Cremona e Novara con 23, Ancona e Verona con 22, Vercelli, Carrara, Terni e Treviso con 20, Ferrara e Perugia con 19, Bologna e Parma con 20. La capitale Roma si piazza al 36/o posto della classifica con 17 giorni. Le città fuorilegge oggi sono le prime 6 perchè al di sopra dei 35 giorni di superamento dei 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili. Ma con le nuove regole quasi tutta Italia si ritroverebbe fuori dai parametri Ue. A parte alcune isole felici. Possono dormire sonni tranquilli Salerno, la città in cui l’aria è migliore e in cui non sono stati registrati giorni di superamento. Ma anche Potenza con un solo giorno di superamento, Viterbo, Gorizia e Bolzano con due giorni. Seguono Trieste con 3 giorni, Trento e Aosta con 4 giorni, Caserta con 5. Appena dentro i limiti, Bari con 7 giorni di superamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • betti

    25 Febbraio @ 14.56

    sono uno dei quattro sfigati che nn può cambiare l'auto e sono veramente scocciata da quto blocco inutile. avrebbe avuto senso chiudere tutta la città, ma visto che c'è la partita....

    Rispondi

  • Stefano

    25 Febbraio @ 14.42

    la colpa è di Guidolin che ha chiaramente sbagliato la formazione...

    Rispondi

  • popsylon

    25 Febbraio @ 10.10

    Praticamente possono circolare tutti all'infuori dei quattro sfigati che non hanno i soldi per cambiare l'auto! Dall'anno prosimo si passerà ad euro 5 e 6. In partica ogni 5 anni, quando abbiamo finito di pagare la macchina, scatta l'omologazione sucessiva...

    Rispondi

  • SIFTO'

    29 Dicembre @ 19.50

    E' UNA LEGGE REGIONALE, PRENDETEVELA CON PERI ED IL GRIFONE ERRANI

    Rispondi

  • stefano

    29 Dicembre @ 02.16

    Avete fatto un enorme errore! I dati si riferiscono ai primi 2 MESI del 2009, non a tutto l'anno!! Nel documento c'è scritto:"Periodo di riferimento: dal 1 gennaio al 22 febbraio 2009". Il sito dell'Arpa di Parma riporta 61 sforamenti in via Montebello e 41 in Cittadella per il 2009. Nel 2008 sono stati rispettivamente 76 e 41. Magari avessimo 20 sforamenti all'anno!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Allerta meteo livello giallo

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

5commenti

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

TRAFFICO

Tamponamento nel pomeriggio sulla tangenziale nord

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

Differenze di genere, Torti: «Diamo la libertà di scegliere qualsiasi strada»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

Genova

Mamma salva il figlio di un mese e mezzo seguendo le istruzioni telefoniche del 118

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

SPORT

CHAMPIONS

Roma battuta di misura: 2-1 per lo Shakhtar

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra