12°

22°

Parma

Droga: operazione Tangeri 2007. 17 arresti, indagini anche a Parma - Sequestrati 2 quintali di hashish

Ricevi gratis le news
18

Con 17 ordinanze di custodia cautelare in carcere la Guardia di Finanza di Reggio Emilia ha sgominato una gang di trafficanti di droga del centro-nord.L'operazione 'Tangeri 2007' si è conclusa all’alba col blitz del nucleo di polizia tributaria, coordinato dal Pm Valentina Salvi, nelle province di Reggio, Modena, Parma, Alessandria, Bergamo, Pistoia e Prato, che ha portato al sequestro di 215 chili di hascisc e 26 grammi di cocaina, del valore di 1,8 milioni di euro. All’opera 70 militari con l’ausilio di unità cinofile. Gli arrestati sono magrebini in grado di gestire una ramificata rete di spaccio di hascisc proveniente dal Marocco.

Acquistato in grandi quantitativi, veniva trasportato in Italia occultato abilmente su autovetture o pullman di linea, a volte trasportati con traghetti facenti scalo a Genova. Sequestrati anche sei auto, due ciclomotori, 25 telefoni cellulari e 16.000 euro in contanti. Le 17 ordinanze portano a 27 il numero degli arresti: 10 erano già stati messi in manette in flagranza di reato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    22 Gennaio @ 12.31

    UNO STATO CIVILE NON PUO' E NON DEVE SPECULARE , RENDENDOSI COMPLICE DELLE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI, SULLA DIFFUSIONE DI SOSTANZE D' ABUSO, PERICOLOSE PER LA SALUTE FISICA E MENTALE DELLE PERSONE, LA CUI ASSUNZIONE VA SEVERAMENTE REPRESSA , E NON LEGALIZZATA , NELL' INTERESSE DELLA SALUTE PUBBLICA E DELLA PUBBLICA SICUREZZA . E' GIA' ABBASTANZA VERGOGNOSO CHE LO STATO SPECULI SUL TRAFFICO DI TABACCO IN SIGARETTE, E NON E' CERTO IL CASO CHE, A QUESTA , S' AGGIUNGANO ALTRE VERGOGNE !

    Rispondi

  • Francesco

    22 Gennaio @ 12.22

    RIPORTO QUI DI SEGUITO IL DOCUMENTATO PARERE DELLA "DRUG ENFORCEMENT ADMINISTRATION" , ORGANO DEL GOVERNO FEDERALE DEGLI STATI UNITI, SUL FUMO DI MARIJUANA The DEA Position On Marijuana The campaign to legitimize what is called "medical" marijuana is based on two propositions: that science views marijuana as medicine, and that DEA targets sick and dying people using the drug. Neither proposition is true. Smoked marijuana has not withstood the rigors of science – it is not medicine and it is not safe. DEA targets criminals engaged in cultivation and trafficking, not the sick and dying. No state has legalized the trafficking of marijuana, including the twelve states that have decriminalized certain marijuana use.1 SMOKED MARIJUANA IS NOT MEDICINE There is no consensus of medical evidence that smoking marijuana helps patients. Congress enacted laws against marijuana in 1970 based in part on its conclusion that marijuana has no scientifically proven medical value. The Food and Drug Administration (FDA) is the federal agency responsible for approving drugs as safe and effective medicine based on valid scientific data. FDA has not approved smoked marijuana for any condition or disease. The FDA noted that "there is currently sound evidence that smoked marijuana is harmful," and "that no sound scientific studies supported medical use of marijuana for treatment in the United States, and no animal or human data supported the safety or efficacy of marijuana for general medical use."2 In 2001, the Supreme Court affirmed Congress’s 1970 judgment about marijuana in United States v. Oakland Cannabis Buyers’ Cooperative et al., 532 U.S. 438 (2001), which held that, given the absence of medical usefulness, medical necessity is not a defense to marijuana prosecution. Furthermore, in Gonzales v. Raich, 125 S.Ct. 2195 (2005), the Supreme Court reaffirmed that the authority of Congress to regulate the use of potentially harmful substances through the federal Controlled Substances Act includes the authority to regulate marijuana of a purely intrastate character, regardless of a state law purporting to authorize "medical" use of marijuana. The DEA and the federal government are not alone in viewing smoked marijuana as having no documented medical value. Voices in the medical community likewise do not accept smoked marijuana as medicine: The American Cancer Society "does not advocate inhaling smoke, nor the legalization of marijuana," although the organization does support carefully controlled clinical studies for alternative delivery methods, specifically a THC skin patch.4 The American Academy of Pediatrics (AAP) believes that "[a]ny change in the legal status of marijuana, even if limited to adults, could affect the prevalence of use among adolescents." While it supports scientific research on the possible medical use of cannabinoids as opposed to smoked marijuana, it opposes the legalization of marijuana.5 The National Multiple Sclerosis Society (NMSS) states that studies done to date "have not provided convincing evidence that marijuana benefits people with MS," and thus marijuana is not a recommended treatment. Furthermore, the NMSS warns that the "long-term use of marijuana may be associated with significant serious side effects."6 The British Medical Association (BMA) voiced extreme concern that down-grading the criminal status of marijuana would "mislead" the public into believing that the drug is safe. The BMA maintains that marijuana "has been linked to greater risk of heart disease, lung cancer, bronchitis and emphysema."7 The 2004 Deputy Chairman of the BMA’s Board of Science said that "[t]he public must be made aware of the harmful effects we know result from smoking this drug."8 The American Academy of Pediatrics asserted that with regard to marijuana use, "from a public health perspective, even a small increase in use, whether attributable to increased availability or decreased perception of risk, would have significant ramifications."9 In 1999, The Institute of Medicine (IOM) released a landmark study reviewing the supposed medical properties of marijuana. The study is frequently cited by "medical" marijuana advocates, but in fact severely undermines their arguments. After release of the IOM study, the principal investigators cautioned that the active compounds in marijuana may have medicinal potential and therefore should be researched further. However, the study concluded that "there is little future in smoked marijuana as a medically approved medication."10 For some ailments, the IOM found "...potential therapeutic value of cannabinoid drugs, primarily THC, for pain relief, control of nausea and vomiting, and appetite stimulation."11 However, it pointed out that "[t]he effects of cannabinoids on the symptoms studied are generally modest, and in most cases there are more effective medications [than smoked marijuana]."12 The study concluded that, at best, there is only anecdotal information on the medical benefits of smoked marijuana for some ailments, such as muscle spasticity. For other ailments, such as epilepsy and glaucoma, the study found no evidence of medical value and did not endorse further research.13 The IOM study explained that "smoked marijuana . . . is a crude THC delivery system that also delivers harmful substances." In addition, "plants contain a variable mixture of biologically active compounds and cannot be expected to provide a precisely defined drug effect." Therefore, the study concluded that "there is little future in smoked marijuana as a medically approved medication."14 The principal investigators explicitly stated that using smoked marijuana in clinical trials "should not be designed to develop it as a licensed drug, but should be a stepping stone to the development of new, safe delivery systems of cannabinoids."15 Thus, even scientists and researchers who believe that certain active ingredients in marijuana may have potential medicinal value openly discount the notion that smoked marijuana is or can become "medicine." DEA has approved and will continue to approve research into whether THC has any medicinal use. As of May 8, 2006, DEA had registered every one of the 163 researchers who requested to use marijuana in studies and who met Department of Health and Human Services standards.16 One of those researchers, The Center for Medicinal Cannabis Research (CMCR), conducts studies "to ascertain the general medical safety and efficacy of cannabis and cannabis products and examine alternative forms of cannabis administration."17 The CMCR currently has 11 on-going studies involving marijuana and the efficacy of cannabis and cannabis compounds as they relate to medical conditions such as HIV, cancer pain, MS, and nausea.18 At present, however, the clear weight of the evidence is that smoked marijuana is harmful. No matter what medical condition has been studied, other drugs already approved by the FDA, such as Marinol – a pill form of synthetic THC – have been proven to be safer and more effective than smoked marijuana.

    Rispondi

  • Francesco

    22 Gennaio @ 11.48

    E' VERGOGNOSO CHE PERSONE SENZA SCRUPOLI , ALLO SCOPO DI PROPAGANDARE LA DIFFUSIONE DI STUPEFACIENTI A SCOPO VOLUTTUARIO, SI PRENDANO GIOCO DEGLI AMMALATI DI CANCRO E DELLE LORO FAMIGLIE. GLI STUDI SUL POSSIBILE EFFETTO ANTITUMORALE DI DERIVATI DELLA "CANNABIS" E' IN CORSO DA ANNI, COSI' COME SONO IN CORSO STUDI SU MOLTE ALTRE SOSTANZE. PER IL MOMENTO LE SPERIMENTAZIONI SONO STATE FATTE SOLO IN LABORATORIO E SUI TOPI. NON ESISTE , AL MOMENTO, NESSUNISSIMA EVIDENZA CHE IL CONSUMO ABITUALE DI DERIVATI DELLA "CANNABIS" MODIFICHI L' EVOLUZIONE DELLA MALATTIA TUMORALE NELL' UOMO , NE' CHE L' INCIDENZA DEI TUMORI FRA I CONSUMATORI ABITUALI DI CANNABINOIDI SIA MINORE CHE NELLA POPOLAZIONE GENERALE. PERALTRO IL POSSIBILE USO DI QUESTI FARMACI IN FUTURO E' PREVISTO SOLO IN ASSOCIAZIONE CON ALTRI CHEMIOTERAPICI , E, COMUNQUE, L' USO DI DERIVATI DELLA "CANNABIS" IN MEDICINA, SU PRESCRIZIONE MEDICA E SOTTO CONTROLLO MEDICO, NON HA NIENTE A CHE SPARTIRE CON LA LEGALIZZAZIONE DELL' USO VOLUTTUARIO DI "SPINELLI" , COSI' COME L' UTILIZZAZIONE CLINICA DELLA MORFINA E DI SUOI DERIVATI , NON HA NIENTE A CHE VEDERE CON L' USO VOLUTTUARIO DI EROINA, CHE SI RICAVA DALLA MORFINA STESSA.

    Rispondi

  • Giorgio G.

    22 Gennaio @ 10.30

    Per Clansman. Si puo'fare meglio del pane. USA - Cannabis. Studio: potente inibitore del tumore al cervello. I principi attivi presenti nella cannabis agiscono in sinergia inibendo la crescita delle cellule cancerogene e causandone la morte. Questi i risultati di una sperimentazione preclinica pubblicata sulla rivista scientifica Molecular Cancer Therapeutics. I ricercatori dell'Università della California hanno studiato gli effetti del cannabidiolo, non psicoattivo, in combinazione con il Thc, principio psicoattivo della cannabis con proprietà anticancerogene. Gli studiosi hanno scoperto che la combinazione di questi cannabinoidi è più efficace contro il cancro rispetto alla somministrazione separata di questi principi. "Abbiamo scoperto che il cannabidiolo aumenta l'abilità del Thc di inibire la proliferazione di cellule (cancerogene), inducendo l'arresto del ciclo cellulare e l'apoptosi (la morte programmata delle cellule)", hanno scritto gli autori dello studio. I ricercatori concludono: "Separatamente, Thc e cannabidiolo possono inibire la crescita e la diffusione delle cellule cancerogene in modi distinti, e provocare la loro morte. Abbiamo ipotizzato che, unendo i due agenti, si potesse giungere ad una convergenza delle modalità di azione con un conseguente potenziamento dell'azione inibitoria di certi fenotipi di cellule cancerogene. Questa ricerca dimostra che è così". Una recensione di studi scientifici pubblicata nel 2008 sulla rivista Cancer Reserch aveva riportato che i cannabinoidi inibiscono la proliferazione di cellule di una molteplicità di tumori, tra cui il tumore al cervello, prostata, seno, polmone, pelle, pancreas e il linfoma.

    Rispondi

  • Giorgio G.

    21 Gennaio @ 21.46

    215 kg al dettaglio a 10 euro al grammo fanno 2.150.000 euro. C'e'una differenza tra queste due stime. Se consideriamo che sono stati presi solo ora quanta droga avrenno immesso nel mercato? probabilmente stimarne una decina di volte il quantitativo sequestrato, potrebbe risultare una stima per ... difetto. Si ricaverebbero quindi una attivita'che ha reso 21.500.000 euro. La definirei una attivita'redditizia. Lo stato invece di tassare cosa fa? Reprime. Risultato? Piu'droga. Proibire, funziona? No. Legalizzare funziona? Si.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

«Anziana scippata, evento traumatico»

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

VIAGGI NELLA FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

FIDENZA

Muore a 51 anni 11 giorni dopo l'incidente in bici

SORBOLO

«Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»