CARCERE

I garanti dei detenuti: "Trattamenti degradanti a Parma"

Desi Bruno e il garante comunale Roberto Cavalieri: "Stop agli invii in via Burla"

Carcere di via Burla

Carcere di via Burla

Ricevi gratis le news
7

Solo quattro ore di aria al giorno, nessuna attività durante i mesi estivi, “ambienti detentivi caldi oltre ogni ragionevole grado di sopportazione” e celle doppie che “hanno uno spazio a disposizione calpestabile ai limiti dei 3 metri quadrati a persona, se non inferiore, parametro al di sotto del quale la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo ha stabilito la configurazione, di per sé, di trattamenti inumani e degradanti”: sono queste le condizioni della sezione detentiva Alta sicurezza 1 del carcere di Parma, che la Garante regionale delle persone private della libertà personale, Desi Bruno, ha visitato ieri insieme al Garante dei detenuti del Comune di Parma, Roberto Cavalieri. 

“Il Dipartimento, stanti gli attuali numeri e le attuali condizioni detentive, dovrebbe cessare di inviare nella sezione di alta sicurezza del carcere di Parma detenuti provenienti da altre carceri - auspicano i due Garanti -, riteniamo in ogni caso di interrogare l’autorità sanitarie competenti circa la sussistenza dei requisiti minimi di vivibilità all’interno degli spazi detentivi occupati da due detenuti, richiedendo un’ispezione urgente”.

Erano stati gli stessi ristretti, 31 in totale in quel circuito differenziato, a sollevare l'attenzione sulle loro condizioni, con una lettera collettiva in cui denunciavano l'incongruità delle proprie condizioni di detenzione: come sottolinea Desi Bruno, “sono condannati per lo più a pene particolarmente lunghe, molti dei quali all’ergastolo, anche ostativo, e sono sottoposti a un regime detentivo, di fatto, improntato ad una assoluta rigidità”.

Secondo i due Garanti, è evidente la “perdurante inadeguatezza dell’offerta trattamentale predisposta nei loro confronti, anche se l’attuale Direzione sta portando avanti la progettazione di una serie di attività che potrebbe vederli coinvolti: i detenuti in questione si trovano, per lo più, a restare chiusi in cella 20 ore su 24, salvo le quattro ore d’aria previste nelle fasce orarie che vanno dalle 9 alle 11 e dalle 13 alle 15 - spiegano - e in questo contesto, durante i tre mesi della stagione estiva, anche le limitate attività trattamentali, culturali e sportive sono, di fatto, sospese”. Inoltre, continuano i garanti, “gli ambienti detentivi sono risultati caldi oltre ogni ragionevole grado di sopportazione”.

A preoccupare Desi Bruno sono in particolare “quattro celle doppie, in cui i detenuti che vi sono collocati hanno uno spazio a disposizione calpestabile ai limiti dei 3 metri quadrati a persona, parametro al di sotto del quale la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo ha stabilito la configurazione, di per sé, di trattamenti inumani e degradanti”. Come se non bastasse, rimarca la Garante, “la Corte di Strasburgo ha ritenuto la configurazione di trattamenti inumani e degradanti anche quando lo spazio a disposizione dei detenuti è stato fra i 3 e i 4 metri quadrati, ma le condizioni di vita detentiva non erano congrue in relazione ad altri fattori relativi, per esempio, alla mancanza di ventilazione, di un adeguato numero di ore d’aria disponibili o di ore di socialità, all’apertura delle porte della cella, alla quantità di luce e aria dalle finestre, all’offerta trattamentale effettivamente praticata negli istituti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Anonim

    24 Agosto @ 14.54

    Mio marito è un detenuto..Non si trova lì per stupro furto omicidio truffa..Mio marito è lì perché la nostra piccola azienda è andata in pezzi e con due bambini non riuscivamo più a SOPRAVVIVERE accumulando debiti enormi..ora mi scoinvolge pensare che ad oggi ci sono ancora persone abbastanza ipocrite da giudicare puntando soltanto il dito contro senza conoscere. Ora qualcuno di voi vuole ancora dirmi che mio marito deve essere "soppresso " e che non ha diritto all "umanità " ma di che cosa state parlando!!! Non ho un marito perché non riusciva più a dare da mangiare ai suoi figli...vergogna all ignoranza e non alla solidarietà. Perché a parole siamo tutti giudici sulle vite altrui e come nella vita da fuori,nemmeno nei carceri si fa di tutta l erba un fascio.

    Rispondi

  • BETTA

    25 Luglio @ 13.51

    Beh certo, se delinqui, uccidi e spacci va bene......ma se poi finisci in galera e hai solo quattro ore di aria è inumano e degradante. Se le persone che sono in carcere, invece di delinquere, si fossero comportate correttamente in società, di ore d'aria ne avrebbero molte più! Gli spazi, in prigione, sono piccoli e i detenuti sono troppi?? Perfetto, siccome nelle carceri italiane c'è pieno di stranieri, che il governo inizi a 'svuotare' le carceri rispendendoli a casa loro! Si avrebbe molto più spazio per i 'nostri' delinquenti! Degradante e inumano è la mancanza di rispetto verso le Forze dell' Ordine e verso la gente onesta. Questo è degradante e inumano.....e vergognoso!!

    Rispondi

  • patti

    25 Luglio @ 08.49

    No no la bruno ha ragione. Darei un suggerimento per alleviare "le pene" a questi ragazzi: mattina sveglia alle 8.30/9.00 con lauta colazione a base di cereali, prodotti di pasticceria e latte assolutamente fresco; ore 10.00 sigaretta. Dalle ore 10.15 alle ore 12.30 piscina. Per chi eventualmente fosse indisposto, sala film, massaggi o carte in ambiente assolutamente climatizzato. 12.30/14.30 pranzo a base di pasta, migliori prodotti locali quali prosciutto e formaggio, filetto di carne, verdura, frutta dolce, vino, grappa (lemoncino per i campani) e caffè. 14.30 15.00 sigaretta. 15.00/16.00 riposino. 16.00/19.30 di nuovo in piscina, oppure pesca alla carpa per chi è' appassionato. Chi non attratto da queste due possibilità potrà sempre optare per il centro benessere. Ore 19.30/20.15 doccia. 20.15/21.30 cena, ove il detenuto, ancora una volta potrà, potrà degustare i prodotti tipici di molte regioni italiane, vino, verdura, frutta, caffè e grappa. (Lemoncino pet i campani). 21.30/22.00sigaretta. 22.00/24.00 tv. Dalle 24 tutti a riposare. Solo così potremmo dire di essere un paese democratico ove vengono garantiti i diritti dell'uomo!

    Rispondi

  • corra

    25 Luglio @ 07.35

    i garanti vadano a vedere come stanno le vittime di questi malavitosi e smettiamola una buona volta con questo falso pietismo di preoccuparci sempre di Caino e mai di Abele.

    Rispondi

  • bry

    24 Luglio @ 19.40

    se fosse per me li compatterei come le sardine ..............................

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

PIENA

Enza in piena: evacuazioni in corso a Casaltone e Lentigione Foto

emergenza

La Parma esonda a Colorno: acqua nel cortile della Reggia. Evacuata la piazza Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione finisce sott'acqua: evacuazioni in corso Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS