Comune

Sicurezza idraulica del Baganza: sì alle linee guida

Sicurezza idraulica del Baganza: sì alle linee guida
Ricevi gratis le news
3

L'esondazione del torrente Baganza del 13 ottobre 2014 non dovrà più verificarsi. E questo sarà possibile solo attraverso un'azione di programmazione volta a fissare le linee guida relative alla sicurezza idraulica, con riflessi anche di tipo urbanistico. Il Comune ha approvato in data odierna una delibera in cui si dà mandato al settore pianificazione urbanistica di definire un piano di delocalizzazione delle immobili e strutture produttive presenti in alveo, in particolare quello del torrente Baganza, in modo da migliorare la situazione attuale prevedendone la demolizione e la ricollocazione in altre zone. Tutto questo attraverso il recepimento della Direttiva Alluvioni ed anche alla luce della recente adozione da parte dell'Autorità di Bacino del fiume Po del Piano per l'Assetto Idrogeologico – Pai - in merito ai torrenti Parma e Baganza. Il Comune di Parma intende, così, dare un contributo significativo in questo senso prima della definitiva approvazione del Pai, prevista per il dicembre di quest'anno. Infatti, accanto alle opere che sono state programmate per ridurre il rischio di esondazioni del torrente Baganza e che includono la realizzazione di argini spondali sulla riva destra e sinistra del torrente a partire dal ponte dei Carrettieri, fin quasi all'altezza del ponte della tangenziale, a cui si aggiunge l'avvio dell'iter legato alla realizzazione delle casse di espansione, riveste un'importanza strategica anche il discorso legato agli interventi di delocalizzazione. Per questa ragione, il Comune ha inoltre affidato l'incarico per la predisposizione di elaborati grafici descrittivi della pericolosità di alluvione a scala comunale e contestualmente all'analisi di rischio idraulico della rete idrica superficiale, con l'obiettivo di individuare la criticità idraulica e le ipotesi di interventi risolutivi. “Si tratta di un passaggio fondamentale – ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici, urbanistica ed edilizia del Comune Michele Alinovi – in quanto traccia le linee strategiche di recupero, valorizzazione e ampliamento dell'ecosistema fluviale con soluzioni innovative, coerenti con gli obiettivi fissati a livello di Unione Europea a salvaguardia e rafforzamento della sicurezza idraulica dell'asta sul Baganza. A questo si aggiunge – conclude l'assessore – che tali iniziative possono essere oggetto di incentivi e finanziamenti, sia a livello nazionale che comunitario con il fine di ridurre l'esposizione al rischio di esondazioni nelle aree urbane vulnerabili, proprio per quelle Amministrazioni che intendono perseguire gli obiettivi al 2020 dell'Unione Europea”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GUALO

    29 Luglio @ 22.28

    E con quali soldi?????? Dove li trova Alinovi i fondi x delocalizzare le attività coinvolte oltre ad indennizzare i diritti dei legittimi proprietari delle aree??? Se non stiamo parlando di insediamenti abusivi, i diritti di proprietà valgono ancora, no, in Italia??? I finanziamenti e gli incentivi? Ma x favore!!! Oppure in un delirio medioevale di onnipotenza pensa di poter decidere delle sorti dei cittadini senza più rispetto di quello che "forse" è ancora uno stato di diritto?!! Ma non è meglio molto semplicemente fare manutenzione ai torrenti e trovare i fondi per finire al più presto la cassa di espansione???

    Rispondi

  • Fede

    29 Luglio @ 22.07

    Il succo di quello che ha deciso questa persona oggi pomeriggio davanti ad un caffe' e' il destino di attivita' produttive, dipendenti, lavoratori che li mettono fuori dalla porta, ah scusate, DELOCALIZZANO e DEMOLISCONO.....le persone senza neanche averglielo detto. Questa si che e' democrazia..... Come dire, tu da oggi, che hai sempre pagato tasse e rispettato regole, ti mettiamo dove piu' ci piace e non ci interessa nulla di tutto quello che hai costruito con gli anni e i sacrifici dando da lavorare a tante persone, DELOCALIZZO e DEMOLISCO...... Peccato che pero' questo e' ILLEGITTIMO!!!!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene,la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

maltempo

Emergenza elettricità: 8mila utenze isolate nel parmense

1commento

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

6commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

26commenti

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

fidenza

Coduro, 25 mici a rischio sfratto

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS