-2°

Parma

Il padre di Bonsu: "La vita di Emmanuel non è mai stata serena dal settembre 2008"

Il padre di Bonsu: "La vita di Emmanuel non è mai stata serena dal settembre 2008"
Ricevi gratis le news
18

Per i genitori, i fratelli e le sorelle Emmanuel Bonsu era «il sindaco di Parma» perché‚ gli piaceva parlare con le persone e, appena poteva, se ne andava in giro con la sua bicicletta. «Oggi - dice suo padre Alex - non esce di casa se non per andare alle funzioni religiose dove incontra degli amici a cui è rimasto legato».
Il più cocente rimpianto di Alex Bonsu è che la sua famiglia non sia «stata più serena dal 29 settembre del 2008», giorno in cui suo figlio Emmanuel fu arrestato e picchiato dalla polizia municipale di Parma, che l'aveva «scambiato per il “palo” di uno spacciatore» di hashish e che poi, secondo l’accusa ebbe atteggiamenti razzisti per il colore della pelle del ragazzo. Un caso che fece grande clamore.
«Lo sa cosa mi dissero quella sera i vigili chiamandomi al telefono? - ricorda in un’intervista all'agenzia di stampa Ansa - Emmanuel è con noi in caserma assieme ad altri spacciatori».
Il rimpianto per la serenità di un tempo è tanto più forte quanto quella condizione, a dire di Bonsu, sembra ora irraggiungibile. «Eravamo felici di vivere in questa città, ottimisti e allegri - dice - Emmanuel era sempre in giro, socievole e cordiale con tutti. Oggi non esce più di casa, se non per venire alle riunioni della nostra Chiesa. Non va più neppure in bicicletta. Eccola là, con le ruote sgonfie (indica una bici in un angolo della stanza ndr). Non si sente tranquillo e ha paura. La stessa che abbiamo tutti noi».

Alex Bonsu è operaio metalmeccanico. Lavora in un’azienda di Parma ed è «anziano» della Chiesa Evangelica. Il 22 settembre del 2009, rivela, è diventato cittadino italiano a vent'anni dal suo arrivo dal Ghana. Due settimane dopo il giuramento sulla Costituzione è cominciato il processo ai 10 agenti della Polizia municipale accusati, tra l’altro, di aver pestato, umiliato e insultato suo figlio dopo il fermo.
A distanza di quasi quattro mesi e tre rinvii ad altra data, l’udienza preliminare fatica a decollare. L’udienza della settima scorsa è stata rinviata al 13 febbraio.

L'INTERVISTA DELL'ANSA AD ALEX BONSU
Che cosa si aspetta dal processo?
«Una giustizia giusta. Mi aspetto che il giudice accerti che cosa è davvero accaduto a mio figlio. Come hanno detto il ministro Maroni e il sindaco di Parma, chi sbaglia deve pagare. Ecco che cosa aspetto. Dopo la fine dell’inchiesta, ho creduto che non mancasse molto tempo alla fine di tutto. Oggi so che c'è ancora tanto da soffrire».

Intorno alla sua famiglia che cosa vede?
«Prima della vicenda di Emmanuel non c'era nessun problema, ma adesso alcuni ci accusano di aver fatto del male a Parma. Anche sul lavoro alcuni miei colleghi non mi guardano in faccia e non mi parlano. Lo stesso succede a mia moglie e ai miei figli. Anche il sindaco ci chiese di non strumentalizzare questa vicenda. Ma chi vuole farlo? Sono vent'anni che vivo in Italia. Ci sono venuto per dare un futuro ai miei figli. Se l’Italia va bene, vado bene anche io. Altri colleghi, invece, sono affettuosi: mi chiedono notizie dei miei e del processo.
Resto preoccupato per la mia famiglia e la mia salute ne risente. La sera, non mi tranquillizzo fino a che non sono tornati tutti a casa. Prima mi preoccupavo solo se la maestra si lagnava di uno dei miei figli. Oggi ho paura della gente».

Il Comune è stato chiamato in giudizio quale responsabile civile e potrebbe rispondere dei danni. Emmanuel, dopo il pugno all’occhio sinistro rimediato durante l’arresto, ha subìto un’operazione maxillofacciale e non si è ancora ristabilito perfettamente. «Non riesce a concentrarsi, vuole stare in silenzio», spiega il padre.
Fuori dal Tribunale sono in corso trattative tra la difesa del ragazzo (lo assistono gli avvocati Lorenzo Trucco e Maria Rosaria Nicoletti) e quella dell’amministrazione comunale (assistita da Antonino Tuccari).

Avete già stabilito l’entità del risarcimento?
«Di queste cose si occupano i nostri avvocati e preferisco non parlarne».

Emmanuel ascolta il padre e tace. E tu che cosa desideri? «Vorrei riuscire a vivere come mi va. Vorrei studiare».

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    29 Gennaio @ 11.02

    Massimo, Balestrazzi sarebbe ben felice di pubblicare tutti i comenti così come sono, cosa che mi farebbe perdere anche meno tempo e mi consentirebbe di dedicarmi più e meglio alle notizie. Ma le regole sono uguali per tutti dal primo giorno e non cambiano: nente offese, niente frasi diffamatorie, niente affermazioni insinuanti ma senza prove. Il resto viene pubblicato senza problemi, anche quando si tratta di critiche a Balestrazzi o alla Gazzetta. E qui le prove ci sono: nel nostro archivio. (G.B.)

    Rispondi

  • massimo

    29 Gennaio @ 10.10

    grazie, come al solito il mio commento non compare perchè so delle cose che non si dovrebbero sapere. poi balestrazzi mi scrive se vi do dei bastardi...........

    Rispondi

  • Lingotto

    28 Gennaio @ 14.52

    Maganuco ti lamenti che non riesci a finire sul giornale? e se fossi costretto prima a prenderti un calcio in un occhio con gli anfibi? le aspirazioni individuali non si discutono, magari prova col grande fratello, fa meno male...

    Rispondi

  • Lingotto

    28 Gennaio @ 14.34

    Caro Emmanuel, segui il consiglio de "il tarlo", vattene per il tuo bene e la tua serenità...non saprei dirti dove ma non ti sarà difficile trovare qualcosa meglio di ITALIETTA, dove le leggi le fanno mafiosi, corrotti e bifolchi....buona fortuna!

    Rispondi

  • ParmigianoFiero

    28 Gennaio @ 13.39

    E non si dovrebbe neanche spostare tanto, basta andare a Reggio... orami vedere un reggiano in quella città è pura utopia!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa