10°

22°

Parma

Un "occhio elettronico" controlla le corsie dei bus

Un "occhio elettronico" controlla le corsie dei bus
Ricevi gratis le news
12

Sono in via di installazione i sistemi di telecontrollo per l’accesso alle corsie bus di via Montebello, via Zarotto e dei viali Falcone e Borsellino nella stazione di Parma. Un sistema di controllo elettronico che permetterà, tra l'altro, di monitorare l'uso corretto delle corsie preferenziali, "liberando" la polizia municipale per altri servizi. 

Lo dice un comunicato firmato dall'assessore ai Trasporti Gabriele Folli, che prosegue: 
Le corsie preferenziali dei bus sono lo strumento più economico ed efficace a disposizione delle amministrazioni per favorire gli utenti del trasporto pubblico e quindi rendere più appetibile il servizio in termini di puntualità e velocità di esercizio.

Il transito per queste vie preferenziali, oltre che essere vietato dal codice della strada ai veicoli privati, causa intralcio del traffico del servizio pubblico e dunque disservizi al sistema di mobilità sostenibile cittadino.

L’assessore Folli a questo proposito dichiara: “Con l’implementazione degli strumenti tecnologici di controllo in queste strade sarà possibile mantenere costantemente monitorato l’accesso dei mezzi abilitati al passaggio nelle corsie riservate permettendo così di destinare ad altri servizi le forze di polizia municipale che a rotazione venivano destinate per sanzionare i veicoli privati a cui non è consentito l’accesso. Nello studio di fattibilità del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, attualmente in corso di lavorazione, uno degli elementi di indirizzo è sicuramente quello di favorire l’uso dei modi di trasporto a minor impatto ambientale e sociale e che assume come criterio guida l’uso efficiente delle risorse pubbliche per ridurre la dipendenza dall’uso dell’auto negli spostamenti di breve distanza”.

L’installazione ed il collaudo del funzionamento delle telecamere proseguirà per tutto il mese di agosto e l’attivazione dei 3 punti di controllo avverrà nel mese di settembre previo un’adeguata e preventiva comunicazione alla cittadinanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salamandra

    31 Luglio @ 20.13

    Adesso che ci sarà l'occhio niente piú scusanti. Rendete via Zarotto nuovamente percorribile a tutti quelli che sisiedono tra via Zarotto, via Emilia, via sidoli e via Gibertini/Marzabotto

    Rispondi

  • Labandieraitaliana

    31 Luglio @ 17.02

    Il problema non sono i varchi elettronici ma l errata posizione delle preferenziali. Per esempio in via abbeveratoia la corsia doveva essere fatta nel lato opposto per garantire il facile accesso al pronto soccorso, in via zarotto non serve a nulla, in via montebello ci può stare ma la sera dopo le 20 dovrebbero disattivare il varco e nel centro storico vanno benissimo così con varco 24 ore su 24. Con un po' di criterio in più le cose sarebbero ben fatte ma si vede che costa troppa fatica o che siamo in mano ad incapaci...decideró alle prossime elezioni. Per quanto riguarda il disimpegno dei vigili ben vengano i varchi così gli agenti possono essere destinati a fare più sicurezza nelle strade e più controlli (non solo multe di divieto di sosta magari)

    Rispondi

  • sindaco

    31 Luglio @ 14.47

    a parte che le corsie preferenziali in oggetto NON SERVONO A NULLA, e quella davanti all'ospedale è addirittura DEMENZIALE (viene istituita ma poi ci sono 1000 deroghe ed esclusioni perchè se no non si riesce neanche a raggiungere i parcheggi), se si buttano soldi (che verranno poi recuperati con le multe, se avessero la targa multeremmo anche le biciclette che ci passano sotto di notte....) per montarle, almeno provate a darci una PARVENZA DI SENSO disattivandole in certi orari (tipo notturni) come i varchi dell'isola pedonale... ma penso che sia chiedere troppo. però il tempo passa, i giorni sono ancora parecchi (troppi) ma sono CONTATI. Poi si starà come quando un temporale scaccia l'afa.

    Rispondi

  • Giulio

    31 Luglio @ 14.18

    sono sicuramente strumenti utilissimi durante il giorno, in modo che i trasgressori vengano giustamente multati nel rispetto delle norme in quanto corsie adibite all'utilizzo dei mezzi pubblici ma... la notte? spiegatemi perché porzioni intere di strada debbano rimanere ad appannaggio esclusivo di chi, nella sostanza, dato che di notte gli autobus non girano? quindi io potenzialmente di notte se ci passo (perché per arrivare in via mantova da casa mia non posso comodamente prendere via zarotto, no, devo fare il giro dell'oca dovendo evitare una linea retta che è la via più rapida) prendo una multa per quale motivo? come sempre a parma fate le cose a cazzo di cane, ma cosa si espongono a fare, tanto che si critichi o meno il vostro operato, andate avanti senza cognizione di causa, in una precisissima dimostrazione di come funziona la democrazia in questo paese. o di quanto anche vengano fatte delle leggi a cazzo di cane: basterebbe posizionare dei bei cartelli che indichino l'esclusività di tali corsie fino a quando sono in movimento i mezzi pubblici, ma no, figuriamoci. cercare di arrabattare qualche migliaio di euro in multe funziona di più che un'amministrazione intelligente

    Rispondi

  • fabe

    31 Luglio @ 13.12

    Manca ancora via Abbeveratoia.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

UNIVERSITA'

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

di Katia Golini

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

1commento

mafia

Riina non sta bene, non si può muovere dall'ospedale di Parma: slitta il processo

Carcere Parma, per motivi salute no trasferimento da ospedale

2commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

6commenti

elezione del segretario

Pd , 19 congressi su 51: testa a testa Cesari (229 voti) Moroni (223)

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

2commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 il finalista del gruppo 8

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

2commenti

ITALIA/MONDO

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

iraq

Kirkuk, Trump: "Non ci schieriamo, non dovevamo stare lì"

SPORT

prossimo avversario

Posticipo del lunedì: Entella-Empoli 2-3

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel