19°

Parma

Lotta ai venditori abusivi: sequestrati 600 fra cd e vestiti contraffatti

Ricevi gratis le news
6

La Guardia di Finanza ha effettuato una serie di controlli sui venditori abusivi. E fra viale Osacca, piazzale Salsi e l'area dell'ospedale hanno sequestrato 600 pezzi fra cd e capi d'abbigliamento falsificati.
I militari hanno intensificato i controlli negli ultimi giorni. Un primo intervento è stato effettuato in viale Osacca prima e in piazzale Salsi. All'arrivo delle Fiamme gialle sono fuggiti alcuni extracomunitari che, fra i banchi degli ambulanti, stavano cercando di vendere i loro prodotti contraffatti. Gli stranieri sono fuggiti abbandonando la merce: circa 300 pezzi fra prodotti contraffatti e cd musicali privi del marchio Siae.
Altri interventi contro i venditori abusivi sono avvenuti nel parcheggio davanti all’ospedale Maggiore e sempre in viale Osacca. In questo modo sono stati sequestrati capi d'abbigliamento contraffatti per circa 300 pezzi.
Sono stati sequestrati, tra gli altri, portafogli e borse recanti il marchio «Louis Vuitton», maglioni e piumini Moncler, borse Gucci, Guess e Fendi, e cinture di marca Giorgio Armani, Just Cavalli, Dior. I prodotti sono risultati di buona fattura, tale da ingannare l’eventuale acquirente e pertanto riconoscibili solo da occhi esperti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    22 Gennaio @ 21.37

    vorrei segnalare che in certi bar gestiti da persone di chiaro aspetto non comunitario si paga un euro per una tazzina di caffe' contraffatta. e attenti perche' la multa la danno anche al consumatore. invece di lagnarvi della merce contraffatta o meno e ci sarebbe da discutere su questo,lagnatevi del prezzo; sotto i portici di via mazzini ti vendono un ombrello a 25 euri, un portachiavi di gomma tipo antistress a 10 euri un accendino senza gas a 6 euri..... e in pilotta un paio di jeans a 10euri.. e ai saldi nei negozi a 40...

    Rispondi

  • Giovanni

    22 Gennaio @ 21.18

    Allora facciamo un po di chiarezza soprattutto per coloro che non sono nel settore e/o non lo seguono.Ci sono marchi,il prêt-à-porter e l'haute couture.Ovvio che marchi come : GURU,e analoghe ditte, non vengono prese in considerzione in questo discorso.Le faccio un esempio Vercingetorige.Prendiamo Valentino.La ditta produce sia prêt-à-porter che haute couture.Il prêt-à-porter si divide in 2 linee : Valentino Via roma e Valentino RED.Valentino Via Roma è MADE IN ITALY, mentre Valentino RED è MADE IN CHINA.L'Haute Couture di Valentino è fatta a mano in Italia ovviamente su misura.Tre "linee" ma con tre DIVERSI PREZZI E UTENTI!!!Io non capisco dal suo intervento a quale "griffe" o "griffes"...lei si rivolge...a quale piano di una "griffe" lei si ferma...I grandi marchi in generale scelgono la china come produzione della loro SECONDA LINEA, come le citavo prima Valentino RED, o qualche pezzo ad esempio della linea giovane D&G.Per quanto rigurda il suo intervento le voglio portare un esempio con la Louis Vouitton...La tela delle borsette dozzinali che si vedono in giro a Parma viene prodotta a Milano e in parte anche in Cina.I 500 pezzi che lei si domanda se essere falsi o meno le posso assicurare che sono al 100% dei FALSI...La invito ad andare in una qualsiasi boutique Louis Vouitton per spiegarle esattamente cosa cambia.Il prodotto Made In China è quasi perfetto...cambiano ad esempio le cuciture della borsetta.Se Originale basta contare i punti di cucitura e il modo in cui viene cucita...un occhio allenato che fa un giro per Parma si accorge che il 80% di quelle borsette dozzinali sono false...eppure se lei le mette a confronto sono quasi identiche...ma cambiano attenti particolari che rendono la stessa borsetta un ORIGINALE.Il cinese è un truffatore eccellente,il titolare il danneggiato.Ma si sa che il vero capitalista oggi è il cinese e noi siamo i veri comunisti.Tutti i marchi minori,cioè quelli che non ho nemmeno preso in considerazione come le spiega all'inizio del discorso, non ultimo Valextra, che definisco marchi EASY diciamo per tutti, producono TUTTO in CINA.Ma anche li cambiano quei particolari che fanno un prodotto unico e originale.Le ricordo o la invito a visionare Il Diavolo Veste Prada..a parte la "simpatica" commedia il film è una pura accusa a Mariuccia PRADA e alla direttrice di Vouge America per un presunto accordo a connotati mafiosi...PRADA produce quasi l'80% dell'essenza di un qualsiasi prodotto in CHINA,il restante 20% gli permette di mettere il marchio MADE IN ITALY, perchè viene importato e finito qui.Se nota bene nella pellicola L'attrice principale Meryl Streep non indossa MAI nulla di Prada.E vi fu un iteressantissimo speciale della trasmissione REPORT sul caso PRADA...a parte la fazione politica della rete che lo trasmise le consiglio di guardarselo su YouTube.Per qualsiasi chiarimento o suo dubbio non esiti a farsi vivo.

    Rispondi

  • Giovanni

    22 Gennaio @ 21.18

    Allora facciamo un po di chiarezza soprattutto per coloro che non sono nel settore e/o non lo seguono.Ci sono marchi,il prêt-à-porter e l'haute couture.Ovvio che marchi come : GURU,e analoghe ditte, non vengono prese in considerzione in questo discorso.Le faccio un esempio Vercingetorige.Prendiamo Valentino.La ditta produce sia prêt-à-porter che haute couture.Il prêt-à-porter si divide in 2 linee : Valentino Via roma e Valentino RED.Valentino Via Roma è MADE IN ITALY, mentre Valentino RED è MADE IN CHINA.L'Haute Couture di Valentino è fatta a mano in Italia ovviamente su misura.Tre "linee" ma con tre DIVERSI PREZZI E UTENTI!!!Io non capisco dal suo intervento a quale "griffe" o "griffes"...lei si rivolge...a quale piano di una "griffe" lei si ferma...I grandi marchi in generale scelgono la china come produzione della loro SECONDA LINEA, come le citavo prima Valentino RED, o qualche pezzo ad esempio della linea giovane D&G.Per quanto rigurda il suo intervento le voglio portare un esempio con la Louis Vouitton...La tela delle borsette dozzinali che si vedono in giro a Parma viene prodotta a Milano e in parte anche in Cina.I 500 pezzi che lei si domanda se essere falsi o meno le posso assicurare che sono al 100% dei FALSI...La invito ad andare in una qualsiasi boutique Louis Vouitton per spiegarle esattamente cosa cambia.Il prodotto Made In China è quasi perfetto...cambiano ad esempio le cuciture della borsetta.Se Originale basta contare i punti di cucitura e il modo in cui viene cucita...un occhio allenato che fa un giro per Parma si accorge che il 80% di quelle borsette dozzinali sono false...eppure se lei le mette a confronto sono quasi identiche...ma cambiano attenti particolari che rendono la stessa borsetta un ORIGINALE.Il cinese è un truffatore eccellente,il titolare il danneggiato.Ma si sa che il vero capitalista oggi è il cinese e noi siamo i veri comunisti.Tutti i marchi minori,cioè quelli che non ho nemmeno preso in considerazione come le spiega all'inizio del discorso, non ultimo Valextra, che definisco marchi EASY diciamo per tutti, producono TUTTO in CINA.Ma anche li cambiano quei particolari che fanno un prodotto unico e originale.Le ricordo o la invito a visionare Il Diavolo Veste Prada..a parte la "simpatica" commedia il film è una pura accusa a Mariuccia PRADA e alla direttrice di Vouge America per un presunto accordo a connotati mafiosi...PRADA produce quasi l'80% dell'essenza di un qualsiasi prodotto in CHINA,il restante 20% gli permette di mettere il marchio MADE IN ITALY, perchè viene importato e finito qui.Se nota bene nella pellicola L'attrice principale Meryl Streep non indossa MAI nulla di Prada.E vi fu un iteressantissimo speciale della trasmissione REPORT sul caso PRADA...a parte la fazione politica della rete che lo trasmise le consiglio di guardarselo su YouTube.Per qualsiasi chiarimento o suo dubbio non esiti a farsi vivo.

    Rispondi

  • Lura

    22 Gennaio @ 19.06

    Vorei segnalare a chi di dovere che nel mercato del martdì di via Osacca c'è sempre pieno di extracomunitari che vendono merce contraffatta

    Rispondi

  • Francesco

    22 Gennaio @ 18.02

    Si , "the clansman" , solo che sono le nostre aziende che si fanno fabbricare la merce , per un boccone di riso , dai clandestini e padroncini cinesi, e, poi, ci sbattono sopra la "griffe", e ce la rivendono a cento volte il costo. Oggi, il "made in Italy" non esiste più . O è fabbricato all' estero o è fabbricato in Italia in laboratori cinesi clandestini. Anche sul fabbricato all' estero ci scrivono "made in Italy" pur se non si potrebbe. ALLORA , IO MI DOMANDO , MA QUESTI PRODOTTI , PERSEGUITI E SEQUESTRATI COME "FALSI" , SONO REALMENTE FALSI O NO ? Mi spiego. Supponiamo che io sia il titolare di una rinomata "griffe" . Faccio fabbricare i miei prodotti da un laboratorio cinese clandestino , pagandoli una fesseria, poi ci sbatto sopra la mia "griffe" , e li rivendo a cento volte il costo. Supponiamo che io, ai Cinesi, ordini 1000 "pezzi" , ma che quelli ne fabbrichino 1500. Poi , 1000 li danno a me, come da mia ordinazione, e gli altri 500 se li vendono direttamente loro, a prezzo molto più basso del mio. QUEI 500 "PEZZI" A BASSO PREZZO SI POSSONO CONSIDERARE "FALSI" ? SECONDO ME NO ! SONO AUTENTICI ED ESATTAMENTE UGUALI AGLI ALTRI 1000 ! IL TRUFFATORE NON E' IL CINESE. E' IL TITOLARE DELLA "GRIFFE" !

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro